TuttoTrading.it

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics
  • Trading System: Sestetto

  • TuttoEconomia
  • TuttoDividendi
  • TuttoBorsaQuote
  • TraderNews
  • TradingOnLine
  • buongiorno a tutti.

    ci siamo prefissi di iniziare questo nostro programma invernale con la costruzione di un trading system, ed eccoci pronti.

    come premessa ci richiamiamo a quel concetto della "differenza di passo" di cui vi ho gia' accennato, e che possiamo ora vedere un po' piu' da vicino, senza pretendere di approfondire l'argomento in tutti i suoi aspetti, che sono molti ed un po' difficili.

    pensiamo che un titolo abbia una sua reattivita' rispetto al comportamento del mercato nel suo complesso.
    probabilmente ha anche i suoi motivi per salire o per scendere, ma e' fuor di dubbio che risenta dell'andamento generale, salvo comportamenti contro-tendenza che per il momento possiamo considerare eccezionali.
    questa reattivita' e' diversa per ogni titolo, e per ogni titolo andra' ad influenzare quella parte del suo comportamento che e' generata dal comportamento del mercato.

    se paragoniamo tra loro due titoli di diversa reattivita', per esempio un titolo come "generali" che possiamo considerare di reattivita' piuttosto lenta, ed un titolo come "tim" che possiamo considerare invece di reattivita' abbastanza veloce, vedremo che il mercato avra' nei loro confronti una diversa capacita' di trascinamento, perche' diversa e' la loro sensibilita' e il loro tempo di risposta al mercato stesso.

    quindi in presenza di un mercato al rialzo che si gira al ribasso o viceversa (attenzione, parliamo sempre in termini generali) il titolo "tim" sara' piu' pronto a seguire il mercato nella nuova direzione, mentre il titolo "generali" fara' la stessa cosa con un po' di ritardo.

    se invece di due titoli noi ne guardiamo un gruppo, vedremo un diverso comportamento di ognuno di loro rispetto ai movimenti del mercato :
    immaginiamoci otto titoli, il mercato si gira, si gira subito il titolo piu' reattivo, poi il secondo, poi gli altri, alla fine si sono girati tutti e vanno tutti con il mercato, sino alla prossima inversione.

    per cui si verifica, sempre esprimendoci molto grossolanamente, che con il mercato al rialzo abbiamo gli otto titoli al rialzo, poi inizia una incertezza, i titoli diventano sette al rialzo ed uno al ribasso, l'incertezza prende corpo e diventano sei al rialzo e due al ribasso, l'andamento diventa laterale ed i titoli sono quattro e quattro, fase neutra, il ribasso comincia a presentarsi, i titoli diventano sei al ribasso e due al rialzo, il ribasso si conferma ed i titoli diventano otto al ribasso.

    situazione quindi ideale di adeguamento graduale del portafoglio all'andamento del mercato, attenzione senza trascurare tutti i falsi segnali, i voltafaccia, i comportamenti anomali, e chi piu' ne ha piu' ne metta, che rendono questa situazione semplice sulla carta, non altrettanto semplice nella realta' quotidiana..

    situazione allora ideale si, ma con le dovute riserve.
    pero' sicuramente in ogni caso migliore di una situazione incontrollata di titoli alla rinfusa.

    abbiamo parlato di otto titoli, perche' nella mia lunga esperienza su questo argomento (dovevo scrivere un libro!) ho individuato nel numero 8 una posizione molto rispondente a questo concetto di diversa reattivita' al mercato.

    nel nostro caso, per rendere le cose piu' accessibili (otto titoli possono essere molti per un capitale), direi di ridurre questo numero a sei, che ho visto essere anche un numero valido, che gia' avverte la differenza di passo.
    Scendere sotto i sei e' certamente possibile, ma l'effetto "differenza di passo" comincia a far fatica a manifestarsi.

    ovviamente, il capitale dovra' essere suddiviso equamente tra le sei posizioni, le quali quindi dovranno avere la stessa dimensione di valore.
    decidiamo quindi per sei titoli da amministrare, e questo ci permette di assegnare un nome al nostro trading system, che insieme ad altre cose cerchera' di sfruttare la differenza di passo:
    lo chiameremo "sestetto".

    apriamo ora un foglio di excell, rinominiamolo "sestetto", ed alla cella A1 scriviamo "sestetto", in grassetto, ecco fatto, abbiamo cominciato la costruzione del nostro ts, la settimana prossima continuiamo.

    buona settimana a tutti.

    giancarlo del bono di ruscalla.

  • Torna a Tuttogiadel


  • TuttoEconomia
  • TuttoDividendi
  • TuttoBorsaQuote
  • TraderNews
  • TradingOnLine
  • Ricerca personalizzata
    Begin Cookie Consent plugin by Silktide - http://silktide.com/cookieconsent -->