TuttoTrading.it
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 22/02/2010 Commento settimanale sull'andamento dell'economia e dei mercati di Henderson Global Investors

  • Dividendi 2019
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    -        La scorsa settimana la Grecia ha difeso il suo programma di riduzione del deficit, un “regalo” per tranquillizzare quei Paesi che stavano discutendo le prossime mosse da attuare nei confronti di quel membro dell’Unione Europea in crisi. Durante la sua visita a Londra, il Primo Ministro greco, George Papandreou ha affermato: “Non stiamo cercando sostegno finanziario, stiamo semplicemente dicendo che abbiamo un programma”. La Grecia ha promesso di diminuire il deficit dall’attuale 12,7% del PIL all’8,7% entro l’anno, introducendo una serie di misure per ridurre drasticamente il debito, che includono il congelamento dei salari nel settore pubblico e una maggiore tassazione su alcolici e benzina. Al momento le sue parole sembrano aver avuto effetto e i mercati sembrano essere di conseguenza più calmi; le azioni a livello globale hanno in generale chiuso al rialzo lo scorso venerdì.  

    -        La scorsa settimana ha riservato altre sorprese – buone e meno buone – che hanno fatto passare in secondo piano l’argomento “Grecia”. I risultati di bilancio hanno continuato ad essere buoni, i dati relativi alle ricerche regionali negli Stati Uniti hanno mostrato dei miglioramenti e ci sono stati una serie di upgrade positivi da parte dei broker. Tuttavia, l’annuncio della Federal Reserve di un rialzo di un quarto di punto del tasso di sconto è stato inizialmente uno shock per il mercato; gli investitori hanno colto di sorpresa la decisione, attuata in anticipo rispetto alle attese, prima di riconoscere che il cambio di rotta era stato guidato da un quadro economico migliore. In sintesi, ai mercati non piacciono le “sorprese”, finché non hanno il tempo di scoprirle completamente.  


    VIEWS

    -        Lo stabilizzarsi della ripresa economica, l’inflazione in crescita, i tassi di interesse in via di normalizzazione, nonché le massicce emissioni, porteranno ad un aumento dei rendimenti dei bond governativi nel 2010.

    -        Il dollaro dovrebbe continuare ad apprezzarsi, come conseguenza della maggiore solidità dei dati USA nel corso della prima metà del 2010; tuttavia, la strada verso una minore resistenza del dollaro rimane difficile, almeno nel lungo termine. Nonostante la valutazione interessante, la sterlina dovrà lottare contro la maggior parte delle valute G10 e quelle dei mercati emergenti, finché non ci sarà maggiore chiarezza circa la posizione del Governo inglese in termini di politica fiscale.

    -        Crediamo che i mercati azionari continueranno il loro rally nel corso della prima metà del 2010, sulla scia della crescita degli utili e dei dati positivi provenienti sia dal settore industriale sia dai consumi delle famiglie.


    QUESTA SETTIMANA

    -        Gli eventi di questa settimana saranno dominati dal flusso di notizie dagli Stati Uniti, con gli analisti che guardano agli ulteriori sviluppi in termini di potenziali exit strategies; mercoledì si terrà l’audizione di metà anno dedicata alla politica monetaria (cautamente anticipata) del Presidente della Fed Bernanke davanti al Congresso,. In seguito al provvedimento della Fed di aumentare il tasso di sconto, gli investitori presteranno attenzione a ulteriori segnali di una stretta della politica monetaria Statunitense, che fin qui è rimasta sufficientemente espansiva al fine di supportare il rally dei mercati azionari.

    -        Anche l’inflazione rimane un tema chiave, con i dati relativi all’indice dei prezzi al consumo nell’Eurozona in programma per venerdì e l’attesa che una moderata inflazione permanga nei mercati sviluppati.  

  • 22/02/2010 News sui mercati finanziari - Markets rattled by growing magnitude of fiscal challeng

    Ilaria Pesenti
    Business Unit Corporate Finance
    a:
    Viale Vittorio Veneto, 22, 20124 Milano Italy
    o:
    +39 0277336289 | f: +39 0277336360
    e:
    ilaria.pesenti@mslworldwide.com
    w:
    mslitalia.com

  • Archivio TraderNews
  • Ricerca personalizzata
    Begin Cookie Consent plugin by Silktide - http://silktide.com/cookieconsent -->