TuttoTrading.it
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 15/12/2009 Commento settimanale sull'andamento dell'economia e dei mercati di Henderson Global Investors (ilaria.pesenti@mslworldwide.com)

  • Dividendi 2019
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    NEWS

    -        Nonostante il miglioramento dei dati economici USA, le azioni a livello globale non hanno superato i loro massimi ciclici. A causa della minor liquidità sul mercato e del profit taking di fine anno degli investitori, il superamento delle resistenze  per gli asset rischiosi sembra improbabile, a meno che non emergano eventi significativi, sia positivi che negativi.

    -        Le obbligazioni governative hanno subìto un contraccolpo la scorsa settimana e i rendimenti sono cresciuti (i prezzi sono diminuiti) dal momento che sono aumentate le preoccupazioni circa deficit crescenti e sono venuti alla luce i timori relativi al default degli stati. Le azioni a livello globale hanno vissuto una settimana altalenante e tra le commodities, il petrolio e l’oro sembrano aver temporaneamente perso la loro attrattiva.

    -        Il pre-budget report è stato l’evento principale della settimana scorsa in UK. Un report che i più hanno definito una significativa delusione. I titoli di stato inglesi, nei giorni successivi hanno registrato performance inferiori rispetto a quelli degli altri paesi equiparabili.


    VIEWS

    -        La capacità di riserva dell’economia globale continua a spingere i prezzi core verso il basso (ad esclusione di generi alimentari ed energia). Il legame tra i prezzi e i profitti in calo è facilmente intuibile, e questo rende abbastanza preoccupante l’attuale livello di utilizzo delle risorse nell’economia globale.

    -        Riteniamo che l’utilizzo delle risorse globali abbia raggiunto il suo livello ciclico minimo, ma potrebbe non esercitare un’ulteriore pressione sul rialzo dei prezzi almeno per qualche tempo. Questo significa che la stima attuale sugli utili potrebbe essere messa in discussione nei prossimi mesi. Qualsiasi calo delle attese sui profitti avrebbe una ricaduta sui mercati azionari poiché farebbe sembrare forzate le precedenti valutazioni.

    -        Gli indicatori ciclici e le metriche di valutazione a lungo termine suggeriscono che la sterlina rimane sottovalutata e che dovrebbe registrare un rally. Tuttavia il profilarsi di un’elezione anticipata, combinata con una generale resistenza politica verso il consolidamento fiscale, continueranno a pesare sulla sterlina. La sterlina, quindi, non sembra destinata a recuperare in modo così deciso come suggerirebbero i fondamentali ciclici nei prossimi 6-3 mesi.

    mslworldwide.com

  • Archivio TraderNews
  • Ricerca personalizzata
    Begin Cookie Consent plugin by Silktide - http://silktide.com/cookieconsent -->