TuttoTrading.it


02/04/2008 Tassi, Bce verso un nuovo taglio all'1%? Ma la Bce si ferma all’1,25%

  • Dividendi 2022
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Gli analisti puntavano su su una riduzione all'1%, cioè su una sforbiciata di mezzo punto percentuale che avrebbe portato il costo del denaro all'1%, ossia al nuovo minimo di sempre.
    Ma gli economisti volevano anche capire quali saranno le mosse future dell'Eurotower, se Trichet avesse seguito la strada della Federal Reserve e della Banca d'Inghilterra.
    Senza tener coner conto che le diminuzioni non sono applicate regolarmente dalle banche.

    Ed ecco che arrivano le buone notizie in Italia ed in Europa per tutti i consumatori che hanno sottoscritto finanziamenti e mutui a tasso variabile. La Banca Centrale Europea ha appena annunciato una riduzione dei tassi di interesse di 25 punti base, portandoli dall’1,50% al minimo storico dell’1,25%. Trattasi di una manovra attesa dal mercato, anche se molti economisti avevano scommesso su una riduzione più corposa, pari a 50 punti base.

    Secondo Trichet, i tassi possono scendere ancora dai livelli attuali ma non si puo' pensare che la Bce porti a zero il tasso di deposito, ora allo 0,25%, secondo le dichiaraziono del presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, a margine dell' Ecofin in corso a Praga, ribadendo quanto gia' affermato ieri durante la conferenza stampa al termine della riunione del Consiglio direttivo che ha tagliato i saggi di 25 punti base. Le decisioni prese dal G20 riflettono un forte consenso globale per uscire dalla crisi.

  • Archivio BCE
  • Archivio TraderNews
  • Ricerca personalizzata