TuttoTrading.it


01/08/2008 Pil di Eurolandia in contrazione nel secondo trimestre e scarsa possibilità di aumento dei tassi

  • Dividendi 2022
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    La Banca centrale europea sarebbe pronta ad alzare ulteriormente i tassi d'interesse, a luglio al 4,25% , se le aspettative inflazionistiche dovessero aumentare ancora.

    La Banca centrale europea ha come obiettivo l'inflazione e sarà questa a determinare la politica dei tassi per cui , se le aspettative inflazionistiche dovessero riprendere slancio, i tassi potrebbero aumentare. Si tenga conto che l'economia si sta ancora indebolendo e che un aumento dei tassi avrebbe effetto soltanto fra circa 12 mesi, e che nel frattempo i prezzi petroliferi stanno scendendo. Fra gli economisti solo una piccola percentuale si aspetta un ulteriore rialzo a 4.5% per fine anno ma quasi nessuno si aspetta, invece, una riduzione dei tassi. L' attuale politica monetaria non sembra restrittiva, ma piuttosto espansiva e con un' inflazione al 4,1% e tassi al 4,25% sembra più probabile un nulla di fatto almeno fino a fine anno. Il Fondo monetario ha lanciato un monito generale alla Bce perché non aumenti ulteriormente i tassi, con quello di riferimento ora al 4.25%

    E giovedì 7 agosto la Bce dovrebbe lasciare invariato al 4,25% il principale tasso di interesse dell'Eurozona, secondo le previsioni, e questo fino alla fine dell' anno mentre per alcuni ci sono ancora margini per un aumento dei tassi entro dicembre o a metà del 2009.

  • Archivio BCE
  • Ricerca personalizzata