TuttoTrading.it


17/03/2008 Tassi USA ancora giù dello 0,25% dal 3.50% al 3.25%

  • Dividendi 2022
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    La Federal Reserve ha deciso di tagliare il tasso di sconto dal 3,50% al 3,25% e ha inoltre deciso l'aumento della durata massima dei prestiti al tasso di sconto a 90 giorni, come pure ha concesso 30 miliardi di dollari di finanziamento alla Bear Stearns, l’ultima banca Usa ad essere entrata nel vortice della crisi

    Questo, anzichè tranquillizzare i mercati, hanno moltiplicato gli allarmi moltiplicando l’allarme. Si scommette inoltre che a breve la Fed potrebbe operare un taglio ben più sostanzioso ai cosiddetti tassi di rifinanziamento (il credito alle banche appunto), portandoli dal 3% al 2 o addirittura all’1,75 ed anche questa decisione non è gradita.

    Ed ora abbiamo un tasso di sconto  del 3,25% negli Usa e del 4%  in Eurolandia, motivo  per cui l’euro continua a rafforzarsi sul dollaro e raggiunge la quota record di 1,6, il che avvantaggia gli europei che vanno inegli USA ma penalizza le esportazioni europee negli USA.

    Secondo Greespan si tratta della peggiore crisi del dopoguerra.

  • Archivio Federal Reserve
  • Ricerca personalizzata