TuttoTrading.it


10/01/2008 Bce ancora tassi fermi al 4%

  • Dividendi 2022
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Crisi e i timori di una recessione negli Usa non influenzano le decisioni della Banca Centrale Europea sui tassi di interesse: La BCE lascia invariato il costo del denaro al 4%, lo stesso livello a cui si è fermato dal giugno scorso prima della crisi dei mutui subprime Usa (quelli più soggetti alle insolvenze per mancato pagamento), il massimo da quasi sei anni. Fermi al 3% e al 5% anche il tasso sui depositi e il tasso marginale.
    Il presidente della Bce ha confermato che i rischi sui prezzi restano al rialzo e che l'istituro di Francoforte è pronto a fronteggiare questi rischi per assicurare che gli effetti di secondo livello non si meterializzino, e che la spirale di questa inflazione che deriva dal petrolio, dalle commodity e dai beni alimentari si estenda a quelli che ai prezzi di secondo livello.
    E' necessario I rischi di inflazione includono aumenti salariali piu' forti del previsto per cui è necessario monitorare gli sviluppi sui salari. Le pressioni sui prezzi provengono anche dal rialzo dei prezzi del petrolio e degli alimentari.
    Secondo Adusbef e Federconsumatori è urgente sia una diminuzione dei tassi Bce per far respirare le famiglie, sia un aumento dei salari

  • Archivio BCE
  • Ricerca personalizzata