TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 17/01/2019 A Torre del Greco dietro il caro-tassa Nu vi è l’ inciviltà dei cittadini. 120 mini-discariche di rifiuti

    Ricerca personalizzata







    Oggi, la quota di riciclata si assesta intorno al 24% con una forbice per il 2019 del 20-30% ma mancano gli ultimi dati dell' anno che devono essere ancora inseriti ma si ricorda che la percentuale di RD ha sfiorato il 50% anni fa.

    Si ricorda che decine di camion sono stati rispediti indietro, con inevitabili conseguenze in termini percentuali che riporta i dati al 2010.

    I costi, invece, sono andati alle stelle: si tratta di 13,5 milioni di euro, tre milioni di euro in più rispetto al 2012 e circa un milione di euro in più rispetto al 2017.

    Altri dati sono venuti fuori nel consiglio comunale di gennaio con 120 punti d’abbandono fuorilegge di sacchetti della spazzatura e non solo: rimuovere i cumuli non autorizzati richiede tempo e costi extra, dopo l' istituzione di una commissione consiliare d’inchiesta sul settore Nu.

    Anche i giacigli per i barboni in cui si portano materassi usati e sporchi invadono vari punti della città ma sono tantissimi i cumuli abusivi ed è legittimo anche il dubbio-sabotaggio ma fatto sta che tutto ciò poirta ad un aggravio di spese per i contribuenti, compreso il fenomeno del sacchetto selvaggio con cumuli di spazzatura lasciati in pieno giorno lungo strade e marciapiedi, lontani dai punti di prossimità previsti dal nuovo piano industriale dei rifiuti.




    Ci vorrebbe una maggiore attività di controllo e repressione degli sversamenti fuorilegge per tamponare l’emergenza rifiuti ma basta vedere l’ampiezza e i numeri del fenomeno per capire come si tratterebbe di una goccia in un mare: Il territorio di Torre del Greco si estende su 14 chilometri in lunghezza e i punti di abbandono fuorilegge dei rifiuti sono 120 e non basterebbero 10 pattuglie a turno per un’azione capillare.







    Ci vuole solo una reale presa di coscienza di tutti i cittadini, altrimenti l’emergenza rifiuti e i costi della tassa Nu sono destinati a restare alle stelle.

    29/10/2015 SACCHETTO SELVAGGIO ATTIVATI ANCHE TU!!! Fotografa e denuncia ogni irregolarità in città, al mare, nelle pinete, utilizzando l' apposita app gratuita che consente di salvare le coordinate GPS delle foto scattate

    Tutti i comuni stanno mantenendo alta la guardia sul fenomeno del sacchetto selvaggio ed in genere dello sversamento incontrollato e stanno preparando una campagna di sensibilizzazione che farà partire una nuova azione repressiva del fenomeno del sacchetto selvaggio, ma sicuramente sarà necessaria anche una nuova campagna di sensibilizzazione sull' importanza della raccolta differenziata con riferimento ai rifiuti zero di cui a Torre del Greco esiste già l' Osservatorio.

    Il controllo può prevedere anche l' utilizzazione di microcamere nascoste ed il controllo di tutte le foto e video da parte degli agenti del nucleo ambientale della polizia municipale per stanare residenti e non, intenti a depositare rifiuti (anche pericolosi e di grandi dimensioni) in luoghi e in orari non consentiti.





    A Torre del Greco stanno per scendere in campo ben 25 vigili che saranno aiutati da polizia e carabinieri per iniziare un controllo ed una sensibilizzazione su questo problema.

    Un' altra iniziativa che si sta diffondendo prevede l’utilizzo di apposite app che consentono di salvare le coordinate GPS delle foto scattate riguardanti sversamenti di ogni tipo.

    E questo permette a tutti i cittadini di raccogliere informazioni di ogni tipo ed INVIARLE AGLI ENTI PREPOSTI.

    Tutti i cittadini sono invitati a fotografare in qualsiasi momento gli incivili nell’atto di abbandonare i rifiuti in strada, girando poi le foto o i video alle autorità competenti che potranno così procedere con le identificazioni, le denunce e le eventuali sanzioni.

    Il tutto sarà facilitato con l’utilizzo di un’apposita applicazione per smartphone, scaricabile gratuitamente da Apple Store o da Google Play, che consente di inserire nelle fotografie non solo l’ora e la data in cui sono state scattate, ma anche le coordinate GPS.

    In questo modo, insomma, non solo sarà possibile identificare chi sversa abusivamente, ma si potrà anche conoscere l’esatta posizione del sito inquinato.









    A Torre del Greco vi sono già altre realtà che si attivano su queste tematiche ed altre.

    1) L' Università Verde che tratterà,  fra le altre cose, delle buone pratiche riguardanti i rifiuti, della depurazione delle acque, della balneabilità del mare.Sarà anche discusso un progetto per la rivalutazione della spiaggia il Laghetto. Si ricorda che la zona Laghetto e quella Calastro, sono risultate le migliori in assoluto in termini di balneabilità, mentre la peggiore è risultata la zona di Santa Maria la Bruna.

    2) Osservatorio Rifiuti Zero che ha iniziato una campagna cittadina per una soluzione sostenibile dei rifiuti e che ora si sta concentrando sulle proposte che possono permettere un miglioramento della raccolta ed una diminuzione della Tari.

    3) Il gruppo SALVIAMO IL NOSTRO MARE che si interessa del mare, delle spiagge, delle coste e di tutti i problemi relativi per cercare di rilanciare la litoranea.Il gruppo sta preparando una serie di iniziative per sensibilizzare i cittadini  sul problema della depurazione delle acque, dei rifiuti, degli alvei, ecc.

    Le segnalazioni da inviare agli enti preposti dovranno naturalmente riguardare anche il mare e le pinete.

    Naturalmente le segnalazioni devono essere estese alle pinete, al mare ed alle spiagge fotografando ogni tipo di abuso o irregolarità ed inviando le foto agli organi preposti.

  • Info Torre del Greco Rifiuti
  • Ricerca personalizzata