TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 02/11/2018 Divieto assoluto di conferimento dei rifiuti indifferenziati, sia negli ecopunti, sia nei siti di prossimità e su tutto il territorio cittadino per i giorni di sabato 3 e domenica 4 novembre p.v.

    Ricerca personalizzata






    Il sindaco, Giovanni Palomba, ha firmato l’ordinanza sindacale n. 763 con la quale viene fatto divieto assoluto di conferimento dei rifiuti indifferenziati, sia negli ecopunti, sia nei siti di prossimità e su tutto il territorio cittadino per i giorni di sabato 3 e domenica 4 novembre p.v.

    Il ciclo integrato di conferimento dei rifiuti risente di particolari e forti criticità, in quanto la possibilità di conferire extra allo stir di riferimento, è attualmente impossibile.

    Si noti anche che il deposito incontrollato di rifiuti potrebbe esporre a potenziali rischi per la sicurezza e la salute dei cittadini, e, non da ultimo dalla necessità di assicurare un decoro della città, impedendo qualsiasi forma di inquinamento e di di deterioramento dell’ambiente.





    Ed è per questo che è stato istituito il Divieto assoluto di conferimento dei rifiuti indifferenziati, sia negli ecopunti, sia nei siti di prossimità e su tutto il territorio cittadino per i giorni di sabato 3 e domenica 4 novembre p.v.

    Si specifica, altresì, che è vietato, sull’intero territorio, abbandonare e depositate rifiuti di qualsiasi genere sul fondo e nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee, e comunque, in luoghi diversi da quelli stabiliti per la raccolta differenziata.







    “Quella dei rifiuti”, spiega il sindaco Giovanni Palomba in un comunicato stampa “è una criticità seria e pericolosa per l’intera città. Siamo pienamente consapevoli dello stato dell’arte che è sotto gli occhi di noi tutti. Ciò non può, tuttavia, distrarci dal seguire i passi amministrativi e procedurali più opportuni, in piena trasparenza e legalità. Stiamo intervenendo, per cercare di risolvere in modo definitivo questa intricata e spinosa questione, per restituire decoro e dignità alla nostra città”.

    Gli eventuali trasgressori, infatti, saranno puniti con sanzioni amministrative pecuniarie da 300 euro a 3 milioni di euro.

  • Ordinanza n.1089 del 24/11/2018

  • Info Torre del Greco
  • Ricerca personalizzata