TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 08/02/2016 Dopo i centri di raccolta, arrivano i mini-centri di raccolta

    Ricerca personalizzata






    Per ridurre il numero dei sacchetti selvaggi nella strade, il comune acquista altri 40 cassoni con lo scopo di creare altri centri di raccolta o per meglio dire dei mini-centri di raccolta che niente hanno a che vedere con le isole ecologiche che a Torre del Greco sono inesistenti. Lo scopo dovrebbe essere quello di ridurre il numero dei sacchetti nelle strade almeno in alcuni punti della città dove non sarà più possibile depositare i rifiuti per terra.

    Insomma, invece di studiare un' alternativa seria alla raccolta dei rifiuti, il comune continua con la pratica dei centri di raccolta dopo la sospensione intimata dalla procura della Repubblica Dopo aver aderito cinque anni fa al protocollo RIFIUTI ZERO che prevede isole ecologiche a norma e raccolta porta a porta, il comune continua a seguire una strada diversa, quella dei centri e mini-centri di raccolta.






    COME DOVREBBE ESSERE  FATTA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

    Esiste un solo tipo di raccolta differenziata dei rifiuti, quello previsto dal modello “rifiuti zero” che può essere davvero perseguito con opportune scelte politiche e con le facilitazioni per il recupero di materia. per arrivare a differenziare e recuperare TUTTO, azzerando finalmente il ricorso alla discarica. Per conoscere il percorso, basta guardare la tabella riportata, RIFIUTI ZERO in 10 mosse che prevede all' inizio la raccolta "porta a porta" che potrà poi essere sospesa dopo 10/20 anni quando tutti si saranno abituati  a differenziare e si potranno rimettere i cassonetti mentre le isole ecologiche  devono essere completamente chiuse come quelle previste dal piano di Raccolta differenziata Porta a Porta approvato in giunta comunale il 17 dicembre del 2012.









    I cassoni saranno posizionati nelle prossime ore nella parte bassa della città, per esempio a via XX Settembre, San Giuseppe alle Paludi, via Calastro, rione Raiola, piazzale Cento Fontane, via Luise, piazzale Riscatto Baronale.

    Questo il comunicato stampa del comune:

    Arrivano in città le mini isole ecologiche. Da mercoledì 10 febbraio i centri di raccolta in miniatura (tutto l’occorrente per una corretta raccolta differenziata ma in spazi ridotti) saranno attivi nella parte bassa della città. I cassoni saranno posizionati nelle prossime ore in particolare a via XX Settembre, San Giuseppe alle Paludi, via Calastro, rione Raiola, piazzale Cento Fontane, via Luise, piazzale Riscatto Baronale.

    “Si tratta – spiega l’assessore all’Ambiente, Salvatore Quirino, che ha seguito la questione per conto dell’amministrazione guidata dal sindaco Ciro Borriello – di un primo passo per dotare le aree non servite dai grandi centri di raccolta dei rifiuti differenziati, di uno strumento che nelle altre zone della città ha dato buoni risultati. Non a caso, la percentuale di raccolta differenziata risulta stabilmente sopra il 55%. Un dato che contiamo di migliorare proprio con la progressiva installazione delle mini isole ecologiche”.

    In tutto saranno una quarantina i cassoni che verranno posizionati in giro per la città, in spazi appositamente individuati dai responsabili dell’ufficio comunale anche con rilievi fotografici: “Abbiamo deciso di partire con le mini isole ecologiche – prosegue l’assessore all’Ambiente – perché dalla nostra abbiamo un dato importante: il 75% dei rifiuti recuperati ogni giorno arriva proprio dai centri di raccolta. A dimostrazione che i cittadini, nella stragrande maggioranza dei casi, preferiscono conferire nelle isole ecologiche invece di usufruire della raccolta di prossimità”.

    “Inizialmente – conclude Quirino – le nuove mini isole ecologiche verranno sorvegliate dagli agenti di polizia municipale e da guardie ambientali. L’obiettivo è quello di dare supporto ai cittadini e al tempo stesso evitare che ci siano irregolarità di qualsiasi genere. È ovvio che, nelle strade servite dalle mini isole ecologiche, non sarà più consentito depositare a terra alcun tipo di rifiuto, mentre presso i centri di raccolta il conferimento sarà autorizzare 24 ore su 24”.

  • Info Torre del Greco Rifiuti
  • Ricerca personalizzata