TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 13/05/2015 La raccolta differenziata sale al 53,5%. Parte il compostaggio domestico. Le obiezioni degli attivisti

    Ricerca personalizzata





    L’ amministrazione dichiara di voler mettere in campo delle strategie per portare la raccolta differenziata al 65% ma questo significherebbe raggiungere per i prossimi otto mesi una percentuale del 76%, che non sembra compatibile con una raccolta a mezzo i centri di raccolta.

    Raccolta differenziata al 53,5% con un risparmio stimabile di 800mila euro l’anno sul costo del servizio di smaltimento dei rifiuti, risparmio che consentirà una riduzione della Tarsu per i cittadini di Torre del Greco. Si parla di un risparmio del 6% già a partire da quest' anno. Poi sono state presentate le varie strategie messe in atto per migliorare la raccolta.





    Il sindaco in particolare ha focalizzato la proprio attenzione sugli eco-punti: “Ovvero sul sistema di premialità per chi porta agli addetti incaricati i ‘rifiuti nobili’ ricevendo dei punti che permettono di risparmare soldi sugli acquisti nei negozi convenzionati. Attualmente il servizio è attivo solo nei pressi dell’isola ecologica di La Salle, ma fra poco partiranno altri due centri presso gli ex molini meridionali Marzoli e nel mercato ortofrutticolo di viale Sardegna.

    Sono state poi presentate le compostiere domestiche che permetteranno di realizzare agevolmente il compostaggio domestico con un risparmio del 30% sul costo totale della Tarsu.







    Si deve acquistare in proprio una compostiera anche a meno di 100 euro e iscriversi in un apposito albo. Si sta cercando, insomma, di creare un modello di raccolta da sottoporre all’attenzione dell’intero Ato rifiuti”.

    E' stato mostrato il manifesto che tra pochi giorni sarà affisso in città con la nuova percentuale di raccolta differenziata del solo mese di aprile, spiegando nel dettaglio anche l’uso delle compostiere domestiche,

    Sulle compostiere, infine, il sindaco ha ricordato come “un’iniziativa analoga a quella promossa per i cittadini, è stata avviata anche per le utenze non domestiche, con costi ovviamente più elevati visto che gli esercizi si devono dotare di compostiere industriali. Finora solo l’hotel Poseidon l’ha fatto, con riscontri che risultano essere più che interessanti”.


    Durante la discussione finale, sono stati chiariti vari altri punti.

    I centri di premialità organizzati dovevano essere quattro, oggi si è detto che ne è in funzione uno solo a La Salle e che altri due sarebbero stati messi in funzione, quello di viale Sardegna ed ai Mulini Marzoli. Ne dovrebbe essere in funzione un altro dai fratelli Balsamo.

    E' stato chiarito che i 200.000 euro di fondi provinciali non sono poi arrivati per cui le compostiere devono essere pagate.

    Fra le tante notizie quella che i rifiuti dello spazzamento e cimiteriali saranno differenziati dalla ditta per recuperare altro materiale, mentre le buste saranno distribuite anche dai comitati di quartiere.

    In attesa della costruzione di un' isola ecologica a norma in viale Sardegna, funzionerà un' isola ecologica pressi i fratelli Balsamo.

    Molte domanda sul compostaggio domestico per i quale l' Osservatorio Rifiuti Zero sta provvedendo a preparare dei formatori che dovranno istruire i cittadini al compostaggio domestico.

    E' stato fatto osservare che solo la raccolta porta a porta permette di raggiungere grossi traguardi e una raccolta con tante isole ecologiche non a norma è destinata a fermarsi ma è stato obiettato che l' appalto non può essere modificato se non alla scadenza.

    I membri dell' Osservatorio Rifiuti Zero si sono lamentati che a distanza di tre mesi dalla delibera, non sia ancora stata messa a disposizione la sede in viale Sardegna.

    Lamentele anche per la delibera sull' Usa e Getta che non viene discussa per essere poi approvata.

    Per venerdì i membri dell' Osservatorio si vedranno con la dirigente per l' ambiente per chiarire alcune cose sospese.

    Per gli altri interventi accennati anche durante l' assemblea dell' Osservatorio, l' inizio dei lavori per la discarica abusiva di via Circumvallazione è previsto per lunedì quando sarà prevista anche la chiusura al traffico, mentre per il parco Loffredo al Bottazzi, ancora difficoltà per ottenere il parco in comodato d' uso e poter iniziare i lavori previsti.

    Alla fine della discussione è stato accennato a come dovrebbe essere fatta la raccolta differenziata.

    COME DOVREBBE ESSERE  FATTA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

    Esiste un solo tipo di raccolta differenziata dei rifiuti, quello previsto dal modello “rifiuti zero” che può essere davvero perseguito con opportune scelte politiche e con le facilitazioni per il recupero di materia. per arrivare a differenziare e recuperare TUTTO, azzerando finalmente il ricorso alla discarica. Per conoscere il percorso, basta guardare la tabella riportata, RIFIUTI ZERO in 10 mosse che prevede all' inizio la raccolta "porta a porta" che potrà poi essere sospesa dopo 10/20 anni quando tutti si saranno abituati  a differenziare e si potranno rimettere i cassonetti mentre le isole ecologiche  devono essere completamente chiuse come quelle previste dal piano di Raccolta differenziata Porta a Porta approvato in giunta comunale il 17 dicembre del 2012.


  • Dieci passi verso Rifiuti Zero anche a Torre del Greco

  • 08/09/2013 Consigli sulla raccolta differenziata a Torre del Greco a TDG


  • Info Torre del Greco Rifiuti
  • Ricerca personalizzata