TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 05/11/2015 Nel 2016 potrebbe tornare la festa dei Quattro Altari

    Ricerca personalizzata





    Il comitato Festa dei Quattro Altari aveva lanciato un grande evento per discutere, nella sede dell' associazione Terra Mia, di tutto quanto è necessario per organizzare, dopo 7 anni di sospensione, la Festa dei 4 Altari.

    Ed i cittadini, le associazioni, le scuole hanno risposto affermativamente facendo partecipare un loro rappresentante ma altri organi, come l' istituto Degni, hanno espresso il loro desiderio di voler aderire all' iniziativa, per una voglia generale di riscatto che va al di là della festa da organizzare.





    Uno scambio proficuo di opinioni che ha convinto tutti sulla fattibilità della festa già a partire dal 2016.

    Due i problemi fondamentali evidenziati:

    1) la mancanza di artisti in quanto alcuni dei vecchi artisti non si possono impegnare ed allora la decisione di creare un gruppo di giovani artisti fra i quali scegliere.

    2) il problema economico poichè il comune non ne vuole sapere. Visto che la festa è dei cittadini, si è pensato ad una lotteria con la vendita di un primo biglietto da 5 euro con il quale si spera di ricavare la metà dell' importo necessario ed altre lotterie di costo minore per ricavare la somma rimanente, con l' aiuto anche di eventuali sponsor

    Tante le associazioni presenti anche non del centro, scuole che sono particolarmente interessate al progetto, attivisti vari, tutti a discutere su come fare per organizzare un grandissimo evento per riportare la Festa ai suoi antichi splendori per inserirla nel grande progetto globale di RILANCIO DI TORRE DEL GRECO. L' evento dovrà portare alla ribalta anche altri problemi da risolvere, come quello dell' ospedale Maresca, delle bellezze storiche abbandonate (si è accennato ad esempio a Villa Sora).

    E' la più importante festa di Torre del Greco ed è nata come celebrazione dell'Eucarestia, ossia di Cristo vivente e realmente presente sotto le apparenze del pane. Essa trae infatti origine dalla solennità del Corpus Domini, istituita da Urbano IV nel 1264, che celebrava il miracolo dell'ubiquità dell'Eucarestia. Infatti per favorire la diffusione del Corpus Domini, in occasione della sua celebrazione, fu introdotta in tutte le Diocesi la processione eucaristica. Le prime notizie di tale processione a Torre del Greco risalgono al XVI secolo: documenti ufficiali dimostrano che si tenevano due processioni, una nel giorno del Corpus Domini, l'altra otto giorni dopo. Quest'ultima coincideva con la cosiddetta "Festa dei 4 Altari", che ancora oggi gli anziani la chiamano "'a Festa 'e l'uttava".

    Video di presentazione

    La Festa del 1997 ed altre: Alzabandiera, altari, tappeti

    Comitato Festa dei Quattro Altari







    La Festa dei Quattro Altari (a festa r'i quatto ardari o a festa 'i ll'uttava)

    La Festa del 4 Altari ricadeva nell'ottava giornata dopo il Corpus Domini e per questo veviva anche chiamata "Festa dell'Ottava" (A festa 'i ll'uttava).

    Si racconta che nel corso della giornata del "Corpus Domini" del 1699, il popolo torrese a fronte di enormi sforzi economici e notevoli sacrifici, acquisiva il territorio cittadino dal nobile Marchese di Monforte. Per quanto detto, in occasione dei festeggiamenti, per la raggiunta nuova condizione civico-sociale della città, che ebbero luogo nell'ottava giornata dopo il Corpus Domini, per poter dare più importanza e solennità alla festa e per dimostrare lo stato di perdurante ricchezza della popolazione torrese, in quattro punti importanti della città, come di seguito indicato, vennero costruiti quattro altari ovvero "are":

    Le cose in realtà sarebbero ben diverse perchè a Torre non vi è mai stato un barone ma solo delle signorie.

    il primo di questi altari sorgeva, sotto "a la ripa" ovvero nell'attuale Via Principal Marina, presso quello che viene definito "Largo di Pezzettella". Il detto altare risultava chiaramente

    visibile da Via Noto, da Piazza Santa Croce e da Via Comizi;

    il secondo sorgeva nella via dei commercianti, poi diventata via Roma, angolo via Salvator Noto;

    il terzo veniva eretto, nella piazza più antica di Torre del Greco, ovvero Piazza Luigi Palomba; il quarto, il più popolare, in corso Umberto I ('ncoppa â Guardia).

    Il primo citato era identificato come " Ardare 'i fravica (di fabbrica)", in quanto veniva realizzato totalmente in muratura di "fabbrica" e con la tecnica dell'affresco, autorevoli artisti locali, in tutte le epoche, venivano chiamati ad affrescare soggetti relativi alla cultura locale e religiosa.

    DALLE ORIGINI AD OGGI LA FESTA DEI QUATTRO ALTARI I DALLE ORIGINI AD OGGI LA FESTA DEI QUATTRO ALTARI II DALLE ORIGINI AD OGGI LA FESTA DEI QUATTRO ALTARI III

  • Info Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata