TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/03/2015 L' Osservatorio Rifiuti Zero di Torre del Greco discute della raccolta "porta a porta"

    Ricerca personalizzata





    All' assemblea si è parlato del piano di raccolta porta a porta che fu approvato dalla giunta comunale a dicembre del 2012 ma che non si riuscì a portare in consiglio comunale per le dimissioni del sindaco e l' arrivo del commissario prefettizio.





    Questa è la presentazione in sintesi della raccolta "porta a porta" che poteva partire nel 2014:

    Il progetto prevedeva la raccolta domiciliare dei rifiuti, la raccolta dei rifiuti dalle isole ecologiche, spazzamento e lavaggio strade, diserbo, pulizia spiagge, ecc.







    La città sarebbe stata suddivisa in tre macroaree ed in ognuna si sarebbero raccolte 1-2 frazioni diverse da zona a zona al giorno. La raccolta sarebbe stata simile a quella che vi era prima delle isole ecologiche. Vi sarebbero poi delle isole ecologiche completamente chiuse, videosorvegliate e con ingresso a mezzo tessera sanitaria con premialità a chi conferisce rifiuti meglio differenziati. Si prevede un' attenzione particolare per l' umido..

    Per favorire ed avviare un processo di premialità verso i cittadini, erano previste nel piano 4 isole ecologiche. Le aree, opportunamente distribuite, oltre ad essere videosorvegliate sarebbero state necessariamente chiuse con accesso consentito tramite lettura della tessera sanitaria che avrebbe detta duplice funzione. La raccolta porta a porta poteva essere domiciliare oppure di prossimità (per esempio alla fine di una traversa): l' umido, l' indifferenziato ed il vetro sarebbero raccolti in bidoncini mentre la plastica e la carta in buste, con deposito in certi giorni..

    INCENTIVARE IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO.

    Anche il comune di Torre del Greco dovrebbe adeguarsi per incentivare il compostaggio per ridurre i rifiuti a monte:era prevista la fornitura di n° 500 kit per compostaggio domestico, i quali sarebbero assegnati ad altrettanti nuclei familiari dotati di un piccolo orto o giardino. In alternativa sarebbe concesso uno sconto sulla bolletta.

    Nell' assemblea odierna si è discusso esclusivamente del primo punto all' ordine del giorno che riguardava la delibera approvata in giunta a dicembre del 2012, discussa anche nel corso del 2013 per poter essere portata in consiglio comunale per l' approvazione, cosa di cui non si parlò più perchè si ebbero le varie dimissioni del sindaco di allora che portarono alla venuta del commissario prefettizio.

    E' stato presentato il piano completo per la raccolta porta a porta proprio dall' autore del progetto che ha spiegato esaurientemente i vari punti del programma.

    1) gli obiettivi vigenti in materia

    2) gli obiettivi futuri

    3) le schede di analisi

    4) la sintesi del progetto

    5) la premialità attraverso i conferimenti di prossimità

    6) la campagna informativa e gli strumenti della comunicazione

    6) La prevenzione per ridurre la produzione dei rifiuti

    7) il compostaggio domestico

    8) il progetto definitivo

    9) le risorse impiegate

    10) costi e ricavi

    11) quadro economico riepilogativo

    11) cronoprogramma

  • Info Rifiuti Zero
  • Ricerca personalizzata