TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics




    eXTReMe Tracker




    contatore visite
  • 22/02/2015 La raccolta differenziata e la regola delle 6R

    Ricerca personalizzata





    La Raccolta Differenziata si definisce come la “Raccolta idonea a raggruppare i rifiuti urbani in frazioni merceologiche omogenee destinate al riutilizzo, al riciclaggio e al recupero di materia prima”secondo il Decreto Legislativo n. 152 del 3 Aprile 2006.





    La separazione dei materiali e il loro posizionamento in contenitori diversi tra loro permette l’omogeneizzazione dei materiali da conferire alle filiere di recupero che, a loro volta e dopo un processo di selezione e vagliatura, trasformano i rifiuti in materia ‘prima seconda’ dando loro nuova vita.

    Un vantaggio, dunque, di tipo ambientale che evita l’utilizzo di materie prime per realizzare nuovi prodotti: ad esempio dalla raccolta differenziata della carta è possibile creare carta riciclata, evitando così l’utilizzo delle materie prime, quali cellulosa, ecc., necessarie a produrre carta.







    La differenziazione dei rifiuti permette anche di ridurre la quantità di scarti da conferire e smaltire in discariche o inceneritori riducendo la vita dei materiali e producendo poi delle ceneri difficili da smaltire.

    Da oltre 20 anni si sta parlando di una regola delle 3R per memorizzare e spiegare a tutti, le parole da ricordare; le R sono poi aumentate creando la regola delle 6R.

    1) Ridurre. Questa è diventata la parola più importante e dobbiamo impegnarci tutti a ridurre all’origine i rifiuti, ricordando che il miglior rifiuto è sempre quello che non si produce: meno consumi, meno rifiuti. Per questo, è opportuno scegliere i prodotti con meno involucri o meno imballaggi e che durino il più a lungo possibile. Ma per ridurre la quantità di rifiuti si possono seguire tanti altri comportamenti virtuosi che l' Osservatorio Rifiuti Zero di Torre del Greco ha riepilogato in questa tabella

  • La riduzione dei rifiuti

  • Tutto sul Compostaggio

    2) Riparare. Molti oggetti possono ancora essere utilizzati dopo averli riparati e da qui l' importanza di creare un centro di riparazione e riuso come proposto dall' Osservatorio Rifiuti Zero di Torre del Greco.

    3) Riusare. Molti oggetti che non si usano più possono essere utilizzati da altri e da qui i tanti mercatini di compra-vendita o del baratto. Naturalmente dopo eventuale riparazione.

  • Centro di riparazione e riuso

  • Raccolta degli ingombranti e dei rifiuti speciali

    4) Riciclare. Per riciclaggio dei rifiuti, nell'ambito della gestione dei rifiuti, si intende l'insieme di strategie e metodologie volte a recuperare materiali utili dai rifiuti al fine di riutilizzarli anziché smaltirli direttamente in discarica e inceneritori. Il riciclaggio previene dunque lo spreco di materiali potenzialmente utili garantendo maggiore sostenibilità al ciclo di produzione/utilizzazione dei materiali, riduce il consumo di materie prime, l'utilizzo di energia e l'emissione di gas serra associati.

    5) Risparmiare energia. L' applicazione delle prime 4R permette un bel risparmio energetico e grandi vantaggi per l’ambiente.

    6) Risparmio economico. L' applicazione delle prime 4R permette un grande risparmio economico RECUPERA (energia) = per realizzare i prodotti che consumiamo viene impiegata molta più energia elettrica, per questo, ridurre i consumi e recuperare i materiali il più possibile comporta un bel risparmio energetico e grandi vantaggi per l’ambiente.

  • Info Rifiuti Zero
  • Ricerca personalizzata