TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 01/01/2015 Primi sei mesi di rifiuti zero a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata





  • La raccolta differenziata - quando e come depositare i rifiuti a Torre del Greco

  • 11/02/2015 Si ritorna alla raccolta porta a porta zonale accanto alle attuali isole ecologiche
    A Torre del Greco si incrementa il numero delle isole ecologiche attuali completamente aperte che passa di nuovo a 15, ma si tratta di isole difficili da controllare, associate ad un porta a porta di posizione...

  • 08/09/2013 Consigli sulla raccolta differenziata a Torre del Greco a TDG

  • 05/01/2015 Osservatorio Rifiuti Zero dal 2015

  • 01/01/2015 Primi sei mesi di rifiuti zero a Torre del Geco al 2015


  • 05/01/2015 Verbale assemblea Osservatorio Rifiuti Zero Torre del Greco

    1) Ancora un rimando nella partenza del porta a porta sperimentale a Torre del Greco. Le due date del 2 gennaio per l' inizio dell' informazione ai cittadini e del 7 gennaio per l' inizio della raccolta porta a porta domiciliare, vengono ancora spostate al 7 gennaio ed al 15 gennaio.

    2) Finalmente viene organizzata anche l' informazione ai cittadini con due gazebi nelle due zone interessate ed a domicilio. Rimane confermato il ritiro delle sole tre frazioni nobili, vetro-carta-plastica e metalli, mentre per l' umido e l' indifferenziato continuerà il deposito a terra nelle vecchie aree della raccolta differenziata del 2011. L' indifferenziato sarà portato ancora a Tufino mentre l' umido viene portato fuori regione.

    3) La Ego Eco continuerà il servizio attuale con le isole ecologiche in tutte le zone di Torre escluse le zone di via Cimaglia e Cento Fontane dove ritirerà solo l' umido e l' indifferenziato. Riducendosi il lavoro, è prevista anche una riduzione del compenso.

    4) ATTENZIONE! Le ditte incaricate per il servizio di porta a porta non saranno remunerate dal comune anzi riconosceranno un bonus sia al comune sia ai cittadini più virtuosi cioè a quelli che differenziano bene. Coloro che non differenziano bene, saranno esclusi dal servizio di porta a porta e non saranno remunerati.

    5) Viene ancora rimandato il progetto delle compostiere essendo venuti a mancare i fondi. E' stato chieste di mettere a disposizione delle compostiere i primi fondi disponibili quest' anno, per l' acquisto di compostiere piccole e grandi.

    6) I locali del mercato ortofrutticolo saranno destinati alle politiche sociali. Uno di questi locali sarà messo a disposizione dell' Osservatorio entro una settimana e sarà possibile arredare la sede per le prossime assemblee.

    7) Usa e getta nei locali pubblici: è stata appena data disposizione per un decreto sindacale atto per poter regolamentare questa pratica dannosa.

    8) Raccolta dei toner: sono state avviate le raccolte presso i grandi utilizzatori: centri comunali, scuole elementari, caserme, MAXI villa comunale ma a richiesta possono essere approntati altri centri di raccolta. I cittadini possono rivolgersi ai centri di raccolta dove si ritirano le buste per la spazzatura.

    01/01/2015 Evento assemblea del 5 gennaio

    Dopo l' ultima assemblea a scarsa partecipazione e dopo l' assembea ultima annullata, l' osservatorio rifiuti zero ha indetto un' assemblea urgente in quanto sono tantissimi i problemi di cui discutere con la partenza del porta a porta sperimentale e la decisione imminente del Tar.

    1) scarsa partecipazione da parte delle istituzione, della ditta della raccolta dei rifiuti e delle associazioni.

    2) ritardo della comunicazione riguardante la sede che deve essere messa a disposizione dell' osservatorio, di armadietti, del libro dei verbali, ecc.

    3) Dopo l' elezione del presidente, si dovrebbe continuare con la costituzione degli organismi operativi e dipartimentali, sperando nella presenza dei rappresentanti del comune e della ditta Ego Eco.

    4) Per quanto riguarda i cinque punti proposti, sarebbe necessario costituire dei dipartimenti formati da gruppi di persone che si impegnano a portare avanti un' azione.







    5) All' assessore Quirino sarà proposto di accelerare la questione riguardante le compostiere ed altre proposte tipo l' eliminazione dell' usa e getta, in quanto di queste azioni non si è saputo più niente. Si ricorda che è pronto un progetto simile che dovrebbe essere realizzato nelle scuole con l' inizio del nuovo anno scolastico.

    6) Continuare a seguire anche tutte le questioni che riguardano i costi del servizio, le quantità raccolte ed i compiti dell' EdilCava in quanto vi sono segnalazioni che riguardano il mancato ritiro di elettrodomestici e le difficoltà create nel ritirare lampade esauste che sono rifiuti speciali.

    7) Un discorso a parte andrebbe fatto sul modo di lancio del porta a porta, sulla mancanza assoluta di organizzazione e di informazione. Da mettere sotto controllo le due ditte RECOERO CAIVANO e A2G CAMPOBASSO per capire il servizio offerto che comprenderebbe solo le frazioni differenziate lasciando fuori l' umido e l' indifferenziato.

    01/01/2015 PORTA A PORTA - ASSEMBLEA URGENTE DELL' OSSERVATORIO RIFIUTI ZERO TORRE DEL GRECO PER IL GIORNO 5 GENNAIO ALLE ORE 15 A PALAZZO BARONALE

    L' Osservatorio Rifiuti Zero di Torre del Greco ha indetto per il giorno 5 gennaio 2015 alle ore 15 un' assemblea urgente alla quale parteciperanno naturalmente anche le istituzioni per fare il punto sulle azioni che si stanno portando avanti, con particolare riferimento all' inizio della raccolta porta a porta nella zona porto e nella zona vesuviana: dal 2 al 7 dicembre è prevista una grande campagna di informazione, censimento e sensibilizzazione dei cittadini a questo nuovo tipo di raccolta. Dal 7 gennaio è previsto l' inizio della raccolta domiciliare vera e propria. Si pregano tutti i cittadini, le associazioni ed i comitati di informarsi anche tramite il gruppo dedicato dell' Osservatorio su cui sono riportate tutte le informazioni.

    Le Social Street fanno parte, dal primo giorno, del Comitato Promotore Rifiuti Zero e, sempre dal primo giorno, dell' Osservatorio Rifiuti Zero.







    11/12/2014 Incontro Osservatorio Rifiuti Zero

    (in attesa del verbale ufficiale) Hanno partecipato per la prima volta anche GAV, Bricolage, i comitati di quartiere di Leopardi e Cappella Carotenuto.

    E' stato fatto un riepilogo del lavoro già svolto poi si è proceduto alla votazione del presidente dell' osservatorio, Giovanni Caracciolo, e non si è potuto andare avanti con la costituzione degli organismi operativi e dipartimentali per la mancanza dei rappresentanti del comune e della ditta Ego Eco.

    E' stato chiarito che il sindaco ha chiesto il parere alla prefettura per poter continuare il vecchio appalto con un' altra ditta ma è stato proposto di vedere se vi è la possibilità di indire direttamente un nuovo bando.

    All' assessore Quirino sarà proposto di accelerare la questione riguardante le compostiere ed altre proposte tipo l' eliminazione dell' usa e getta.

    Il porta a porta sperimentale è stato rimandato al 15 gennaio dopo la decisione del Tar.

    Per le informazioni sono stati ricordati il sito My Sir ed il Borsini dei Rifiuti.



    Da chiarire alcuni punti, per esempio il fatto che risultano recuperati dal comune solo 96.000 euro contro i 728.000 che risultano da My Sir. Altri dati si possono vedere dalla determina del 15 novembre 2011 e l' aggiunta del 2013 per l' aumento di 70.000 euro al mese. Per l' umido risulta una spesa di 1,2 milioni di euro, per l' indifferenziato 22 milioni di tonnellate, carta e plastica vengono portati a Scafati per l' utilizzo, la gestione degli ingombranti spetta all' Edil Cava.

    La Edil Cava non ritira elettrodomestici e fa difficoltà anche con le lampade.

    04/12/2014 Costituzione osservatorio rifiuti zero Verbale N1

    il giorno 4 dic 2014 si è riunita l'assemblea costituente per l'osservatorio rifiuti zero,

    E' stata data lettura allo statuto ed in seguito è stato approvato.

    E' stata data lettura delle entità che hanno presentato dichiarazione d'interesse a partecipare all'osservatorio.

    Si è deciso di riconvocare ogni riunione tramite email e tramite comunicazione del sito istituzionale del comune .

    A conclusione della riunione i è deciso di convocare la prossima riunione per Giovedi 11 ore 15.30 presso la sala giunta di palazzo Baronale con il seguente ordine del giorno:
    Costituzione organismi operativi e dipartimentali.
    L'ordine dle giorno della prossima riunione sarà come deciso in riunione:

    L'approvazione delle prime 5 proposte formulate nelle riunioni preliminari.

    Eventuali e varie

    04/12/2014 Costituito l' Osservatorio Rifiuti Zero a Torre del Greco

    E' stato costituito l' Osservatorio Rifiuti Zero a Torre del Greco con la lettura e l' approvazione dello statuto definitivo che permetterà finalmente di costituire gli organismi operativi e dipartimentali e questo permetterà all' Osservatorio di diventare operativo. Da oggi in poi sarà redatto anche un verbale ufficiale che sarà esposto anche on line.

    Sono state riportate nel verbale le 10 associazioni che hanno confermato per ora la loro adesione ma altre entità potranno entrare in corso d' opera per rendere il gruppo quanto più operativo possibile, si è deciso per il futuro di fare la convocazione a mezzo e-mail e con la pubblicazione sul sito del comune.

    Sono stati accennati alcuni punti da discutere con priorità, quali l' eliminazione dell' usa e getta con ordinanza sindacale come emergenza e sull' importanza che potrebbe avere l' istituzione del Decoro Urbano con richiesta da presentare come Osservatorio.

    Si è venuti a conoscenza che il comitato di quartiere Contrada Leopardi di via Nazionale 793 ha indetto un' assemblea per il 9/12 presso la scuola paritaria Buon Consiglio in viale Europa per discutere dell' eventuale installazione di un' area mercatale in via Nazionale a Leopardi.

    L' assemblea ha deciso di riunirsi giovedì 11 dicembre alle ore 15,30 in sala giunta al palazzo baronale per la costituzione degli organismi operativi e dipartimentali e successivamente per l' approvazione definitiva dei 5 punti proposti, una sede definitiva nei pressi dell' area mercatale, la richiesta di implementazione del Decoro Urbano.
    Comitato promotore della proposta “Ricomincio da (Rifiuti) Zero: f(d)atti da fare”.

    03/12/2014 Proposta di Statuto aggiornato dell’ Osservatorio “Rifiuti Zero” di Torre del Greco.

  • Statuto Aggiornato

    27/11/2014 Verbale assemblea Osservatorio Rifiuto Zero. La raccolta rifiuti doveva passare ai fratelli Balsamo ma la Ego Eco ricorre al Tar e viene tutto rimandato al 15 gennaio

    Sono state esaminate le partecipazioni da parte delle società e comitati di quartiere e sembra che ne siano una ventina con una presenza di molte facce nuove e soprattutto di un grande esperto dei rifiuti zero, il prof. Matrone di Zero Waste Italy (https://www.facebook.com/zerowasteitaly, http://zerowasteitaly.blogspot.it/, https://www.facebook.com/ZeroWasteCampania), che ha appena proposto al nostro comune Parte dall’area vesuviana il progetto Scuola Zero Waste/Rifiuti Zero.

    La seduta è stata aggiornata a giovedì 4 dicembre ancora in sala giunta mentre per i lavori dell' Osservatorio si sta pensando di scegliere una sede comunale di Santa Maria la Bruna mentre per le assemblee dell' Osservatorio si parla di una frequenza mensile. L' ufficio stampa preparerà un comunicato stampa ed i manifesti per avvertire tutti i cittadini a partecipare.

    Sono stati illustrati tutti i punti già discussi ed in corso di avvio:

    Fondi del caffè, progetto già approvato per la crescita dei funghi

    Raccolta toner dei grandi utilizzatori

    Compostaggio: sta per partire il servizio condominiale

    Riduzione dell' usa e getta

    Recupero spinto dell' olio domestico

    Compostiere nelle scuole

    Si è discusso della consegna dei prodotti differenziati che vanno al Conai (vetro, carta, plastica, metallo) mentre l' umido e gli ingombranti sono consegnati all' Edil Cava e non se ne riesce a seguire il percorso.

    A partire da questa settimana, il servizio di raccolta doveva passare alla ditta Balsamo mentre per due zone, zona vesuviana e zona porta, doveva partire il servizio sperimentale di porta a porta rimandato a gennaio.

    27/11/2014 Servizio di smaltimento dei rifiuti a Torre del Greco. Risolto il rapporto con la ditta Ego Eco

    Risolto il rapporto con la ditta Ego Eco . Queste le contestazioni “Gravi irregolarità o deficienze riscontrate nello svolgimento dei servizi in appalto che abbiano arrecato o possano arrecare danni al Comune di Torre del Greco , qualora non siano state eliminate nei modi e termini prefissati dal Comune nella lettera di contestazione; reiterata inosservanza nel tempo delle prescrizioni fornite per iscritto dal Comune di Torre del Greco relativamente alle modalità di esecuzione dei servizi;gravi violazioni degli obblighi facenti capo all’appaltatore … tali da incidere sull’affidabilità dell’impresa nella prosecuzione del servizio”.

    Sono queste le tre cause richiamate dall’articolo 29 del capitolato speciale d’appalto relativo al servizio di raccolta dei rifiuti in città e contestate alla ditta che si occupa dello smaltimento della spazzatura, la Ego Eco, che hanno indotto l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello a procedere alla “risoluzione immediata per colpa dell’impresa appaltatrice”, contratto che doveva durare fino a inizio novembre 2016.

    Le controdeduzioni del legale della ditta, l’avvocato Gherardo Marone, non sono state ritenute valide per cui con un’apposita determinazione dirigenziale il segretario generale e dirigente ad interim del settore Ambiente ha quindi proceduto “alla dichiarazione di risoluzione per grave inadempimento” con valutazione di tutti gli effetti ulteriori.

    Ma quali sono i punti che non hanno prodotto l’inevitabile risoluzione del rapporto? Li si evincono da un verbale allegato alla determina e firmata sempre da Anna Lecora, che risponde così alle controdeduzioni prodotte nei giorni scorsi dalla Ego Eco come da verbale.

    21/11/2014 Parte dall’area vesuviana il progetto Scuola Zero Waste/Rifiuti Zero.

    Un progetto educativo che coinvolgerà, passo dopo passo, tutte le scuole dei comuni del Parco del Vesuvio basato sull’abolizione del monouso, progetto di autocompostaggio per la produzione di ammendante per le aiuole, esperienze didattica di ortocultura biologica, educazione al gusto e al buono e sostituzione delle merendine con il classico pane e companatico nostrano, autoproduzione di funghi dal riciclo dei fondi caffè dei bar cittadini, dove presenti servizi mensa rigorosamente posate riciclabili e bicchieri riutilizzabili con recupero degli scarti, eliminazione delle bottiglie di plastica con uso di acqua del rubinetto preventivante filtrata e refrigerata, riduzione del cartaceo di cancelleria con l’incremento del digitale.

    Il tutto sotto diretto controllo degli insegnanti e delle dirigenze scolastiche che diverranno essi stessi attori di progetti educativi finalizzati alla tutela e salvaguardia dell’ambiente e della riduzione dello spreco alimentare.

    I progetti candidati ai finanziamenti PON saranno seguiti da esperti del settore che programmeranno istituti incubatori come start up per poi estenderli a tutta la comunità scolastica del Parco con notevole risparmi per le comunità e con un alto valore educativo nei confronti della tutela ambientale.

    Il progetto, proposto da Zero Waste Campania, verrà presentato all’inizio del nuovo anno da una madrina d’eccezione nel campo della sostenibilità ambientale e si avvarrà del contributo del centro ricerche di Zero Waste Italy, del sostegno delle amministrazioni comunali della Comunità del Parco del Vesuvio, di Legambiente e Slow Food, e della compartecipazione delle imprese enogastronomiche del Parco Vesuvio e avrà il patrocinio della Presidenza del Parlamento Europeo.

    Franco Matrone

    Zero Waste/Rifiuti Zero Italy

    Movimento nazionale Legge Rifiuti Zero

    19/11/2014 Preparazione della convocazione per l' Osservatorio Rifiuti Zero

    Nell' assemblea settimanale del Comitato Promotore dei Rifiuti Zero a Torre del Greco, si è discusso stasera soprattutto della convocazione di tutte le realtà che hanno presentato domanda di partecipazione all' Osservatorio dei Rifiuti Zero e che sono circa 30 ma stanno ancora arrivando altre domande di adesione. A causa della concomitanza con le riunioni della giunta comunale del mercoledì, si è deciso di spostare tutti gli inpegni del Comitato Promotore al giovedì.

    Per giovedì 27 alle ore 15 è prevista la convocazione di tutte le realtà aderenti ai Rifiuti Zero e dovrebbe essere organizzata una conferenza stampa e con preparazione di un manifesto per avvertire la cittadinanza della costituzione dell' Osservatorio Rifiuti Zero. In quella data saranno prese tutte le decisioni riguardanti l' osservatorio, compresa la sede delle assemblee, la cadenza degli incontri, ecc.

    Il Comitato promotore dei Rifiuti Zero si è poi soffermato sui vari punti già posti in discussione e sui nuovi punti su cui discutere:

    1) Per la questione Ego Eco, è stato fatto notare che la ditta continua a creare tantissimi disservizi e si aspetta la prefettura che stabilisca se si può procedere con un nuovo appalto da subito oppure, una volta creato l' ATO3 per i rifiuti, se bisogna aspettare la scadenza di fine dicembre 2016.

    2) Anche per la partenza del porta a porta sperimentale, è stato fatto notare che è sempre la Ego Eco a creare difficoltà ed a ritardarne l' avvio. E' stato confermato che il servizio sperimentale interesserà due macroaree per poi estendere il servizio a tutta la città.

    3) Per le compostiere sono disponibili per ora solo 10.000 euro con i quali saranno acquistate circa 80 compostiere condominiali di circa 600 litri ognuna delle quali sarà utilizzata da 4/8 famiglie. Si dovrebbe poi decidere come estendere rapidamente questo servizio di raccolta rifiuti. I membri del comitato si sono dichiarati disponibili a spiegare ai cittadini tutto quanto riguarda il compostaggio, con un opuscolo e con dei video.

    4) Niente di nuovo per l' estensione della raccolta delle pile e soprattutto dei medicinali scaduti la cui raccolta sembra che sia stata sospesa in molti punti.

    5) Grande delusione per la Settimana della Riduzione dei Rifiuti: dopo tante insistenze, sembra che il comune non abbia nessun interesse ad organizzare delle attività, si dice per mancanza di fondi ma sembra più una mancanza di interesse o di capacità a partecipare a questa giornata europea della riduzione dei rifiuti.

    6) Nel mese di giugno fu promessa un' altra edizione di scuole riciclone ma ci è stato spiegato che il comune non è disposto a spendere soldi per questa iniziativa in quanto dovrebbe bastare la raccolta porta a porta. Il comitato dovrebbe controllare che siano comunque realizzate tutte le altre attività didattiche soprattutto per i più piccini.

    7) Ed intanto la Garby comunica di aver sospeso completamente la raccolta delle bottiglie di plastica a Torre del Greco dopo due anni di raccolta ma intanto nel supermercato Decò di via Nazionale è stata installata un' altra macchina mangiabottiglie dopo l' esperimento fallito del 2011 con il supermercati Decò di via Cavallo

    8) Ed infine si è parlato di risparmio: risparmio generico di 100-150 euro in bolletta, in particolare sconto 20% per chi partecipa al compostaggio e premialità per i cittadini virtuosi per le frazioni pregiate raccolte bene (carte, plastica, metalli, vetro). Finalmente dopo tanti anni il servizio rifiuti diventa più economico. Il comitato Promotore dei rifiuti zero aspetta l' evolversi della situazione per vedere come procedere con la raccolta rifiuti. Ed a giorni la convocazione di tutte le realtà che vogliono entrare nell' Osservatorio per poter controllare la raccolta rifiuti.

    15/11/2014 Segnalazione protocollata al comune

    ***5) SOCIAL STREET 15/11/2014 Medicinali scaduti. Mesi fa erano state evidenziate alcune difficoltà di recupero di alcuni rifiuti pericolosi tipo pile, toner, medicinali e si accennò a qualche provvedimento. Ma a tuttoggi sembra che il comune stia provvedendo ad organizzare la raccolta dei toner ma nulla è stato fatto per le pile e per i medicinali. Stamattina qualcuno ha girato per alcune farmacie senza trovare l' ombra di un contenitore: Farmacia Vesuviana, le due di via Roma, quella di piazza Palomba, via Luisi, via S. Noto, via d. Colamarino, nuovissima farmacia del Corso. Si tratta di una cosa gravissima visto che a Torre del Greco esiste un comitato promotore dei Rifiuti Zero.

    Si provvede ad avvertire anche il comitato promotore Rifiuti Zero

    08/11/2014 CONSIGLI PER I CITTADINI SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

    CONSIGLI PER I CITTADINI SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

    08/11/2014 Comitato Promotore Rifiuti Zero - QUESTIONE EGO ECO

    Come fu annunciato dall' assessore Salvatore Quirino nell'ultimo incontro al comune, è stata avviata la procedura di risoluzione del rapporto in merito al servizio di raccolta dei rifiuti.

    Fra le altre cose il comune di Torre del Greco fa parte come capofila dell' ATO 3 per i rifiuti ed il giorno 11 è prevista l' assemblea per la costituzione dell' ATO rifiuti, con la cui costituzione, si andrà incontro a un servizio più efficace ed economico e soprattutto meglio organizzato. L' ATO3 rifiuti dal primo gennaio 2015 dovrà occuparsi della gestione della raccolta e dello smaltimento della spazzatura in tutti i comuni dell' ATO.

    Fra 15 giorni si dovrebbe pronunciare la prefettura per decidere come andare avanti fino al nuovo appalto di fine 2015, anche se il servizio potrebbe passare inalterato ad una delle ditte che erano in graduatoria, ma solo fino alla scadenza dell' appalto. Si ricorda che proprio questo mese doveva partire un servizio di porta a porta sperimentale.

    Poi si dovrebbe fare un nuovo appalto.

    Nell' ordine del giorno dell' assemblea del Comitato Promotore dei Rifiuti Zero del giorno 12 alle ore 18,30 al Degusta Bar in villa comunale è inclusa la discussione sul nuovo appalto in modo che comprenda le modifiche all' appalto in corso d' opera, ad evitare che non sia possibile correggere eventuali errori.

    Nel corso dell' assemblea si cercherà di conoscere le decisioni della giunta comunale per conoscere le modalità di adesione del comune alla settimana Europea di riduzione dei rifiuti, per decidere anche sulle iniziative della settimana europea della riduzione dei rifiuti che il Comitato Promotore appoggerà con le modalità da stabilire in assemblea.

    08/11/2014 SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

    Il comune di Torre del Greco aderisce per la prima volta alla SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
    Comitato promotore Rifiuti Zero - Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti dal 22 al 30 novembre.
    Il comune di Torre del Greco aderisce per la prima volta alla SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI come da proposta del Comitato Promotore Rifiuti Zero che ha presentato già cinque punti del programma fra cui uno dedicato completamente alla riduzione dei rifiuti, per l' importanza strategica in termini di sostenibilità. L' assessore Quirino sta preparando delle proposte di intervento da presentare per l' approvazione alla giunta comunale del 12 novembre alle ore 18. Il Comitato Promotore Rifiuti Zero, l' Università Verde e tutte le Social Street supporteranno in ogni modo tutte le iniziative proposte dal comune.

    Settimana Riduzione Rifiuti

    29/10/2014 Verbale di presentazione da parte del Comitato promotore dei Rifiuti Zero delle prime proposte per risolvere il problema dei rifiuti a Torre del Greco

    Il comune di Torre del Greco ha accettato praticamente TUTTE le prime proposte attuative del Comitato Promotore Rifiuti Zero per far partire a Torre del Greco un vero programma di raccolta differenziata basata sui tre punti fondamentali proposti per una buona riuscita del programma:

    1) raccolta porta a porta a partire da due grandi quartieri
    2) realizzazione del programma RIFIUTI ZERO con la soppressione di discariche ed inceneritori entro il 2020
    3) la premialità per i cittadini più virtuosi in modo da far comprendere che i rifiuti sono in effetti una risorsa. La premialità riguarderà anche il compostaggio domestico che sta per essere lanciato.
    Si inizia a parlare delle prime attività già avviate sulla raccolta dei fondi di caffè che saranno utilizzati per produrre i funghi e dei toner raccolti da una ditta campana.
    Questo il verbale dell' assemblea
    Questa sera al comune di Torre del Greco, il comitato promotore dei rifiuti zero ha presentato le prime proposte attuative per risolvere il problema dei rifiuti a Torre del Greco.

    1) Preparazione di un' ordinanza che vieti l' usa e getta in tutti i locali pubblici. Per le scuole si possono anche prevedere delle posate portate da casa o quelle compostabili. L' assessore Quirino consiglia di procedere gradualmente per non imporre a gestori e clienti una modifica tanto drastica anche se utile, tenuto conto che è convinzione di tutti ritenere che l' usa e getta riduca la trasmissione delle malattie infettive.

    2) Avvio di una campagna di riduzione dei rifiuti nelle scuole inferiori. L' assessore Quirino ha ricordato che è già prevista la differenziata giocando ed il compostaggio in piccole compostiere per utilizzare poi il compost per le semine nel giardino. Poichè non è pensabile affidare alla EgoEco la gestione del programma educativo, si è pensato ad affidarlo all' Osservatorio dei rifiuti zero. Le macchinette mangiabottiglie sono state ridotte per motivo di spese ma la Ego Eco sta facendo difficoltà.

    3) Far partire il compostaggio domestico per passare a quello dei balconi e terrazzi, a quello condominiale e di quartiere. Vi sarebbero anche dei contadini che vorrebbero una grande compostiera in proprio per raccogliere i rifiuti dei vicini. I fondi in arrivo per le grandi compostiere potrebbero essere utilizzati per acquistare compostiere piccole. Per i particolari e su come proseguire, l' assessore Quirino ha condiviso tutti i suggerimenti compresi nelle proposte in cinque punti preparate del comitato.

    4) Non chiudere le adesioni all' osservartorio. L' assessore ha ritenuto più giusto porre una scadenza per poter poi procedere con la formazione dell' Osservatorio Rifiuti Zero. Come data è stata fissata quella del 19 novembre alle ore 18 sempre a palazzo baronale. Gli è stato consegnata una copia dei 5 punti e dello statuto del comitato rifiuti zero.

    5) Raccolta a domicilio dei rifiuti speciali e degli ingombranti. Questa idea è stata scartata per il suo alto costo. Si potrebbe intanto iniziare a pensare a come realizzare dei centri di riparazione e riuso.

    6) Proposta di partecipazione alla settimana europea di riduzione dei rifiuti. Il comune è intenzionato a presentare la propria adesione entro il 3 novembre per rivolgere poi l' invito anche a tutte le scuole. Naturalmente anche gli attivisti ed il comitato dei rifiuti zero dovranno organizzarsi per realizzare gazebi ed informazione in piazza.

    7) Più volte è stata chiesta una modifica del regolamento comunale perchè preveda le premialità per i cittadini più virtuosi nella raccolta dei rifiuti. . E' stato detto che non è stato fatto nulla per cui si proverà a protocollare una richiesta in tal senso alla prima commissione, II commissione, sindaco, assessore Quirino.

    8) Raccolta portata a porta, la prima richiesta avanzata dal comitato promotore: le due ditte incaricate si stanno preparando per realizzare un porta a porta sperimentale in due zone riguardanti la zona vesuviana e la zona mare.

    9) Cosa c' è di nuovo? E' partita la raccolta della posa del caffè in tutti gli esercizi di Torre per una produzione di funghi in larga scala. Una ditta di Benevento si è offerta di raccogliere i toner.

    23/10/2014 IL COMITATO PROMOTORE RIFIUTI ZERO INIZIA A PROPORRE DELLE ATTIVITA' PRATICHE PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEI RIFIUTI A TORRE DEL GRECO.

    Fra le proposte anche quella di iniziare subito il compostaggio domestico. Nella prossima assemblea: possibilità di iniziare il porta a porta del tipo di quello abusivo in alcune zone particolari e la partecipazione alla settimana della riduzione dei rifiuti con vari gazebi a piazza Santa Croce.

    23/10/2014 Proposta di un punto di discussione del Comitato Promotore dei Rifiuti Zero riguardante l' avvio del compostaggio domestico (poi condominiale, di quartiere, ecc.)

    Si allega un piccolo pro-memoria per facilitane il percorso:

    1) Compostaggio domestico-condominiale
    In data 06/01/2014 gli attivisti hanno presentato una richiesta al comune di presentazione di un regolamento sul compostaggio domestico per poter aderire ai fondi messi a disposizione dalla provincia di Napoli ma il regolamento comunale doveva permettere i rimborsi per cui si doveva anche provvedere a modificare il regolamento comunale ed il geom. Russo ha presentato la richiesta. (nella riunione al comune del 17 giugno 2014 è stato chiesto al sindaco di provvedere alla modifica del regolamento comunale in modo da permettere la premialità per i cittadini virtuosi)
    Bisognerebbe capire a che punto è questa richiesta e se si possono ottenere ancora questi fondi; in caso contrario si dovrebbero o acquistare delle compostiere e darle in comodato d' uso gratuito oppure spingere i cittadini ad attivarsi autonomamente. In ogni caso sarebbe importante una premialità massima. Si allega una nota riguardante il comune di Formia (le compostiere da 50 euro sono state acquistate all' ingrosso a 30 euro)

    2) Un caso di compostaggio domestico
    In data 03/07/2014 Sono arrivate le prime compostiere a Formia per il compostaggio domestico

    Il Comune di Formia si appresta a consegnare le compostiere appena arrivate in comodato d'uso gratuito alle circa 600 famiglie che ne hanno fatto richiesta, applicando loro uno sconto del 10% sulla tassa. Il comune punta molto su questa forma di riduzione a monte del rifiuto in quanto l' organico costa sempre di più e si desidera attivare le bio-celle comunali. Devono ora partire degli eventi per spiegare ai cittadini come si usano e saranno diffusi i nuovi moduli per aderire al compostaggio comunale: entro il 2015 si pensa di estendere il compostaggio ad almeno 1000 utenze.

    3) Successivamente gli attivisti hanno anche chiesto al comune di richiedere il software messo a punto dall' A.G,C. 21 sempre che non sia già stato richiesto Software per le dichiarazioni di Autocompostaggio. La DGR 384 del 31/07/2012 ha previsto, nell'ambito del calcolo delle percentuali di raccolta differenziata, l'introduzione dell'autocompostaggio, ovvero dei rifiuti organici umidi oggetto di compostaggio domestico. Al fine di inviare i dati relativi alla suddetta tipologia di rifiuto, si informano i Comuni della possibilità di richiedere il software messo a punto dall'A.G.C. 21 inviando un'e-mail all'indirizzo orr@regione.campania.it

    Il comitato ha chiesto un appuntamento con l' assessore Quirino per il 29 ottobre

    Da protocollare al sindaco, all' ass. Quirino, al geom.Russo, al dirigente della N.U.

    22/10/2014 Assemblea comitato Rifiuti Zero


    Come da ordine del giorno, si è iniziata la discussione sulle modalità di iniziare subito con una proposta operativa da presentare al comune chiedendo da subito un incontro con l' assessore. Le prime proposte operative da portare avanti sono

    1) Proposta di vietare il mono uso in tutti i locali, bar, ristoranti, mense, lidi, ecc. dove potrebbe essere inserita una cauzione sugli oggetti in vetro che vengono portati via con recupero alla consegna, in alternativa con l' uso di bicchieri biodegradabili.

    2) Pensare ad una campagna per introdurre la riduzione dei rifiuti nelle scuole, dopo essersi informati dei progetti che il comune vuole avviare nelle scuole.

    3) All' inizio dell' anno gli attivisti consegnarono a politici e dirigente una richiesta da inviare alla provincia per ottenere dei fondi per acquistare delle compostiere da consegnare ai cittadini che erano interessati al compostaggio domestico. E' stato consigliato di chiedere a sindaco-assessore-dirigente della NU, rag. Russo della NU se tale richiesta aveva avuto un seguito o, in alternativa, se il comune poteva iniziare ad acquistare delle compostiere da donare ai cittadini o, in alternativa, se fosse possibile proporre ai cittadini il compostaggio domestico sempre dopo aver modificato il regolamento comunale in modo da proporre la premialità.

    4) Chiedere le adesioni già pervenute per l' Osservatorio Rifiuti Zero e nel contempo di non bloccare le adesioni a fine ottobre ma lasciare la possibilità ad altri enti di participare. Si è parlato anche del progetto sperimentale di raccolta porta a porta ma nulla è stato detto su come si potrebbe iniziare un porta a porta per piccoli quartieri.

    15/10/2014 Presentazione del Comitato Promot. Rifiuti Zero

    Stasera, presso la sala consiliare del comune di Torre del Greco, il Comitato promotore Rifiuti Zero, si è presentato alla cittadinanza spiegando nei dettagli i primi 5 punti della campagna cittadina per una soluzione sostenibile del ciclo dei rifiuti: riduzione dei rifiuti a monte, istituzione di un centro per la riparazione ed il riuso, compostaggio, raccolta degli ingombranti e dei rifiuti speciali, istituzione dell' osservatorio permanente sui rifiuti.

    E' stato poi letto e spiegato dettagliatamente la proposta di Statuto dell' Osservatorio Rifiuti zero.

    Quindi un lungo dibattito ed infine i promi dettagli sulle attività future: sotto i riflettori la questione degli addebiti Gori, la partenza del porta a porta sperimentale, la proposta di eliminazione dell' usa e getta coi bicchieri di plastica, del porta a porta in alcune zone particolari con un servizio simile a quello degli abusivi, ecc. con aggiornamento a mercoledì prossimo.

    01/10/2014 Verbale assemblea Comitato Promotore dell' 1 ottobre 2014

    1) Poichè il prossimo consiglio comunale è previsto per il giorno 8 ottobre, questo impedisce la seduta di presentazione dell' Osservatorio, per cui è stato deciso di spostare la data dal giorno 8 al giorno 9 o al martedì successivo, Si aspetta conferma.

    2) Lo statuto dell' osservatorio è stato discusso e sono state necessarie alcune piccole modifiche degli articoli 10 e 14, inoltre è stato aggiunto l' articolo 16 che prevede la possibilità di proporre delle modifiche.

    3) E' stato ricordato che il dibattito sulla città metropolitana è stato spostato dal giorno 3 al giorno 6

    4) E' stato deciso di coinvolgere con inviti telefonici tutti i gruppi che potrebbero far parte dell' osservatorio. Le varie associazioni saranno contattate da un attivista secondo il seguente elenco: Giovanni: comitati di quartiere

    Salvatore Palomba: associazioni ambientalistiche

    Ludovico: Assocoral



    Domenico: ass.produttori, ass. artigiani, ass. albergatori, ass. ristoratori, ass. agricoltori

    Salvatore: scuole

    5) Per le altre tematiche si è deciso di discutere della Città Metropolitana nello stesso gruppo, per l' acqua pubblica di far riferimento al gruppo che già esiste. La proposta di aprire un altro gruppo per poter discutere di altre tematiche importanti come quella dei trasporti è stata bocciata.

    27/09/2014 Il Comitato Promotore dei Rifiuti Zero in P. S. Croce

    Distribuiti centinaia di volantini DATTI DA FARE anche nei quartieri a ridosso della piazza dove non vi è informazione ma la gente è interessatissima al cambiamento. Si è discusso anche della necessità di realizzare un' assemblea per mercoledì 1 ottobre per l' approvazione dello statuto discusso il 24 settembre. Si parlerà anche delle spese per l' occupazione di suolo pubblico ed è già stata protocollata la richiesta di esonero per il Conitato Promotore
    Naturalmente sono stati evidenziati tantissimi disagi riguardanti i rifiuti e la notizia più interessante accolta con favore dai cittadini riguarda la partenza del porta a porta sperimentale e soprattutto l' inizio della premialità per i cittadini più virtuosi.
    Fra i vari provvedimentio da portare subito avanti, vi è certamente quella riguardante le compostiere di cui bisogna rispolverare la proposta degli attivisti che la nettezza urbana ha inviato alla provincia per dei fondi.
    Sono state accolte con favore tutte le iniziative collaterali: Colorare di Verde il Grigio, il Book Crossing ed anche la Social Street per il quartiere di Sant' Antonio.

    24/09/2014 Verbale assemblea del comitato Rifiuti Zero TdG per la discussione dello statuto

    Il comitato Rifiuti Zero TdG prepara il gazebo in piazza Santa Croce per presentarsi alla cittadinanza e per invitare i cittadini alla costituzione dell' Osservatorio del giorno 8 ottobre Verbale assemblea ristretta del Comitato Rifiuti Zero

    Il 24 sera alcuni attivisti del Comitato Rifiuti Zero si sono incontrati in villa comunale per la preparazione dello statuto dell' Osservatorio Rifiuti Zero e per un aggiornamento sulle prossime attività.

    2) E' stato deciso ed approvato lo statuto dell' osservatorio Rifiuti Zero prendendo lo spunto da quello di Napoli integrato con quello di Ferentino. Il documento deve essere ora sottoposto all' assemblea del Comitato Promotore di Rifiuti Zero.

    3) Il convegno Città Metropolitana a cui aderisce il Comitato, è stato spostato al giorno 6 ottobre.

    4) Il Comitato Promotore Rifiuti Zero conferma il gazebo di presentazione alla cittadinanza previsto per sabato 27 settembre a piazza Santa Croce dalle ore 16 alle ore 20. Per l' occasione è stato preparato un volantino di invito alla cittadinanza per partecipare alla costituzione dell' Osservatorio per il giorno 8 ottobre al comune. Il comitato ha deciso di iniziare la diffusione del documento DATTI DA FARE on line, e sabato a mezzo volantinaggio con il gazebo.

    5) E' stato proposto di preparare un comunicato stampa per invitare associazioni e comitati di quartiere a dare il loro apporto.

    6) Sono state evidenziate alcune priorità fra le quali l' invito a tutta la cittadinanza a migliorare la propria raccolta differenziata, con l' inizio del porta a porta sperimentale che interesserà la zona della vesuviana e la zona di giù a mare: le ditte A2G spa di Campobasso e la Recoero srl di Caivano hanno offerto un servizio di prova riguardante le tre frazioni differenziate (carta, plastica, vetro) con remunerazione del cittadino che differenzia bene. Attenzione: coloro che non differenziano bene, saranno esclusi dalla raccolta porta a porta e pagheranno di più il servizio di raccolta. Il servizio sperimentale partirà con qualche settimana di ritardo per gli accordi intercorsi fra la EgoEco e le due ditte Campobasso e Caivano

    7) L' umido ed il secco saranno ritirati regolarmente ed incideranno notevolmente sul costo per cui è necessario differenziare al massimo ed iniziare il compostaggio, di cui si inizierà a discutere nella prossima assemblea.

    8) I membri del comitato hanno evidenziato la necessità di riprendere a monitorare le quantità effettivamente differenziate e di conoscere tutto il percorso dei rifiuti.

    28/09/2014 TUTTI IN PIAZZA SANTA CROCE

    1) TUTTI IN PIAZZA SANTA CROCE SABATO 27 SETTEMBRE DALLE 16 ALLE 20 Come si sa, il 17/09 gli attivisti di ogni provenienza hanno fondato il Comitato Promotore dei Rifiuti zero ed hanno eletto un portavoce. Il giorno 24 è stato preparato lo statuto che deve essere sottoposto all' assemblea. Sabato prossimo essi si presenteranno in piazza anche per distribuire il volantino DATTI DA FARE per invitare la cittadinanza a partecipare alla Costituzione dell' Osservatorio per il giorno 8 ottobre e per indicare che è ormai il momento che tutti si attivino per la tematica rifiuti e successivamente per tutte le altre campagne che il comitato promotore deciderà di portare avanti.
    In piazza saranno fornite tutte le informazioni riguardanti i primi cinque punti del programma rifiuti zero che dovranno aiutare a risolvere il problema dei rifiuti ed anche delle bollette esorbitanti MA SOLO PER QUELLI CHE SI IMPEGNERANNO A DIFFERENZIARE BENE I RIFIUTI.
    Dovrebbe partire la raccolta porta a porta il mese entrante in due sole zone ma, attenzione, quelli che consegnano buste non differenziate bene, saranno esclusi dal porta a porta e dai benefici previsti. DATTI DA FARE, IMPARA A DIFFERENZIARE E RISPARMIA SULLA TASSA RIFIUTI!!!
    In piazza
    Segui l' Osservatorio Rifiuti Zero cercando di realizzare le stesse attività nel tuo comune. Segui
    Il Comitato Promotore dei Rifiuti zero ha deciso di interessarsi anche di altre tematiche sociali, a partire dall' acqua pubblica, la Città Metropolitana, ecc.

    19/09/2014 RIFIUTI ZERO PER TUTTI

    Finalmente l’osservatorio sui rifiuti a Torre del Greco diventa realtà, grazie ai movimenti cittadini, e a tutti i Torresi di buona volontà, anche il nostro comune sarà dotato di uno strumento, dove istituzioni e cittadini, potranno interloquire per trovare delle soluzioni adatte a risolvere i problemi ambientali.
    E' stato già fondato il Comitato Promotore dei Rifiuti zero, a giorni sarà completato lo statuto, il 27 settembre il comitato sarà in piazza Santa Croce per presentarsi ai cittadini, il 2 ottobre sarà costituito ufficialmente l' osservatorio, l' 8 ottobre avverrà la presentazione del progetto ai cittadini presso il comune di Torre del Greco.
    Dopo lo sviluppo sostenibile e la Green Economy, si parla ora di Economia Circolare che porta direttamente ai RIFIUTI ZERO. E' tempo di interessarsi tutti a questo tema. Segui l' Osservatorio Rifiuti Zero cercando di realizzare le stesse attività nel tuo comune.

    Il Comitato Promotore dei Rifiuti zero ha deciso di interessarsi anche di altre tematiche sociali, a partire dall' acqua pubblica, la Città Metropolitana, ecc.

    09/09/2014 Assemblea Rifiuti Zero in villa comunale

    Nel corso dell' assemblea sono state illustrate le difficoltà trovate dai centri di raccolta di realizzare degli utili dalla vendita dei prodotti e si è discussa la possibilità di creare delle cooperative con addetti di Torre del Greco sia per la raccolta dei rifiuti sia per i centri di riparazione e riuso. Si è anche evidenziata la possibilità di collaborare direttamente con l' EdilCava, si è discussa la partenza del porta a porta sperimentale e delle tante proposte avanzate nel corso dell' assemblea.
    E' stato letto ed approvato il documento leggermente modificato per l' Osservatorio in sintesi.
    La discussione ha poi interessato le perplessità sorte dopo le affermazioni dei politici durante l' assemblea del 2 settembre e per chiarire la posizione degli attivisti prima dell' incontro decisivo di fine mese. E' stato letto a questo proposito un documento riepilogativo presentato da Enzo Sforza
    Questo è il documento :
    Torre del Greco: Luci e ombre su “rifiuti zero”.
    Il previsto incontro tra l’amministrazione comunale e i promotori della campagna cittadina: ”Ricomincio da (rifiuti) zero” per discutere della costituzione dell’ “osservatorio permanente sui rifiuti” si è regolarmente svolto martedì 2 settembre nel palazzo baronale.
    L’incontro ha registrato qualche luce e molte ombre sulle reali convinzioni dell’amministrazione cittadina di attuare il protocollo “rifiuti zero” nella sua interezza.
    Se da un lato l’esito dell’incontro costituisce un aspetto positivo nell’atteggiamento dell’amministrazione verso le rappresentanze cittadine, espresso dalla volontà di costituire l’osservatorio, dall’altra sono emerse differenze notevoli sul ruolo che l’osservatorio è chiamato a svolgere. Nelle parole dell’assessore all’ambiente, che vede l’organismo come “amplificatore” sul territorio delle azioni dell’amministrazione, si può cogliere una visione dell’osservatorio come appendice dell’amministrazione, mentre la sua funzione dovrebbe essere quella di “organismo” assolutamente indipendente dall’amministrazione, anche se di esso sono chiamati a farne parte rappresentanti della stessa, strumento di monitoraggio, in tempo reale della situazione rifiuti in città, di informazione della cittadinanza, di rilievo dellecriticità e di elaborazione di proposte per il miglioramento e l’attuazione della strategia rifiuti zero.
    Ci auguriamo pertanto, che il percorso di attuazione concordato possa concludersi con l’elaborazione di uno statuto dell’osservatorio che recepisca appieno le sue funzioni, come previste nel protocollo rifiuti zero.
    Ma, gli interventi dell’Assessore e del Sindaco hanno evidenziato posizioni, a parer nostro, molte lontane dalla cultura rifiuti zero. Se infatti il proposito di avere, finalmente una città pulita, è chiaramente emerso (dovere minimo di un’amministrazione degna del nome) e ovviamente condiviso, la mancanza di volontà di procedere speditamente sull’attuazione di azioni per la realizzazione delle 2 R, (che precedono la raccolta differenziata nella strategia rifiuti zero, cioè la riduzione a monte e il riuso /riparazione, che pongono il problema rifiuti su un piano culturale più vasto del limite cittadino, e che guardando dal punto di vista della sostenibilità ambientale il problema rifiuti lo inseriscono in una visione di riduzione dell’ammontare globale della produzione di merci e di energia, e non solo recupero della materia prima attraverso il riciclo); rivela limiti notevoli sull’adesione ad un corretto approccio al problema.
    Tali limiti sono emersi anche dall’insistenza sulle cosiddette “isole ecologiche” (discariche a cielo aperto) che l’amministrazione intende allargare, invece di prendere in considerazione la raccolta differenziata porta a porta che si è rivelata la migliore scelta in vista della produzione di rifiuti di qualità e quantità per un efficace riciclo. L’intenzione di avviare, anche in fase sperimentale in alcune realtà, il porta a porta, va invece sostenuta con forza e fortemente pubblicizzata, così come il lancio del compostaggio domestico da giardino che va incentivato fornendo le compostiere a richiesta e andrebbe presa in considerazione l’opportunità di dotarsi di un impianto centralizzato di compostaggio. Il problema degli impianti va affrontato in senso generale (compreso il dotarsi di un TMB) e in relazione con la costituzione del previsto ATO sui rifiuti e con la istituenda città metropolitana. Pertanto riteniamo opportuno che tutti gli aderenti alla campagna “Ricomincio da Rifiuti zero” si mobilitino sui cinque punti della proposta, in particolare nell’elaborazione dello Statuto dell’osservatorio e lavorino all’elaborazione di nuove proposte a partire dall’istituzione del porta a porta spinto in tutta la città.

    07/09/2014 Alcuni depliant distribuiti in piazza dai volontari

  • Depliant

    07/09/2014 Volontari in piazza per la raccolta differenziata

  • Volontari/

    5) Istituzione dell’ “Osservatorio permanente sui rifiuti”

  • Osservatorio

    4) Raccolta degli ingombranti e dei rifiuti speciali

  • Ingombranti

    3) Compostaggio

  • Compostaggio

    2) Istituzione di un centro per la riparazione e il riuso

  • Riparazione Riuso

    1) Riduzione dei rifiuti a monte

  • Riduzione Rifiuti

    28/08/2014 RIFIUTI ZERO SI PARTE

  • RIFIUTI ZERO SI PARTE

    28/08/2014 28/08/2014 RIFIUTI ZERO SI PARTE. FIRMATO IL PROTOCOLLO

  • Firmato il protocollo

  • Info Rifiuti zero
  • Ricerca personalizzata