TuttoTrading.it


Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker
  • 01/10/2017 Chiare, fresche e dolci acque. I rischi delle acque minerali dalla puntata di Report ed in coda all' articolo le acque minerali contaminate e ritirate dal commercio in America

    Ricerca personalizzata






    Dalla puntata report di giugno riportiamo alcuni punti riguardanti i rischi delle acque minerali:

    1) L' acqua minerale può contenere berillio, un potente cancerogeno, in quanto non esiste la legge che ne vieti la presenza (La berilliosi cronica è una malattia polmonare).

    2) Il limite del manganese nell' acqua potabile è di 50 microgrammi per l' acqua potabile ma 500 per l' acqua minerale: se ne deduce che l' acqua minerale può anche non essere potabile





    3) Il limite per l' alluminio è di 200 microgrammi per litro per l' acqua potabile mentre per le acque minerali non vi è limite per cui l' acqua minerale può anche non essere potabile.

    4) Il limite per il fluoro è di 1.5 microgrammi per litro per le acque potabili, di 5 per l' acqua minerale.

    5) L' acqua minerale viene analizzata una volta l'anno, viene imbottigliata e trasportata per chilometri e chilometri. L'acqua del rubinetto è controllata 4 volte più frequentemente di quella in bottiglia, il contenuto di sali e altre sostanze è adeguato alle nostre necessità di salute, costa molto poco, non si fa pubblicità, e ha un impatto ambientale ridotto.







    La legge italiana prevede un minimo di 4 analisi all'anno. Le analisi sono svolte sia dalla società che gestisce l'acquedotto che dalle Asl, quindi da due soggetti indipendenti tra loro, che svolgono analisi su 67 parametri, più di quelli previsti per le acque in bottiglia. In poche parole, l'acqua di fontana che arriva nelle nostre case, non ha niente da invidiare a quella in bottiglia dal punto di vista della qualità, e anzi è quattro volte più controllata di quella che compriamo al supermercato.

    L' acqua pubblica della fontana o delle casette:

  • è sana, contiene la giusta quantità di sali minerali per il nostro organismo
  • è controllata, garantita e sottoposta a controlli quotidiani molto severi da parte dell’Arpa e delle Asl territoriali
  • è a km zero, non ha quindi bisogno di essere trasportata o di fare lunghi viaggi prima di arrivare nelle nostre case
  • è meno costosa dell' acqua minerale
  • essa permette di ridurre notevolmente le emissioni di anidride carbonica nell' atmosfera.
  • essa permette di ridurre il consumo di plastica e, quindi, la plastica in giro che sta distruggendo la vita sulla terra.

    Le Case dell’Acqua, videosorvegliate, erogano acqua liscia e frizzante refrigerata al costo di pochi centesimi al litro ed hanno come obiettivo prioritario la riduzione delle bottiglie di plastica da smaltire, con considerevoli benefici per l’ambiente e per le casse comunali. L’acqua, proveniente dalla rete pubblica gestita da GORI, ha una qualità garantita dai frequenti controlli che l’azienda svolge attraverso il Laboratorio interno, che si affiancano a quelli realizzati dall’ASL.

  • Puntata Report sulle acque minerali

    Da Greenme: Acqua in bottiglia: 14 marchi ritirati negli Usa per contaminazione da E.coli

    Cattive notizie per chi consuma acqua in bottiglia negli Stati Uniti. 14 marchi di acqua minerale sono stati ritirati negli Usa a causa di una contaminazione da E.coli. I cittadini statunitensi acquistano circa 29 miliardi di bottiglie d'acqua all'anno e soltanto 1 bottiglia su 6 viene riciclata.

    L'allarme E.coli per l'acqua in bottiglia riuscirà a ridurne il consumo e a limitare di conseguenza la produzione di rifiuti? Un ulteriore dato ambientale importante riguarda il fatto che per confezionare l'acqua in bottiglia acquistata annualmente negli Usa occorrono ben 17 milioni di barili di greggio.

    Leggi tutto

  • Info Case dell' Acqua
  • Ricerca personalizzata