TuttoTrading.it



 Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti





    VAI ALLA MAPPA DEL SITO



    Google analytics
  • 08/09/2017 Si conclude l' anno migliore per la balneabilità a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata






    Per la prima volta, da quando le sette zone di Torre del Greco sono state sottoposte a controllo, si è verificata una balneabilità completa per tutte e sette  le zone, balneabilità mantenuta poi per tutta la stagione. La balneabilità si è poi estesa ai comuni vicini creando una zona di ben 14 chilometri completamente balneabile. Anche i dati presentati dall' Arpac sono i migliori in assoluto, spesso pari a 10 che indica una presenza pari a zero dell' inquinante cercato.

    Procedono, intanto, i lavori negli alvei per i tanti scarichi abusivi e questo migliorerà ancora i dati di balneabilità mentre per i nuovi depuratori bisognerà attendere la costruzione completa per iniziare a vederne i benefici.

    I materiali fognari che vengono scaricati al largo, si decompongono per la parte biodegradabile ma rimangono gli oli, i saponi, i detersivi, i residui di medicinali, i prodotti chimici, ecc. che non si decompongono. La decomposizione dei prodotti biodegradabili crea un consumo di ossigeno ed un arricchimento di nutrienti che causa l' eutrofizzazione con annesse schiume e mucillagini.

  • 13/08/2017 Schiume e mucillagini sono un fenomeno naturale dovuto alla proliferazione delle microalghe
    Quelle strane bollicine che si notano talvolta sull' acqua sono spesso il risultato di un processo naturale dovuto all' ipossia, ovvero alla mancanza di ossigeno delle acque...

    Viste le tante stupidaggini riportate in vari gruppi e riguardanti l' Arpac e la balneabilità, si ricorda che l' Arpac è addetta ai prelievi ed alle analisi i cui risultati sono inviati anche al demanio marittimo del comune che decide per la balneabilità delle varie zone. Le comunicazioni sono inviate a vari enti fra cui il Ministero della Salute che pubblica i dati di balneabilità ricevuti.



    Con le analisi Arpac del mese di settembre si conclude la serie di controlli riguardanti il mare, controlli che riprenderanno a metà aprile del 2018.

    Naturalmente si partirà dalle stesse posizioni di oggi

  • Calastro qualità ottima

  • Cimitero qualità scarsa

  • Torre di Bassano qualità ottima

  • Via Litoranea nord qualità ottima

  • Lido Incantesimo qualità buona

  • Mortelle qualità ottima

  • Staz. Di S. Maria La Bruna qualità buona



    In tutte le zone è stato sufficiente il prelievo routinario cioè un prelievo programmato da calendario nel punto della rete di monitoraggio con la sola esclusione della zona di Santa Maria La Bruna. dove è stato necessario anche questo mese un prelievo in  punti studio, cioè prelievi aggiuntivi in corrispondenza di potenziali fonti di inquinamento.

    Sospeso questo mese anche il controllo in via Litoranea Nord, come prelievo di emergenza, come era stato necessario ad agosto per segnalazioni riguardanti idrocarburi, tensioattivi, microbiologia, fitoplancton.

    Si chiude così un anno balneare che ha indicato dei miglioramenti notevoli riguardanti la balneabilità che ha riguardato tutte le zone e tutti i periodi con una ripresa dei prelievi prevista per metà aprile 2018.

    Il mese di agosto, come da previsione, stante le alte temperature raggiunte, ha rappresentato un mese record per le schiume e le mucillagini soprattutto nella seconda metà di agosto. L' altro fenomeno che è stato evidenziato ad agosto è quello riguardante lo spostamento rapido di grosse zone di mucillagine e di rifiuti da una zona all' altra, presumibilmente sotto un gradiente di temperatura (moti convettivi). In tutto il mese di agosto sono stati notati grossi quantitativi di rifiuti in movimento, soprattutto di plastica, ricoperti di mucillagine, e questo farebbe pensare a grossi gradienti di temperatura che hanno permesso di spostare anche rifiuti dai fondali e ricoperti di mucillagine.

    Le misure riprenderanno mese per mese a partire da aprile 2018 come si vede dalla seguente tabella:

  • Calendario Arpac di balneabilità

    Questa è, invece, la rete di monitoraggio che permette di conoscere i valori iniziali di balneabilità:

  • Rete di monitoraggio 2017

    Questo è il riepilogo da seguire per tutto il periodo delle misure di balneabilità.

  • Rete di monitoraggio 2017 per tutta la Campania

    Come si sa,  le assegnazioni dell' ARPAC riguardano solo la balneabilità secondo la normativa europea ma spetta sempre al comune l' individuazione delle zone non balneabili.

    Sul sito del Ministero dell' Ambiente sono riportati i dati di balneabilità secondo le ordinanze del comune.

  • Portale Acqua Ministero dell' Ambiente

    Altri problemi irrisolti per il Miglio d' Oro riguardano gli alvei, il rifacimento delle fogne, la pulizia del mare, la difesa delle coste, l' individuazione degli scarichi abusivi ancora presenti.

  • Info Torre del Greco
  • Ricerca personalizzata
     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti

    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Booking.com