TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 02/10/2015 Anche il raggio laser per controllare le acque marine

    Ricerca personalizzata





    La capitaneria di porto di Torre del Greco ha monitorato il litorale da Torre del Greco a Portici per un anno e per quattro tutti gli alvei di Torre del Greco ed Ercolano, utilizzando sia la fluoresceina sodica, sia il telerilevamento, sia micro-telecamere. I risultati dell' indagine sono stati comunicati a fine agosto e riguardano discariche abusive, scarichi fognari non a norma, immissione di sostanze tossiche nelle acque pluviali, ecc.





    In particolare, oltre alla balneabilità stabilita da una norma europea, si è passati ad analizzare la questione sicurezza riguardante l' immissione in rete di prodotti dannosi tipo metalli pesanti. Il gruppo SALVIAMO IL NOSTRO MARE ha anche proposto l' uso di spazzamare ed altri sistemi meccanici per raccogliere i rifiuti solidi nel mare e naturalmente la costruzione di vasche di contenimento per raccogliere le acque pluviali prima che vengano dirette nel mare.







    Una importanza particolare dovrebbe essere rivolta anche all' educazione del cittadino nelle strade, nelle scuole, nelle parrocchie, ecc. perchè ci si abitui tutti a sporcare di meno anche il mare e le spiagge.

    Dopo quello che è successo quest' estate, il Comune di Sorrento ha deciso di testare per primo dei droni speciali, equipaggiati con strumenti in grado di valutare la presenza di agenti inquinamenti in mare, individuando anche discariche abusive e problemi alla rete fognaria.

    Promosso dal CNR, il progetto “Life-SeaSense” prevede una squadra di droni che sorvolerà le coste campane per scovare ogni irregolarità.sfruttando i sistemi “Lidar”, ossia basati su luce laser, in grado di monitorare la qualità delle acque.

    I Lidar sono installati su droni di ultima generazione ma il sistema dovrebbe avvalersi anche di un software in grado di interagire con tutti quelli che sono interessati alla salvaguardia del territorio attraverso applicazioni per smartphone ed un portale dedicato con la possibilità da parte di tutti di informarsi ed attivarsi inviando segnalazioni.

    Per la sperimentazione è stato scelto il Comune di Sorrento la cui Giunta municipale, su proposta del sindaco, Giuseppe Cuomo, ha dato il via libera al progetto.

    Il progetto LIFE-SeaSensedovrebbe permettere di fornire una immagine di città attenta al suo ambiente, al suo sviluppo sostenibile e pronta ad affrontare le sfide del futuro.

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata