TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 29/08/2015 La balneabilitÓ secondo le direttive europee. Ipotesi di analisi aggiuntive oltre alla determinazione di due soli batteri fecali

    Ricerca personalizzata







    Molti litorali stanno divenendo balneabili grazie alla nuova normativa di marzo 2010 che ha ridotto a due i parametri da controllare, dopo aver portato i valori minimi da 100 a 200 e da 100 a 500

    VECCHIA NORMATIVA: BALNEABILE se l'acqua superava 12 parametri di cui 2 parametri di batteri fecali ad un limite massimo di 100*

    NUOVA NORMATIVA: BALNEABILE se supera (SOLO) 2 parametri. I due parametri sono SOLO i batteri fecali ad un limite di 200** e 500**. Quindi raddoppiati e quintuplicati!!!





    La domanda: Ŕ Basta un solo tipo di analisi dei batteri fecali per stabilire la balneabilitÓ?

    In base al decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 116, di recepimento della direttiva 2006/7/CE i criteri fissati per la balneabilitÓ in Italia riguardano, dunque, solo due batteri fecali:

    1) Secondo la vecchia normativa, l' acqua veniva considerata balneabile se superava 12 parametri di cui 2 parametri di batteri fecali ad un limite massimo di 100 e 200.







    2) Secondo la nuova normativa l' acqua viene considerata balneabile se supera 2 soli parametri. dei batteri fecali i cui valori massimi sono stati portati da 100 a 200 e da 100 a 500.

    Ma basta questo per dire che l' acqua Ŕ balneabile?

    Ma siamo sicuri che Ŕ solo un problema di fogne, come pensano tutti e che basta provvedere ai soli depuratori? Assolutamente no!

    Molte zone sono considerate terra dei fuochi per cui potrebbero essere stati sversati materiali tossici, scarti industriali, rifiuti radioattivi anche nel golfo di Napoli.

    Barche e navi scaricano di tutto nel mare e le petroliere lavano le stive e poi buttano tutto in mare, poi vi sono i fiumi da tenere sotto controllo, scarichi abusivi anche industriali, ecc.

    La conclusione potrebbe essere questa: fermo restando le analisi dei batteri fecali come fa normalmente l' Arpac, si potrebbe pensare di aggiungere delle analisi suppletive periodiche standard per individuare altri tipi di inquinanti.

    Si potrebbe aprire proprio un dibattito

    La questione della schiuma che compare e, a volte, scompare

    (FONTE: BIOLOGIA MARINA) Nel caso della frangenza delle onde che determina un trasporto continuo di acqua verso costa, che deve essere compensato da un flusso di ritorno , il meccanismo alla base della formazione della schiuma Ŕ complesso. Quando l'onda Ŕ prossima alla frangenza crea una sorta di tubo di aria (quello che cavalcano i serfisti nelle onde di grandi dimensioni), tanto pi¨ grande quanto pi¨ grande Ŕ l'onda stessa. L'aria al suo interno viene via via compressa e quando l'onda per effetto della gravitÓ ricade libera improvvisamente l'aria intrappolata con il classico frastuono.

    Parte dei costituenti dell'aria passano in soluzione acquosa (come l'ossigeno, ecco perchŔ quando il mare Ŕ mosso si dice che si riossigena), altri invece passano dalla soluzione acquosa all'aria, sottoforma di schiuma (le bollicine sono piene di gas come ossigeno, CO2 e bromofenoli, responsabili questi ultimi del classico odore di mare). 21/08/2015 La balneabilitÓ e le chiazze di colore marrone che compaiono all' improvviso

    Nel caso della scia di una imbarcazione, la schiuma Ŕ dovuta alla liberazione di varie molecole di gas che saturano l'acqua rimescolata dalle eliche e dalla chiglia dell'imbarcazione stessa.

    La presenza di schiuma persistente Ŕ invece indice di presenza di tensioattivi, ovvero di inquinamento per cui Ŕ necessario provvedere ai prelievi ed alle analisi per conoscere la fonte dell' inquinamento.

    Soprattutto quando fa caldo, si pu˛ trattare di micro alghe che muoiono formando una macchia di colore bianco-giallo-marrone

    21/08/2015 La balneabilitÓ e le chiazze di colore marrone che compaiono all' improvviso

    26/07/2015 Una misura di garanzia per la balneabilitÓ potrebbe essere un divieto di balneazione in caso di pioggia

    Portale governativo:

    Regione Toscana e divieto di balneazione

    Leggere questo articolo sulle varie possibilitÓ di inquinamento

  • 29/08/2015 Inquinamento marino nel golfo di Napoli
    Incomincia con il guardare la puntata di presa diretta...

  • Info BalneabilitÓ
  • Ricerca personalizzata