TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 29/08/2015 Bombe d' acqua in mare, ambientalisti in capitaneria, proposta del gruppo SALVIAMO IL NOSTRO MARE

    Ricerca personalizzata





    La guardia costiera di Torre del Greco si è incontrata con let's do it in seguito alla denuncia di degrado riguardante il litorale locale in seguito al fenomeno delle "bombe d' acqua" che avevano riversato in mare rifiuti attraverso i vari alvei.

    Nel corso dell' incontro è stato sottolineato l' impegno della guardia costiera nel contrasto all' inquinamento delle acque che sta permettendo un sensibile miglioramento delle acque.





    Proficuo anche per gli attivisti di let's do it quest' incontro che ha permesso di conoscere delle attività già utilizzate per il raggiungimento di certi obiettivi.

    Fondamentale l' educazione ambientale, soprattutto nelle scuole.

    Ne potrebbe seguire un impegno comune fattivo per un miglioramento definitivo della costa e del mare.







    Il gruppo SALVIAMO IL NOSTRO MARE ha intanto inviato una proposta a tutti gli enti preposti, per una misura di garanzia per la balneabilità: con divieto di balneazione in caso di pioggia per 18/24 ore. Questo è il suggerimento:

    Nel caso di eventi meteorici di precipitazione molto intensa, potrebbe essere utile un divieto di balneazione nello zone del litorale comunale interessate dalla presenza di alvei e canali che sfociano a mare per controllare se le acque del mare hanno ripreso i valori precedenti alla pioggia. Si tratterebbe di una misura di garanzia per i frequentatori di molte spiagge libere e per quei tratti di stabilimenti balneari interessati agli alvei .

    Il provvedimento è stato già adottato in qualche comune come Bari dove si fa esplicito riferimento alle problematiche dei canali/collettori che scaricano in mare le acque provenienti dalle condotta di fogna bianca cittadina, che comprendono le acque meteoriche di dilavamento, provenienti da ogni zona cittadina, alle quali si possono aggiungere prodotti fognari per il fenomeno di troppopieno e materiali solidi che l' acqua incontra sul suo cammino.

    Sarebbe, però, necessario mettere appena possibile in sicurezza le aree interessate per risolvere strutturalmente il problema dei canali che sfociano a mare ma ricordiamo anche che per gli articoli 7 e 13 del Regolamento Regionale n. 26 del 2013 (Disciplina delle acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia) non sarebbe possibile la balneazione e la pesca su una fascia attorno al punto di scarico di acque meteoriche di dilavamento.

    Potrebbe bastare una opportuna segnaletica per rendere noto il divieto temporaneo di balneazione al termine delle precipitazioni.

    Questo il comunicato integrale di Let's do it

    Proficuo incontro con la Capitaneria di porto di Torre del Greco. Il team nazionale di Let's do it! Italy ha incontrato questa mattina il Comandante Rosario Meo

    Napoli. Si è tenuto ieri mattina presso la sede della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, nel napoletano, l'incontro tra i vertici della Guardia costiera di zona ed il team nazionale di Let's do it! Italy.

    L'incontro di questa mattina segue una segnalazione fatta la scorsa settimana dal movimento ambientalista nella quale si denunciava lo stato delle acque del litorale vesuviano a seguito delle cosiddette bombe d'acqua che avevano riversato a mare rifiuti provenienti dagli alvei.

    Nel corso dell'incontro il Comandante Rosario Meo ha sottolineato l'impegno della Guardia costiera nel contrasto all'inquinamento del mare e nella salvaguardia delle acque.

    “L'incontro di questa mattina – ha dichiarato il coordinatore di Let's do it! Italy Vincenzo Capasso – è stato fruttuoso sotto diversi punti di vista. Innanzitutto dialogare con le autorità preposte alla salvaguardia del territorio è per noi volontari essenziale. Inoltre abbiamo avuto modo di conoscere attività che sono già in campo da tempo e che mirano al raggiungimento di alcuni obiettivi che anche Let's do it! si è posto”.

    Fondamentale l'educazione ambientale, soprattutto nelle scuole. Un pensiero comune emerso nel corso dell'incontro che potrebbe tradursi nei prossimi mesi anche in un impegno comune fattivo.
  • Arpac monitoraggio balneazione

    I dati del Ministero della Salute spesso differiscono dai dati Arpac come è successo agli inizi del mese di giugno quando secondo il sito del Ministero della Salute risultavano al momento balneabili le zone di Calastro, Mortelle, Torre di Bassano.Diventa ora necessario intervenire con una vera pulizia delle acque, con la costruzione delle condotte sottomarine che convoglieranno le acque reflue nel depuratore di foce Sarno.

  • Ministero della salute - Balneabilità a Torre del Greco:

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata