TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 26/08/2015 Ancora controlli sulla balneabilità per le zone bianche di Torre del Greco e delle zone rosse della costiera sorrentina

    Ricerca personalizzata





    Entro le 24 ore dai prelievi del 24 agosto, sono stati pubblicati i nuovi dati riguardanti la balneabilità a Torre del Greco. Un solo prelievo di tipo routinario per le sei zone a cui non è stata ancora assegnata la qualità definitiva con un colore, come avvenne per Calastro a cui è stata già assegnata la qualità delle acque come "buona" di colore verde.

    Tutti i dati risultano particolarmente bassi e confermano la balneabilità già assegnata alle varie zone di Torre del Greco.





    Pertanto la stagione balneare a Torre del Greco si chiude all' insegna del tutto balneabile per le sette aree che mantengono il colore bianco a cui attribuire la qualità "sufficiente-buona-ottimo".

    Stamattina giù al comune vi è stato un incontro per iniziare a discutere delle varie iniziative da portare avanti per risolvere i vari problemi riguardanti il mare e le spiagge: si è anche deciso di organizzare per metà settembre un tavolo di lavoro per discutere di tutti i problemi riguardanti il mare e le spiagge, in presenza del sindaco, della capitaneria di porto e di tutti gli altri enti preposti ai controlli delle acque di ogni tipo.



    Con questa conferenza dei servizi di metà settembre inizierà la vera attività del gruppo SALVIAMO IL NOSTRO MARE che già comprende l' Associazione Mare Nostrum che raggruppa tutti i lidi di Torre del Greco, associazioni ambientaliste di Torre del Greco, Sorrento, Scafati, Torre Annunziata, Legambiente, WWF, Comitato del Sarno, ecc.

    Procedono i controlli anche per la costiera sorrentina solo che nella zona sono molte le aree che hanno dato risultati anomali per cui si sta procedendo in modo più accurato per capire se si può riassegnare la balneabilità.







    I campioni sono stati prelevati il 25 agosto e saranno resi noti entro 48 ore.

    I nuovi campioni riguardano tutti i Comuni della costiera sorrentina dove ancora sono in vigore i divieti di balneazione. I tecnici dell’Arpac hanno prelevato campioni d’acqua al largo della spiaggia del Purgatorio di Meta, a Marina Piccola e Marina Grande a Sorrento e a Marina di Puolo a Massa Lubrense per controllare la presenza di batteri fecali, per dare ai sindaci la possibilità di revocare completamente le ordinanze anti-tuffi emanate dopo Ferragosto.

    La Guardia Costiera di Sorrento e di Castellammare di Stabia. sta controllando tutta la costa tra Meta e Massa Lubrense alla ricerca di eventuali scarichi abusivi, la rete fognaria, gli scoli delle acque bianche e gli alvei dei valloni della penisola sorrentina.

    Un nuovo tipo di controllo a supporto è quello riguardante un sistema di telerilevamento effettuato da una motovedetta ed un elicottero con a bordo una termocamera capace di captare le differenze di temperatura: come si sa, l' acqua dei torrenti, degli alvei, della pioggia ha una temperatura inferiore a quella del mare per cui è possibile ravvisare in certi punti materiale fecale associando ogni macchia a determinate coordinate geografiche, in modo da risalire alle abitazioni e alle attività commerciali che smaltiscono illegalmente i liquami fognari.

    Il filmato sarà poi trasmesso al pubblico ministero di Torre Annunziata Antonella Lauri cghe si sta interessando dal 2014 dell' inquinamento marino in costiera mentre continuano anche le verifiche tecniche della Gori con un team di sommozzatori della società ha scandagliato i fondali di Marina Grande a Sorrento, mentre gli operai hanno proseguito i controlli sulle condotte fognarie nel centro della città.

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata