TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 03/08/2015 I turisti abbandonano le spiagge della Calabria per il mare troppo sporco

    Ricerca personalizzata





    La triste realtà sta colpendo luoghi una volta meta dei turisti di tutta Italia. Vibo Valentia, Amantea, Paola, Guardia, Diamante, Cetraro. Sono solo alcuni dei nomi di quei posti che sono stati colpiti dalla piaga dell’inquinamento marino.

    La Calabria era una terra meravigliosa con il mare più bello d’Italia ma proprio quest' anno sono iniziati i casi d’allerta che stanno interessando diverse zone della regione, riguardanti il mare troppo inquinato





    Telefonate e lettere agli enti locali, denunce sui social network mostrano un mare dove galleggia di tutto: cartacce, pannolini e assorbent.

    Questo anche a Grotticelle, uno dei fiori all’occhiello in Calabria, posizionate sulla costa di Ricadi. dove si parla di impraticabilità del mare per 9 volte su 10 giorni..

    E questo non solo nel Vibonese ma in tante altre aree, come quelle del cosentino: Amantea, Paola, Guardia, Diamante, Cetraro sono solo alcuni degli esempi. .

    Una Calabria che dovrebbe vivere di turismo e della quale si mostravano foto di un mare cristallino che vengono ora affiancate a foto di un mare molto più sposro degli anni passati.







    Questo è un video del 3 agosto girato a Paola.

  • Un video del 3 agosto a Paola.

    Dalla relazione goletta verde, luglio 2015, tutto il lungomare di Paola risulta fortemente inquinato e bisogna considerare non solo l'inquinamento dovuto a scarichi abusivi quali fogne ecc.. ma anche residui pericolosi per la salute in primis umana e poi per quella dell'ambiente marino quali : metalli pesanti e scorie radioattive scaricate abusivamente..

  • Allarme foci e depurazione: fortemente inquinati Al largo della costa vi sarebbero le navi affondate con a bordo fusti di materiale radioattivo, per cui si potrebbe eliminare la melma visibile ad occhio nudo ma l'acqua rimarrebbe fortemente inquinata e tante persone lo sanno. Molti abitanti cambieranno completamente la zona per il mare.

    A questo si aggiunge il problema dei tumori in quanto si ritiene che la Calabria sia una seconda Terra dei Fuochi, tema affrontato a Rosarno, presso l'aula magna del liceo scientifico Piria. La preside dell'istituto, Maria Rosaria Russo, insieme all'associazione di volontariato "Lotta contro i tumori – Marisa Lavorato" hanno organizzato l’incontro per avere risposte e soprattutto per rompere il silenzio assordante che c’è intorno al disastro ambientale, da parte dei responsabili istituzionali. Troppi morti, anche in giovane età, troppe scoperte di terreni contaminati

  • Arpac monitoraggio balneazione

    I dati del Ministero della Salute spesso differiscono dai dati Arpac come è successo agli inizi del mese di giugno quando secondo il sito del Ministero della Salute risultavano al momento balneabili le zone di Calastro, Mortelle, Torre di Bassano.Diventa ora necessario intervenire con una vera pulizia delle acque, con la costruzione delle condotte sottomarine che convoglieranno le acque reflue nel depuratore di foce Sarno.

  • Ministero della salute - Balneabilità a Torre del Greco:

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata