TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 22/07/2015 Nuovi dati Arpac del 20 luglio che risultano di nuovo regolari ma la zona è sempre sotto controllo

    Ricerca personalizzata




    Coi nuovi dati Arpac del giorno 20 luglio, si ritorna ai valori normali, dopo l' emergenza scoppiata agli inizi di luglio per la zona di Santa Maria La Bruna, ed immediatamente vengono tolti i cartelli di divieto di balneazione affissi dopo l' ordinanza del sindaco di metà mese.

    Così viene ridata la balneabilità anche all' ultimo lato della litoranea che comprende ben cinque stabilimenti balneari posti fra via Gurgo e via Prota.





    Il giorno 13 luglio l' Arpac, su segnalazione della Guardia Costiera, ha realizzato dei prelievi nel punto routinario di sempre, trovando dei dati alterati. Dopo l' intervento della guardia costiera, sono stati fatti dei prelievi anche in un "punto studio" per il sospetto di irregolarità di scarichi fognari abusivi, ma i dati sono risultati positivi, come quelli successivi del 20 luglio che ci sono stati comunicati ma che non sono stati ancora pubblicati.

    Un altro dato che gli attivisti avevano contestato all' Arpac nel 2013, riguarda la distanza dalla costa a cui vengono effettuati i prelievi: gli attivisti commissionarono dei prelievi in proprio trovando dei valori più elevati per i prelievi più vicini alla costa, mentre l' Arpac per le tre spiagge di Portici aveva fatto i prelievi a 150 metri. Sembra che ora i prelievi non siano più fatti a 150 metri dalla costa ma dove l' acqua arriva ad 80 centimetri ma qualcuno pensa che a 150 metri dalla costa l' acqua è più inquinata a causa dei depuratori che sversano ad una certa distanza dalla costa.







  • 14/07/2015 Balneazione Torre del Greco, zona Stazione Santa Maria La Bruna: L' Arpac sconsiglia la balneazione
    Balneazione Torre del Greco, zona Stazione Santa Maria La Bruna: L' Arpac dichiara: pur essendo i parametri entro i limiti di legge, indagini più dettagliate sconsigliano la balneazione"...
  • 14/07/2015 La Guardia Costiera in collaborazione con Mare Sicuro 2015 svolge un' intensa attività per sicurezza balneazione ed ecosistema marino/costiero

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata