TuttoTrading.it

Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2020 Divid.2021 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO


18/08/2014 Si parla di nuovo dei depuratori

Ricerca personalizzata





Gli impianti di via San Giuseppe alle Paludi (zona centrale della città) e di Viale Europa (nella periferia ovest del comune torrese) torneranno presto in attività come da decisione dell' amministrazione comunale di Torre del Greco che vuole organizzare la riattivazione degli impianti di depurazione che da tempo hanno smesso di funzionare.





E questo per poter risolvere il problema della balneabilitàessendo il mare in condizioni pessime, nonostante il via libera alla balneahilità da parte dell'Arpac dopo 10 anni ma ogni giorno compaiono scie di schiuma e sporcizia su tutta la litoranea.
Si spera che, con il ripristino dei due impianti costruiti e da anni fuori funzione, si possa favorire la balneabilità.
Ed ecco che nella zona di San Giuseppe alle Paludi l'iniziativa appena annunciata ha scatenato una vera e propria rivolta nel quartiere di San Giuseppe che si oppongono al via libera al depuratore e chiedono, invece, di trasformare la zona interessata in un parco.







Ma i depuratori saranno ad altissima tecnologia e saranno silenziosi in modo da evitare i tanti disagi legati al loro funzionamento.
I sepuratori saranno inoltre interrati in modo da poter rivalutare l' intera zona trasformandola in parco pubblico.
L' installazione dei nuovi depuratori che sostituiranno quelli vecchi che hanno funzionato a singhiozzo nel breve periodo di attività, sversando i reflui fognari direttamente in mare tramite condotte sottomarine ad altissima tecnologia.

L'ultimo sopralluogo fu fatto nel maggio 2013 quando la III Commissione consiliare speciale per il controllodelle bonifiche ambientali e i siti di smaltimento rifiuti ed ecomafie visitarono gli impianti di depurazione e misero in luce le problematiche relative ai due depuratori della città per deciderne l'immediata dismissione. Mancava infatti il collettore comprensoriale che con una spesa di 35 milioni di euro collegava con quello di foce Sarno. Al sopralluogo parteciparono anche il vicesindaco Lorenzo Porzio, il direttore generale della Cori Francesco Rodriguez e l'allora presidente della comissione regionale Antonio Amato, oltre ai tecnici dell'Arpac che espressero parere negativo circa il funzionamento dei depuratori già esistenti.

26/07/2014 IPOTESI DEPURATORE A TORRE DEL GRECO

 Sembra proprio che, fra le quattro proposte per la costruzione del depuratore a Torre del Greco, il comune si stia organizzando per avviare la più semplice, quella che prevede il rafforzamento del depuratore giù a San Giuseppe alle Paludi. Immediata la reazione degli abitanti del posto che vogliono protestare e denunciare ma al tempo stesso vogliono proporre una soluzione per trasformare definitivamente una zona così degradata: la realizzazione di un parco urbano sul mare al posto di quell'orrendo impianto, porterebbe a frequentare la zona anche i non residenti a vantaggio della riqualificazione dell'intero quartiere ed automaticamente aumenterebbe il senso civico dei residenti che adesso lascia molto a desiderare.
E' stato aperto anche il gruppo Social Street di via San Giuseppe alle Paludi
https://www.facebook.com/groups/1563150727246312/
Intanto sui depuratori e la sporcizia del mare circolano tanti video come questo
http://www.torremare.net/cronaca/3385CR.htm
Leggi anche il thread da Segnaliamo cosa non va nel comune di Torre del Greco TORRE DEL GRECO
https://www.facebook.com/groups/174518375931336/permalink/702336579816177/
Dall' Archivio NOI AMIAMO LA NOSTRA CITTA'
https://www.facebook.com/groups/1438623663019218/permalink/1481451922069725/

  • Info Ambiente
  • Ricerca personalizzata