TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 31/08/2011 Fogna a cielo aperto in via Cupa San Pietro e via Calastro che scarica in mare

    Ricerca personalizzata





    La denuncia arriva da un consigliere comunale di Portici che scrive al sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, denunciando alcuni scarichi fognari che finiscono direttamente a mare nelle zone di via Cupa San Pietro e via Calastro. dopo un sopralluogo effettuato nella serata del 24 agosto scorso, riscontrando alcune irregolarità di uno scarico fognario, che seppur dotato di condotte sotterranee munite di pompe a sollevamento, era diretto verso il mare. Questa è la segnalazione:





    “Da sopralluogo effettuato a Torre del Greco – si legge nella nota inviata dal consigliere comunale di Portici, Francesco Portoghese, al sindaco corallino Ciro Borriello - in Via Cupa San Pietro e Via Calastro ho notato la condotta di scarico fognario diretto verso il mare nonostante la presenza di condotte sotterranee munite di pompe a sollevamento.







    Il sopralluogo effettuato in data 24 Agosto 2011 alle ore 11.28 è stato documentato con foto e video del sottoscritto a certificare la verità su quanto le sto riportando: la situazione non è per niente rosea in quanto, come confermato anche da alcuni bagnanti e residenti del luogo, durante i periodi di piena, le acque reflue si mescolano con le acque bianche fuoriuscendo dalle condotte preposte. In questa situazione – continua la lettera del consigliere di Italia dei Valori del comune di Portici -, l’intera strada viene sommersa da materiale putrido e igienicamente pericoloso che non permette neanche il passaggio di vetture civili o di emergenza.

     Inoltre, la tratta fognaria finisce per scaricare in mare una grande quantità di rifiuti essendo sempre aperta e comunque funzionante, ma non è tutto: la scogliera, infatti, sembra una vera e propria discarica a cielo aperto dove anche l’odore appare insopportabile.

    Il tutto confermato dalla condotta di Via Cupa San Pietro che fluisce in una condotta sotterranea attraverso un grata inadatta ad accogliere le grandi quantità di acqua. Infine, le sottolineo come l’impianto elettrico di emergenza presente in Via Calastro utile a garantire il corretto funzionamento delle pompe non è mai entrato in funzione come riferitomi dagli stessi residenti. Chiedo cortesemente delle risposte a riguardo e se già sono in essere seri provvedimenti”.

     Un problema questo che si aggiunge ai tanti altri: chiusura dei passaggi a livello, eliminazione degli spettacoli programmati, ecc.


  • Info Ambiente
  • Ricerca personalizzata