TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 06/02/2007 Il papa in Brasile. La preparazione e i primi dettagli del programma (Mattia Bianchi - Simona Santi, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Comincia a prendere forma il viaggio di Benedetto XVI nel paese latino americano. Aperto in questi giorni il sito internet ufficiale per seguire la visita, mentre trapelano le prime informazioni sul programma e la logistica.

    Sei giorni intensi scanditi da celebrazioni e incontri: un viaggio atteso che sta cominciando a prendere forma sia sul piano spirituale che logistico. Benedetto XVI sarà in Brasile dal 9 al 14 maggio per partecipare alla sessione inaugurale della V conferenza dell’episcopato latino americano e dei Caraibi (Celam). Nel più grande paese del continente, l’attesa è palpabile, come dimostrano le piccole e grandi notizie pubblicate ogni giorno dal sito ufficiale della visita (www.visitadopapa.org.br), on line dal 1° febbraio. Il programma delle giornate non è stato ancora reso noto (il 9 e 10 febbraio è previsto un nuovo sopralluogo del Maestro delle celebrazioni liturgiche, monsignor Piero Marini), ma fonti giornalistiche ed ecclesiali del Brasile lo hanno già anticipato.


    Il santuario di Aparecida
    (Foto Reuters)

    IL PROGRAMMA. Benedetto XVI partirà da Roma la mattina del 9 maggio per arrivare a San Paolo nel pomeriggio. Dopo la cerimonia di benvenuto, è previsto il trasferimento al monastero di San Benedetto, il luogo scelto dalla diocesi per ospitare il pontefice. Di solito, il papa alloggia nelle nunziature o negli arcivescovadi, ma in questo caso le strutture non erano adeguate e così, l’arcivescovo, cardinale Claudio Hummes, nominato da poche settimane prefetto della Congregazione per il clero, ha chiesto “aiuto” a padre Mathias Tolentino Braga, abate del Monastero. Il 10 maggio, il viaggio entrerà nel vivo con la mattinata dedicata all'incontro con il presidente della Repubblica Luis Inacio Lula, il pranzo con il praesidium dei vescovi brasiliani e la preghiera con i giovani, in programma nel tardo pomeriggio nello stadio municipale. La giornata dell’11 maggio sarà ricordata per la grande messa del mattino nell’aeroporto di Campo de Marte, a cui parteciperanno almeno un milione di persone, mentre nel pomeriggio, nella cattedrale cittadina, si svolgerà l’incontro con i vescovi del Paese, a cui seguirà la partenza per il santuario di Aparecida. La città mariana ospiterà i lavori della conferenza del Celam a cui prenderà parte anche Benedetto XVI. Sabato 12 maggio, spazio alla solidarietà e alla sensibilizzazione, con la visita alla comunità della Fazenda de Esperanca, realtà di recupero per giovani in difficoltà, fondata dal frate tedesco Hans Stapel. Dopo il pranzo con il presidium del Celam, il papa reciterà il rosario nel santuario. Domenica 13 maggio, infine, sarà la volta della Santa Messa al mattino, mentre nel pomeriggio il pontefice parlerà alla sessione inaugurale della conferenza del Celam. L’ultimo appuntamento, prima della cerimonia di congedo e la partenza in serata per Roma, con arrivo previsto in tarda mattinata di lunedì 14 maggio.

    IL SITO INTERNET. Come annunciato, il viaggio potrà essere seguito attraverso un sito internet realizzato dalla conferenza episcopale, dove sono state raccolte tutte le informazioni, una biografia del papa, le fotografie del Monastero di San Benedetto, ma anche i nomi dei partecipanti alle diverse Commissioni che stanno lavorando alla preparazione del viaggio, con i rispettivi responsabili.


    Fedeli in preghiera davanti alla Madonna di Aparecida
    (Foto Reuters)

    L’ATTESA DEI MONACI DI SAN BENEDETTO. "Il nostro Santuario è un posto meraviglioso, storico, è patrimonio artistico e si trova in un punto strategico della città". Padre Mathias parla con entusiasmo del monastero di San Benedetto, dove il papa alloggerà durante la sua permanenza a San Paolo. Nel suo alloggio di 38 metri quadrati, sono stati predisposti un collegamento internet e una piccola sala per le riunioni e la stanza è stata arredata con opere d'arte del complesso sacro dello stesso monastero. Un salotto dei frati sarà trasformato in refettorio per facilitare il pranzo all'entourage vaticano, mentre i giardini del chiostro saranno ampliati "in modo da consentire al papa di effettuare delle piccole passeggiate all'interno", ha aggiunto padre Mathias. In un'altra stanza, di fronte al piccolo appartamento papale, Benedetto XVI avrà a disposizione anche un pianoforte a coda: "Suonare è uno dei suoi passatempi preferiti", ha spiegato l'abate Mathias. Dalla sala dell'appartamento, il pontefice potrà affacciarsi su Largo San Benedetto, e potrà così salutare i fedeli.

    LA NUTRIZIONISTA AD APARECIDA. Tra le tante curiosità della visita, anche la presenza di una 'nutrizionista' che controllerà l'alimentazione e il cibo del pontefice durante il suo soggiorno al Santuario di Aparecida. È stato monsignor Raymundo Damasceno, vescovo di Aparecida, a nominare Gisela Palumbo Comarovschi Savioli come nutrizionista e responsabile per l'alimentazione del Pontefice e del suo entourage. La sua funzione sarà quella di organizzare tutta la parte operativa della cucina, così come la direzione, l'organizzazione, la supervisione dei servizi di alimentazione e di nutrizione, incluso il controllo di qualità dei generi e dei prodotti alimentari.

  • Archivio Papa in Brasile
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO