TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 28/01/2007 Il papa a Vigevano e Pavia. Le anticipazioni sulla visita del 21-22 aprile (Simona Santi, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Benedetto XVI visiterà le due città lombarde. Il 21 aprile, tappa a Vigevano, per proseguire a Pavia, dove il papa renderà omaggio alla tomba di Sant'Agostino. L'attesa delle chiese locali, le anticipazioni di Korazym.org.

    Vigevano e Pavia: il 21 e il 22 aprile. Sono queste le tappe del primo viaggio di Benedetto XVI in Italia (se si esclude la breve visita del 4 gennaio alla Caritas di Roma). Il 21 aprile, il papa si recherà a Vigevano, mentre in serata arriverà nella città di Pavia per rendere omaggio, il 22 aprile, alla tomba di Sant'Agostino. Un programma intenso che comincia a prendere forma e che Korazym.org è in grado di anticipare.

    VIGEVANO: MESSA E VISITA AL DUOMO. Una grande celebrazione in piazza Ducale, la principale di Vigevano, e una visita al Duomo di Sant'Agnese per incontrare i disabili e il mondo del volontariato. Sono questi i due principali appuntamenti del pontefice nella città lombarda. "Ho chiesto che tutta la diocesi si prepari a ricevere il papa come principio e fondamento visibile dell'unità nella fede - afferma il vescovo, monsignor Claudio Baggini - desidero che tutti possano vedere il papa che viene per confermare i fratelli nella fede". L'idea della trasferta a Vigevano nasce dopo l'invito poi accolto della diocesi di Pavia. Spiega il vescovo: "Ho fatto subito presente al Pontefice che Vigevano era l'unica diocesi della Lombardia che non aveva potuto ospitare Giovanni Paolo II". Il sito della diocesi di Vigevano riporta proprio in prima pagina la foto di Benedetto XVI e la scritta: "Il papa tra noi". Un "logo" accompagnerà tutto il cammino di preparazione alla visita del pontefice. Creato dal grafico Paolo Zeccara, sintetizza alcuni simboli che richiamano luoghi e aspetti della cittadina lombarda, raccolti sotto la grande Croce di Cristo, segno di fede e immagine di comunione tra i fedeli. In alto a sinistra viene tracciata l'immagine della facciata del duomo, luogo dove il pontefice celebrerà la messa. Dalla Croce partono alcuni "segni" che testimoniano aspetti culturali e sociali di quella terra: l'acqua, che ricorda il fiume Ticino, ma anche i numerosi riferimenti biblici, e dall'altra parte, il riso, testimonianza della realtà di Vigevano, ma anche simbolo di prosperità e di buon augurio.

    PROGRAMMA DEL VIAGGIO A VIGEVANO. Benedetto XVI si sposterà in aereo, a bordo di un volo dell'Alitalia, da Roma a Milano. Da qui, con l'elicottero, raggiungerà Vigevano; l'atterraggio è previsto allo Stadio della cittadina, e ad accoglierlo ci saranno un rappresentante del Governo (ancora da definire), l'ambasciatore dell'Italia presso la Santa Sede, Giuseppe Balboni Acqua, il nuovo Nunzio apostolico, monsignor Giuseppe Bertello, il presidente della Regione, Roberto Formigoni, il presidente della Provincia Vittorio Poma, e il sindaco di Vigevano, Ambrogio Cotta Ramusino. L'arrivo è previsto intorno alle 16.45. Successivamente, a bordo della papamobile, Benedetto XVI attraverserà la città fino all'arcivescovado. Alle 17.30 è invece prevista la celebrazione eucaristica nella Piazza Ducale, che contiene circa 4-5mila persone. Ma per la grande occasione sarà allestito anche un maxischermo, nella piazza attigua, dietro l'abside della Cattedrale. Al termine della solenne messa, il papa visiterà il duomo di Sant'Ambrogio, per un incontro con il mondo del volontariato e alcuni disabili. Intorno alle 20 Benedetto XVI, sempre con l'elicottero, ripartirà per Pavia, che dista circa 30 km.

    A PAVIA, VISITA OSPEDALE SAN MATTEO, UNIVERSITA' E TOMBA SANT'AGOSTINO. Il 22 aprile sarà invece la giornata dedicata all'incontro con la diocesi di Pavia. "L'attesa è grande e anche la gioia di questa scelta del Papa di venire tra noi - afferma il vescovo, monsignor Giovanni Giudici - ci stiamo preparando all'incontro sviluppando una riflessione sul Ministero di Pietro, e poi mettendo a disposizione del papa la preghiera. Organizzeremo infatti - prosegue il prelato - un'adorazione notturna continua. Ogni parrocchia e comunità darà del tempo a disposizione per garantire una preghiera continua". Come è nata l'idea della visita a Pavia? "Il papa manifestò il suo desiderio molto forte di visitare la città e la tomba di San Agostino", risponde monsignor Giudici, ricordando che "Giovanni Paolo II la visitò solamente nel 1984 nel contesto del pellegrinaggio sui luoghi di San Carlo Borromeo".

    PROGRAMMA DEL VIAGGIO A PAVIA. Benedetto XVI arriverà a Pavia nella serata del 21 aprile. Dormirà nella sede del Vescovado. La mattina del 22 aprile, si terrà l'incontro con il mondo della sofferenza e della sanità: Benedetto XVI si recherà infatti all'Ospedale San Matteo, il più importante della città. A seguire si terrà la celebrazione eucaristica, mentre nel pomeriggio ci sarà un incontro con il mondo dell'Università, docenti e studenti. Da ricordare che l'Ateneo di Pavia è uno dei più antichi d'Italia. Infine, il momento più significativo della giornata: la visita e la preghiera alla tomba di Sant'Agostino, nella Chiesa di San Pietro in Ciel d'Oro. Qui pregherà davanti all'Arca marmorea di Sant'Agostino in cui sono custodite le reliquie del vescovo d'Ippona, fatte pervenire dal re longobardo Liutprando nell'VIII secolo. Sant'Agostino è uno dei Padri della Chiesa più citati da Benedetto XVI, che nel 1953 divenne dottore in teologia con la tesi 'Popolo e casa di Dio nella dottrina della Chiesa di Sant'Agostino'. La sera del 22 aprile è previsto il rientro in Vaticano.

  • Archivio Vaticano
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO