TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 25/01/2007 Per la GMG, un traffico “olimpico” (Mattia Bianchi, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Accanto alla preparazione spirituale, la macchina organizzativa della Giornata mondiale della gioventù di Sydney 2008 sta mettendo a punto i dettagli logistici. Approvato il piano d’azione per il traffico.

    Leggi speciali per la gestione del traffico, con le stesse regole usate in occasione delle Olimpiadi del 2000. La preparazione alla GMG del 2008 entra nel vivo non solo sul piano spirituale, ma anche su quello logistico-organizzativo.

    È di queste ore la notizia dell’approvazione del piano della sicurezza stradale, che è sarà coordinato ad un esperto, Roy Wakelin-King. Ecco così che durante l’evento, in programma dal 15 al 20 luglio del 2008, la vita cittadina sarà rimodellata per favorire lo svolgimento dell’incontro dei giovani del mondo con il papa. Saranno create nuove corsie e sarà possibile chiudere le strade senza preavviso oltre a stabilire nuove soglie del rumore per i siti dell’evento. Wakelin-King ha annunciato anche i dettagli in tema di multe.

    Gli individui e le compagnie che gestiranno parcheggi illegali nelle zone vicine ai luoghi della GMG potranno pagare fino a 25mila dollari australiani, mentre i motociclisti che viaggeranno nelle corsie dedicate rischieranno una contravvenzione fino a 2200 dollari australiani. La vendita abusiva di prodotti, infine, sarà punita con multe di 5mila dollari.

    20/01/2007  GMG di Sydney, gli italiani non più di 17mila (Mattia Bianchi, http://www.korazym.org) 

    L’Australia non è dietro l’angolo e alla Giornata mondiale della gioventù del 2008, i giovani italiani saranno poche migliaia. Intanto, mons. Anthony Fisher ribadisce: “Sarà una GMG di comunione e solidarietà”.

    Un’affluenza compresa tra le 8mila e le 17mila persone. Sarà di quest’ordine la partecipazione dei giovani italiani alla Giornata mondiale della gioventù del 2008: cifre fornite dal direttore del Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della Cei, mons. Paolo Giulietti che ha tuttavia, anticipato la possibilità di una “partecipazione virtuale, non solo individuale ma collettiva dei giovani”. Ricorso al web e alle nuove tecnologie, dunque, mentre in Australia si avvicina la data di apertura delle iscrizioni, prevista a marzo. Interpellato sulla questione, mons. Anthony Fisher, coordinatore generale dell’evento, ha sottolineato ancora una volta i criteri solidali della partecipazione, con i giovani dei paesi ricchi in campo per aiutare quelli dei paesi poveri.

    Il vescovo ha sottolineato che la prima GMG d’Oceania servirà anche a coinvolgere i giovani delle nazioni del Pacifico come Salomone, Fiji, Timor Est, Papua Nuova Guinea, Vanuatu, Isole Marshall, che spesso non hanno potuto partecipare, a causa degli alti costi, alle altre GMG in altri continenti. “Per molti sarà un’opportunità unica e irripetibile per la loro vita. Sarà certo un momento speciale di grazia”, ha spiegato mons. Fisher. In ogni caso, anche per i giovani occidentali, il pacchetto di partecipazione, che comprende il soggiorno di una settimana, con vitto, alloggio e assicurazione sanitaria, non dovrebbe superare i 400 dollari australiani (240 euro circa).

    Intanto il comitato organizzatore sta continuando a operare in vista dell’evento GMG. La macchina organizzativa sta occupandosi degli eventi spirituali e culturali che caratterizzeranno la settimana della GMG, a Sydney e in altre città australiane. “Intendiamo vivere una GMG con lo stile dei giovani del Pacifico”, ha detto Mons. Fischer. Il tema della GMG 2008 è “Avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni”  

    16/01/2007 Verso la GMG, riflettendo sulla sessualità (Marco Fabi, http://www.korazym.org)

    Continua a ritmo spedito il cammino di preparazione alla Giornata mondiale della gioventù del 2008. Il comitato organizzatore di Sydney ha presentato ieri la nuova tappa dell’”E-pilgrimage”, la newsletter mensile con aggiornamenti e piste di riflessione diffusa on line. Per il mese di gennaio, spazio al tema della sessualità, prendendo spunto dalle catechesi di Giovanni Paolo II sul corpo, dall’enciclica di Benedetto XVI “Deus Charitas Est” e dalla testimonianza di fede dei beati Luigi e Maria Beltrame.

    “Nel mondo moderno – scrive mons. Anthony Fisher, vescovo delegato all’organizzazione dell’evento - l’importanza del sesso è spesso sopravvalutata, come se non fosse possibile essere felici senza aver fatto del sesso, oppure sminuita, resa volgare e banale, come se il sesso fosse una qualunque delle funzioni umane”. “Sappiamo bene – prosegue - che il corpo, la sessualità e la fertilità sono beni preziosi ed importanti attraverso i quali esprimere gli aspetti più nobili dei rapporti umani, che però possono anche essere utilizzati per ferire e sfruttare”.

    E ancora: “Il sesso è un passatempo? E’ forse il corpo solo un prodotto da vendere e compare? Quando l’intimità sessuale è appropriata? Devo per forza avere un vita sessuale attiva per essere felice? Dovrei aspettare fino a quando avrò compreso ed assimilato il vero significato del matrimonio? Qual è il significato di questo particolare “linguaggio del corpo”?”. “In fondo – continua mons. Fisher - ognuno di noi sa come il corpo, la sessualità e la fertilità siano beni preziosi ed importanti attraverso i quali esprimere gli aspetti più nobili dei rapporti umani, che però possono anche essere utilizzati per ferire e sfruttare. Questo è il contesto in cui si colloca la meravigliosa serie di lezioni di Giovanni Paolo II sul dono e significato della sessualità tenute agli inizi del suo Pontificato. I discorsi, tenuti durante le udienze del mercoledì, sono stati raccolti sotto il titolo di “Teologia del Corpo”. Per molti queste lezioni sono tuttora degli utili strumenti introspettivi nella comprensione del proprio corpo e della propria sessualità”.

    “Nell’incominciare questo nuovo anno con tanti buoni propositi per la nostra vita, - conclude il vescovo - ricordiamo che anche noi possiamo essere redenti, sia spiritualmente che fisicamente, e riportati dalla grazia di Cristo sul cammino che Dio ha preparato per noi”.

    10/01/2007 A Sydney con 30 euro. E la GMG diventa solidale (Mattia Bianchi, http://www.korazym.org)

    Presentati i pacchetti di partecipazione alla Giornata mondiale della gioventù del 2008. Le quote sono state fissate in base ai paesi di provenienza: per i giovani del Sud del mondo, un'iscrizione simbolica.

    Per i ragazzi dei paesi in via di sviluppo l’iscrizione alla Giornata mondiale della gioventù di Sydney costerà soltanto 30 euro, ferme restando le spese di viaggio. È questa la notizia significativa che arriva dal Comitato organizzatore del grande evento dei giovani con il papa, in programma dal 15 al 20 luglio 2008 in Australia. Come spiegato da Korazym.org, la GMG rappresenta una sfida logistica e organizzativa che di solito comporta costi molto alti, coperti da finanziamenti pubblici e privati, dalla vendita di gadget e da sponsor, ma anche dal contributo dei partecipanti che durante le giornate di incontro hanno garantiti vitto, alloggio e trasporti. Per l’evento del 2008, è stata introdotta però una novità: una modulazione delle quote di iscrizione, in base ai paesi di provenienza.

    "Sappiamo che per molte persone in Oceania, potrebbe essere l'unica opportunità di partecipare ad una Giornata Mondiale della Gioventù; – ha detto il vescovo coordinatore della GMG, monsignor Anthony Fisher - per questo uno dei nostri obiettivi è stato quello di ridurre al minimo la spesa di partecipazione per i pellegrini provenienti da quei paesi dell'Oceania che sono ancora in via di sviluppo. Siamo inoltre riusciti a fare in modo che il costo dei pacchetti per i pellegrini che verranno a Sydney da paesi a basso reddito sia inferiore rispetto a quanto pagato per la Giornata Mondiale della Gioventù del 2005. Abbiamo mantenuto invariato, rispetto al 2005, i prezzi dei pacchetti per i pellegrini dei paesi con reddito medio basso".

    In concreto, la quota sarà compresa tra un massimo di 395 dollari australiani (237 euro circa) per i giovani dei paesi più ricchi e un minimo di 50 dollari (30 euro) per quelli dei paesi più poveri. Il tutto, secondo i criteri fissati dalla Banca mondiale. Dal Comitato anche l’assicurazione che i visti per i pellegrini regolarmente registrati saranno esenti da tasse governative e non vi saranno restrizioni al numero di visti emessi per ciascun paese. Inoltre, ha spiegato mons. Fisher, "il pacchetto più completo offre ai pellegrini che si registrano regolarmente una notte aggiuntiva rispetto a quanto proposto per la GMG del 2005, 18 pasti e l'utilizzo dei mezzi di trasporto cittadini (autobus, treno, traghetto) durante tutta la settimana della GMG”.

    Tutti i pellegrini riceveranno come sempre la sacca del pellegrino, il programma completo e i pass necessari per usufruire dei vari servizi, oltre ad essere coperti da assicurazione medica per eventuali emergenze. Le registrazioni per i gruppi apriranno entro la fine di marzo 2007 mentre quelle individuali verso la metà del 2007.

    Archivio Papa e Islam

  • Archivio Notizie Papa ed Islam
    Archivio Notizie Papa ed Islam

  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO