TuttoTrading.it

15/07/2003 Il Cristo Morto e Risorto di Pierotti è in un cantiere a Settebagni! (Serena Sartini, http://www.korazym.org)  

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Una speciale missione quella della delegazione di Korazym.org e di Catholicpressphoto.com a Settebagni per accertare la precisa collocazione del Cristo che a Tor Vergata in quell'agosto 2000 affascinò due milioni di giovani.

In via Settebagni 727, all'inizio della lunga via che collega via Salaria a via della Bufalotta, e sotto il ponte del grande raccordo anulare, si trova un'impresa edile privata che ha avuto l'incarico di "custodire" il Cristo bronzeo.

Ed infatti l'opera è ancora là, nella sua meraviglia e maestosità. Ma la cosa non ci consola! Pensavamo, o forse speravamo, che il Crocifisso fosse stato spostato e avesse trovato la sua giusta collocazione: una Chiesa! Non è chiedere molto . d'altronde, un crocifisso dove dovrebbe finire? Troppo normale per essere vero.

Tra i mattoni, una vespa bianca abbandonata, erbaccia ed alcuni container, l'opera sacra di oltre 2 tonnellate è accantonata all'aperto, coperta solo da un grande telone verde, in posizione orizzontale. Ha due dita della mano sinistra staccate, alcuni graffi sul corpo.

"L'abbiamo già venduta. Proprio ieri!" dice, scherzando, uno dei responsabili del deposito. E poi continua. "Quando mi hanno chiamato per andarlo a prendere, mi hanno detto: c'è una croce a Tor Vergata da portare via. Avevo preso con me solo un ragazzo . quando l'ho vista, mi sono detto: alla faccia del Crocifisso, questo peserà oltre 40 quintali. Così sono tornato indietro, ho preso una gru e l'abbiamo trasportato a Settebagni".

Sono gentili i due responsabili dell'impresa e ci scoprono il Cristo. "E' la terza volta che lo scopriamo. Le altre due volte l'abbiamo fatto per lo scultore! Voi siete i primi a vederlo, dopo l'autore dell'opera".

Ci riteniamo soddisfatti, da una parte. Dall'altra usciamo dallo spiazzo con l'amaro in bocca. Possibile che una scultura così maestosa e bella debba essere lasciata in queste condizioni, coperta, sperduta in un cantiere di Settebagni, invece di essere pregata, venerata e custodita in una Chiesa? Pensavamo che fosse scontata una simile collocazione.

I custodi dell'impresa edile ci lasciano con una piccola speranza: "Ci hanno avvertito che presto verranno a prenderla per portarla nella Chiesa di Tor Vergata, ma non sappiamo ancora quando esattamente". Presto, aggiungiamo noi: ce lo auguriamo!

  • Archivio Notizie Papa ed Islam
  • Archivio Vaticano
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO