TuttoTrading.it

07/10/2008 CONCORRENZA. Antitrust avvia istruttoria su Ferrovie dello Stato (BS, http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

L'Antitrust ha avviato un'istruttoria per possibile abuso di posizione dominante nei confronti di Ferrovie dello Stato e di Rete Ferroviaria Italiana "per verificare - informa l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - se abbiano posto in essere un abuso di posizione dominante nei mercati nazionali dell'accesso alle infrastrutture ferroviarie, necessarie allo svolgimento del trasporto ferroviario di passeggeri, con particolare riferimento al trasporto ad alta velocità". Il provvedimento scaturisce infatti da una segnalazione della società Nuovo Trasporto Viaggiatori (NTV).

Secondo la denuncia di NTV, la società fondata da Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Gianni Punzo e Giuseppe Sciarrone con l'obiettivo di lanciare il servizio viaggiatori privato ad alta velocità, "la società RFI - informa il Garante - avrebbe posto in essere comportamenti dilatori di fronte alla richiesta, avanzata da NTV, di accesso ed utilizzo del Centro di manutenzione e delle infrastrutture tecniche dell'impianto Dinamico Polifunzionale del Nodo di Napoli e di accesso agli Spazi nei fabbricati viaggiatori". La nuova società intende operare dal primo gennaio 2011 e ha chiesto l'accesso alle infrastrutture di proprietà Fs.

L'istruttoria, che dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2009, "dovrà stabilire se il comportamento opposto dal gruppo Ferrovie dello Stato per il tramite della controllata RFI, Rete Ferroviaria Italiana, sia ingiustificato e idoneo a ostacolare l'ingresso di un nuovo concorrente in un mercato appena liberalizzato, favorendo la controllata Trenitalia, con pregiudizio del consumatore finale".

07/10/2008 CONCORRENZA. Antitrust avvia istruttoria verso Sky Italia (BS, http://www.helpconsumatori.it)

L'Antitrust ha avviato un'istruttoria nei confronti di Sky Italia per verificare un possibile abuso di posizione dominante nei confronti della società Conto Tv. Il procedimento è stato avviato dopo la denuncia di Conto Tv, emittente televisiva che trasmette programmi a pagamento sulla piattaforma satellitare, su internet e, limitatamente ad alcune aree del territorio, sul digitale terrestre.

Secondo la denuncia, informa l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, "le condizioni imposte da Sky a Conto Tv per l'acquisto dei servizi necessari ad accedere alla propria piattaforma tecnica sono definite in maniera non trasparente, non riflettono i costi sottostanti della stessa Sky e raggiungono un valore particolarmente elevato in termini assoluti nel caso di offerta dei contenuti di maggior richiamo, quali gli incontri calcistici". Secondo Conto Tv, dunque, le condizioni economiche richieste da Sky rappresenterebbero un "comportamento anticoncorrenziale".

L'istruttoria Antitrust si dovrà chiudere entro il 31 dicembre 2009 e, informa il Garante, "è volta a verificare se le condizioni economiche imposte da Sky a Conto Tv abbiano effettivamente natura discriminatoria e configurino un abuso di posizione dominante finalizzato ad escludere i potenziali concorrenti, limitando la capacità di competere nell'acquisizione dei contenuti 'premium' e, quindi, lo sviluppo della concorrenza nel mercato italiano della pay-tv, con danno per i consumatori, in termini di prezzi più elevati e di ridotta varietà e qualità della programmazione".

08/10/2008 ENERGIA. Antitrust avvia istruttoria nei confronti del Gruppo Enel (LM, http://www.helpconsumatori.it)

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha avviato un'istruttoria nei confronti del gruppo Enel per verificare il possibile abuso di posizione dominante. Il procedimento è stato avviato in seguito alla denuncia inviata dalla società Exergia. L'Autorità valuterà a breve se saranno necessarie misure cautelari per evitare danni gravi e irreparabili alla concorrenza. Lo riferisce l'AGCM in una nota.

L'accusa che Exergia muove ad Enel è di "aver fornito dati anagrafici e di consumo deliberatamente errati ed incompleti". Exergia, società indipendente attiva nella vendita di energia elettrica, ha vinto, per l'Italia settentrionale, la gara indetta dall'Acquirente Unico per l'assegnazione del servizio di salvaguardia, per il periodo 1/5/08 - 31/12/08. Per poter operare in modo efficiente, il nuovo esercente del servizio di salvaguardia aveva però bisogno "di ricevere dagli esercenti uscenti una stima dei consumi orari aggregati previsti e tutte le informazioni necessarie per la gestione del rapporto contrattuale con gli utenti in regime di salvaguardia".

Secondo Exergia Enel Servizio Elettrico (il più importante esercente uscente) avrebbe fornito dati anagrafici e di consumo relativi ai clienti in regime di salvaguardia nelle aree del nord Italia deliberatamente "errati ed incompleti", mentre Enel Distribuzione avrebbe "fornito aggiornamenti errati e avrebbe fatturato oneri di trasporto non dovuti". Tali condotte avrebbero avuto l'obiettivo di procurare un danno economico alla società, di impedirle di fornire adeguatamente i clienti in salvaguardia e di formulare nei loro confronti offerte finalizzate al passaggio degli stessi al mercato libero come clienti di Exergia.

La società indipendente ha interrotto quindi i pagamenti a Enel Distribuzione per verificare, tramite una propria attività interna di riconciliazione dei dati, quali fossero le somme effettivamente dovute. ENEL Distribuzione ha chiesto ad Exergia di saldare i propri debiti, pena l'interruzione del contratto di trasporto a partire dal 1/11/08.

In conclusione, l'Autorità dovrà verificare se la denuncia sia fondata e se l'insieme delle condotte segnalate riduca la concorrenza nei mercati della vendita di energia elettrica ai clienti finali non domestici, con un aumento dei prezzi pagati, sia nell'immediato che nel prevedibile futuro, che si rifletterebbe nei prezzi dei beni finali che con tale energia sono prodotti.

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Tutela del Consumatore
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO