TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 03/12/2011 Al via anche a Torre del Greco il mercato di "Campagna Amica" (Carlo Cristarelli, http://www.comune.torredelgreco.na.it)

    Ricerca personalizzata

  • 03/12/2011 Al via il Mercato dei Contadini (Biologico) di dicembre a piazza Carità
    Guarda anche il pdf con gli appuntamenti del biologico a Piazza Carità

    Il calendario del mercato di “Campagna Amica”, proposto dagli agricoltori della Coldiretti per l’acquisto diretto di prodotti del territorio, si arricchisce di un nuovo appuntamento. Farà infatti tappa anche a Torre del Greco, con cadenza mensile, a partire da domenica 4 dicembre 2011.

    Dalle ore 8:00 alle 13:00, gli stand degli agricoltori prenderanno posto lungo Via Roma pronti ad offrire alle famiglie locali un’altra opportunità di acquisto nel segno della freschezza, genuinità, gusto e convenienza. “Questa iniziativa di vendita diretta - afferma il presidente di Coldiretti Napoli, Mena Caccioppoli - nasce da una positiva collaborazione tra Campagna Amica di Coldiretti e il Comune di Torre del Greco, entrambi attenti alle esigenze del mondo dell’impresa e del consumo.
     
    Regalandosi una passeggiata in centro sarà possibile acquistare formaggi (prodotti con latte di vacca, capra e bufala) e salumi in arrivo genuini dagli allevamenti del territorio, ma anche miele, carni, legumi, ortofrutta di stagione, olio, vino, conserve ed altri prodotti campani, proposti dagli agricoltori, in un filo diretto fra la campagna e le famiglie. Il Mercato di Campagna Amica rappresenta la vetrina di tutta l’agricoltura. È un’occasione per dire ai consumatori: comprate italiano, pretendete che gli alimenti che portate in tavola siano autenticamente made in Italy, dalla loro origine. Con il Mercato mostriamo alle famiglie quale sia il volto, quale sia il valore aggiunto, della nostra agricoltura. E possiamo anche dimostrare che, all’origine, i prodotti agricoli hanno prezzi convenienti, ragionevoli”.

    Con questa iniziativa intendiamo rafforzare il rapporto tra città e campagna, attraverso il consumo di prodotti di qualità per una sana alimentazione in favore delle famiglie e delle imprese - aggiunge l’Assessore alle Attività Produttive Domenico Maida, che punta a far diventare l’evento un appuntamento fisso per la Torre del Greco - Il successo finora riscontrato dalle giornate dedicate all’agrimercato serve da stimolo per consolidare la nostra azione volta a garantire alle fasce più disagiate, e non solo, di beneficiare dell’effettiva convenienza dei prezzi e della bontà dei prodotti del territorio posti in vendita”.

    Oltre a garantire alimenti di qualità al giusto prezzo, il Mercato di Campagna Amica riporta al centro della spesa il concetto di stagionalità, con effetti positivi non solo sulle tasche ma anche sulla salute: “i prodotti alimentari freschi, come la frutta e verdura acquistati al mercato degli agricoltori o direttamente nelle azienda agricole, durano fino a una settimana in più rispetto a quelli dei canali di vendita tradizionali. Anche questo dato, che emerge da una recente analisi della Coldiretti, aiuta a comprendere il grande successo dei Mercati di Campagna Amica - rileva il direttore della Coldiretti campana e di Napoli Lucio Prisco Sorbo - I prodotti a km zero provengono direttamente dalle aziende del territorio, non devono subire intermediazioni commerciali, conservazioni intermedie in magazzino e lunghi trasporti che compromettono la freschezza degli altri prodotti prima di arrivare sul banco di vendita. Ai nostri stand i consumatori trovano prodotti raccolti in giornata nelle campagne”.

    Una “marcia in più” riconosciuta dal successo di mercato in tutta Italia, con 13,5 milioni di cittadini coinvolti nel 2009 nei mercati di Campagna Amica, che in soli due anni si sono moltiplicati passando dai 109 del 2008 ai circa 750 del 2011.

    http://www.comune.torredelgreco.na.it Al via anche a Torre del Greco il mercato di Campagna Amica

    03/12/2011 Al via anche a Torre del Greco il mercato di Campagna Amica (http://www.napoli.coldiretti.it)

    Molto atteso dai cittadini-consumatori, il calendario del mercato di Campagna Amica proposto dagli agricoltori della Coldiretti per l’acquisto diretto di prodotti del territorio si arricchisce di un nuovo appuntamento.

    Farà tappa anche a Torre del Greco con cadenza mensile a partire da domenica 4 dicembre 2011. Dalle ore 9 alle 13.30 gli stand degli agricoltori prenderanno posto lungo Via Roma pronti ad offrire alle famiglie locali un’ altra opportunità di acquisto  nel segno della freschezza, genuinità, del gusto e della convenienza. Questa iniziativa di vendita diretta - afferma il presidente di Coldiretti Napoli Mena Caccioppoli - nasce da una positiva collaborazione tra Campagna Amica di Coldiretti e il Comune di Torre del Greco, entrambi impegnati e attenti alle esigenze del mondo dell’impresa e del consumo.

    Regalandosi una passeggiata in  centro sarà possibile acquistare formaggi (prodotti con latte di vacca, capra e bufala) e salumi in arrivo genuini dagli allevamenti del territorio, ma anche miele, carni, legumi, ortofrutta di stagione, olio, vino, conserve ed altri prodotti ‘Made in Campania, proposti dagli agricoltori, in un filo diretto fra la campagna e le famiglie.

    “Il Mercato di Campagna Amica rappresenta la vetrina di tutta l’agricoltura. E’ un’occasione per dire ai consumatori: comprate italiano, pretendete che gli alimenti che portate in tavola siano autenticamente made in Italy, dalla loro origine” –sottolinea il presidente di Coldiretti Napoli Mena Caccioppoli. Con il Mercato mostriamo alle famiglie quale sia il volto, quale sia il valore aggiunto, della nostra agricoltura.

    E possiamo anche dimostrare che, all’origine, i prodotti agricoli hanno prezzi convenienti, ragionevoli.”  “E’ un modo per rafforzare il rapporto città campagna e il consumo di prodotti di qualità per una sana alimentazione in favore delle famiglie e delle imprese “dice l’Assessore alle attività produttive Vincenzo Maida che punta a far diventare l’evento un appuntamento fisso per la Città.

    ”Il successo finora riscontrato dalle giornate dedicate all’agrimercato – evidenzia Maida - serve da stimolo per consolidare la nostra azione per garantire alle fasce più disagiate e non solo, di beneficiare dell’effettiva convenienza dei prezzi e della bontà dei prodotti del territorio posti in vendita. Oltre a garantire alimenti di qualità al giusto prezzo ai cittadini e reddito agli agricoltori, il Mercato di Campagna Amica punta a una vera e propria rivoluzione dei modelli di consumo, riportando al centro della spesa il concetto di stagionalità e di spesa di prodotti del territorio, con effetti positivi non solo sulle tasche ma anche sulla salute.

    “I prodotti alimentari freschi come la frutta e verdura acquistati al mercato degli agricoltori o direttamente nelle azienda agricole durano fino a una settimana in più rispetto a quelli dei canali di vendita tradizionali.

    Anche questo dato, che emerge da una recente analisi della Coldiretti, aiuta a comprendere il grande successo dei Mercati di Campagna Amica – rileva il direttore della Coldiretti campana e di Napoli Lucio Prisco Sorbo”. –.  I prodotti a km zero provengono direttamente dalle aziende del territorio, non devono subire intermediazioni commerciali, conservazioni intermedie in magazzino e lunghi trasporti che compromettono la freschezza degli altri prodotti prima di arrivare sul banco di vendita. Ai nostri stand i consumatori trovano prodotti raccolti in giornata nelle campagne”.

    Una “marcia in più” riconosciuta dal successo di mercato in tutta Italia, con 13,5 milioni di cittadini coinvolti nel 2009 nei  mercati di Campagna Amica, che in soli due anni si sono moltiplicati passando dai 109 del 2008 ai circa 750  del 2011. Al via anche a Torre del Greco il mercato di Campagna Amica

    06/12/2011 Natale: contro la crisi e l' inquinamento (www.coldiretti.it)

    Contro la crisi economica, l’inquinamento ambientale e le trappole del mercato, per preparare cenoni e confezionare in modo gustoso cesti da donare a se stessi o agli altri, per le prossime festività è possibile risparmiare, alimentarsi di cose gustose e sane, contribuire a ridurre rifiuti,  emissioni di anidride carbonica acquistando direttamente dagli agricoltori frutta, ortaggi, formaggi, vino, olio e salumi e altre specialità alimentari della tradizione natalizia a km zero. Ad affermarlo è Coldiretti che annuncia per le prossime festività del mese di dicembre numerosi appuntamenti a Napoli con il mercato di Campagna Amica con il seguente calendario:
    • al Centro Direzionale il 7, il 14, il 21 e il 28;
    • in Villa Comunale l’11;
    • a Piazza Dante l’11 e il 24;
    • a Fuorigrotta in Piazza San Vitale l’8, l’11, il 15, il 18,  il 23 e il 30;
    • al Vomero in Piazza Immacolata il 7, il 10, l’11, il 14, il 17,  il 18, il 21, il 23, il 28 e il 30;
    • al Vomero in Piazza 4 giornate il 18.

    L’iniziativa viene incontro alla tendenza secondo cui la crisi – evidenzia la Coldiretti - spinge verso regali utili e premia dunque l’enogastronomia anche per l'affermarsi di uno stile di vita attento a ridurre gli sprechi che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi della tradizione del territorio.


    Secondo quanto emerge da un sondaggio on line sul sito www.coldiretti.it sul regalo che gli adulti vorrebbero trovare sotto l’albero nel Natale 2011,  con oltre la metà (52 per cento) delle preferenze il cesto di prodotti dell’enogastronomia tradizionale batte di gran lunga l’ultima novità della tecnologia informatica del futuro che con il 9 per cento si colloca in fondo alla lista. Tra i prodotti segnalati nelle preferenze al secondo posto - sottolinea la Coldiretti - si trova l'abbigliamento con il 13 per cento, libri, dvd o cd con il 12 per cento mentre  il 14 per cento fa scelte diverse.  


     I tradizionali mercatini di Natale sono particolarmente gettonati con quasi due milioni di campani che acquisteranno i regali per se stessi e gli altri, secondo una tendenza che unisce un momento di svago con la possibilità di fare acquisti anche curiosi ad "originalità garantita" per sfuggire alle solite offerte standardizzate. Una preferenza che si esprime anche con il boom degli acquisti direttamente dagli imprenditori agricoli in azienda o nei mercati e botteghe di Campagna Amica dove è garantita genuinità, convenienza e una maggiore originalità rispetto alle offerte natalizie standardizzate dei punti vendita tradizionali. In molti casi - conclude la Coldiretti - è possibile prepararsi o farsi preparare i tipici cesti natalizi con prodotti inimitabili caratteristici del territorio.


     Quasi tre campani su quattro (73 per cento) per lo shopping del Natale 2011 intendono acquistare prodotti Made in Campania mostrando un livello di patriottismo molto piu’ elevato della media dei cittadini europei che solo nel 60 per cento dei casi hanno lo stesso obiettivo di sostegno al proprio Paese, secondo una analisi della Coldiretti sulla base dell'indagine “Xmas Survey 2011” di Deloitte, che stima per lo shopping di Natale una spesa di 625 euro a famiglia, in  leggero calo del 2,3 per cento rispetto allo scorso anno.


    La scelta made in Campania nell’alimentare è giustificata dal fatto che nella Campania Felix si trova  un gran numero di imprese biologiche e una estesa superficie bio. L’agroalimentare Made in Campania - conclude la Coldiretti - puo’ contare su 13 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta riconosciuti dall'Unione Europea senza contare le circa 500 specialità tradizionali censite, mentre sono 19 i vini a denominazione di origine controllata (Doc), controllata e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica.

    http://www.napoli.coldiretti.it

    10/12/2011 Mercatino biologico di Portici: rischio chiusura

    “In occasione del mercatino biologico che si terrà domenica 11 dicembre in via Leonardo Da Vinci, chiediamo il controllo della vendita ed eventuali somministrazioni di prodotti alimentari, in quanto più volte, da parte dei cittadini, sono state espresse perplessità sul mantenimento e la conservazione dei prodotti  venduti, in assenza totale di qualsiasi norma igienico sanitaria”.

    Questa è una nota della denuncia firmata da Anna Rosaria Cafiero, presidente dell’associazione Fenalca, Luigi Formisano di Aicast e da Antonio Lippolis di Borgo Antico. Si lamenta una assenza totale di qualsiasi norma igienico sanitaria, perplessità sul mantenimento e la conservazione dei prodotti alimentari, evasione fiscale e vendita di prodotti cinesi. Queste le gravi accuse mosse dalle associazioni dei commercianti all’indirizzo del mercatino biologico, che ogni terza domenica del mese staziona su viale Leonardo Da Vinci.

    Si parla di una petizione per annullare il mercatino biologico e si stanno raccogliendo firme.

    La protesta riguarda i residenti di via Leonardo Da Vinci e via Libertà. A scatenare le polemiche nelle due strade principali della città della Reggia è il mercatino biologico, che si tiene ogni terza domenica del mese. I residenti lamentano il totale blocco del traffico di via Libertà nelle domeniche in cui viene chiusa al traffico via Leonardo Da Vinci. I problemi segnalati dagli abitanti della zona, sono legati anche ai parcheggi e all’aumento dello smog causato dal traffico di via Libertà.

  • Archivio Torre del Greco News
  • Archivio Decrescita
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO