TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 23/11/2011 Torre del Greco. Municipio occupato. Riprende la lotta del Comitato Pro-Maresca (Domenico Sannino, http://lapilli.eu)

    Ricerca personalizzata


     

    Ieri i membri del Comitato Pro-Maresca hanno occupato l’aula consiliare del municipio di Torre del Greco.

    L’atto di forza è stato provocato dalla rabbia degli attivisti del “Pro-Maresca”  causata dal mancato incontro con il sindaco Borriello ed il nuovo direttore generale dell’Asl Na 3 Maurizio D’Amora per discutere del futuro del nosocomio di via Montedoro.

     Infatti la tavola rotonda, prevista per le 13 di ieri, è stata annullata dal sindaco e dal direttore che a causa di impegni sopravvenuti non hanno potuto incontrarsi con gli attivisti torresi.

    In una nota rilasciata sul web dal Comitato si apprende che l’atto estremo è stato dettato anche dal fatto che ormai da mesi “nessuno degli interlocutori competenti si assume la responsabilità di chiarire a quale sorte è destinato il nosocomio Agostino Maresca. L’ultimo atto legislativo ufficiale – si legge nel comunicato - prevede che l’ospedale resti aperto con pesanti deficit fino al completamento della struttura di Boscotrecase, per poi essere trasformato in centro di riabilitazione e lungodegenza. Il Comitato Pro-Maresca occuperà ad oltranza l’aula consiliare fino a quando i nostri interlocutori politici non forniranno risposte adeguate circa il potenziamento della rete delle emergenze e delle urgenze”.

    A quanto pare quello dello smantellamento dell’ospedale  Maresca è un incubo che sembra non voler  volgere ad una fine. Le promesse ed i risultati ottenuti con le grandi mobilitazioni della scorso luglio sono oramai carta straccia.

     “Purtroppo le modifiche alla delibera 440 sono state completamente ignorate – si lamentano gli attivisti del Comitato Pro Maresca – avremmo già dovuto avere il reparto di medicina e chirurgia d’urgenza ma qui al Maresca non si è mosso ancora niente. Il Maresca è ancora un ospedale a rischio – continuano gli attivisti – visto che le principali figure professionali come un cardiologo o un pediatra non sono ancora reperibili ventiquattrore su ventiquattro” .

     Insomma il Maresca, dopo le vittorie mutilate dell’estate scorsa, vive ancora in un limbo a metà strada tra la chiusura definitiva e la riqualificazione tanto agognata , più concretamente nelle parole che nei fatti, da tutto il popolo torrese.



    http://lapilli.eu

  • Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO