TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 24/10/2011 Impianto a Villa Inglese. Con quali soldi sarà costruito? Il sindaco risponda! (Carmine Apice, http://www.latorre1905.it)

    Ricerca personalizzata

    Lo scorso 24 ottobre, nella tarda mattinata, il nuovo portavoce del sindaco, Angelo di Ruocco, ha convocato una conferenza stampa per poter esporre, in maniera più chiara, alcuni nodi circa la questione della costruzione dell’impianto di trattamento del rifiuto secco indifferenziato nella zona di Villa Inglese.

    La discussione, che il portavoce aveva introdotto facendo una panoramica storica delle varie destinazioni d’uso della zona, è stata poi portata, dai giornalisti presenti, agli argomenti più spinosi: l’impatto ambientale che avrà l’impianto, dove verrà precisamente costruito e, soprattutto, con quali soldi.

    Il giornalista e direttore del giornale “LaTorre”,Antonio Civitillo, ha espresso particolari perplessità circa quest’ultimo punto, rivolgendo al portavoce una domanda secca e ben precisa: “I soldi che verranno utilizzati per la costruzione dell’impianto saranno di soggetti privati o si accederà ai fondi del progetto P.I.U. Europa?”.

    A tale domanda il portavoce del primo cittadino non ha risposto, sebbene abbia promesso di dare il prima possibile una risposta. La discussione si è poi spostata sui motivi per cui si è pensato di costruire quest’impianto a Torre del Greco.

    Tale decisione è stata presa dal sindaco Borriello, il quale ha siglato, il 5 agosto scorso, un accordo con altri 19 comuni dell’area vesuviana. La decisione del sindaco di firmare l’accordo è stata avallata, come ha riferito lo stesso portavoce, da una precedente consultazione avvenuta con la ditta Fratelli Balsamo srl, che ha manifestato al sindaco la disponibilità circa la costruzione di un impianto del genere in un terreno di loro proprietà.

    Il sindaco ha poi posticipato l’approvazione in consiglio comunale, bypassandola, a dopo la firma dell’accordo in provincia,che sarebbe stata nulla nel caso in cui il consiglio si fosse espresso negativamente.

    Discarica a S. Maria la Bruna, la maggioranza dice “Sì” (Carolina Esposito, Maria Iovine)

    Viene da tutti i fronti il netto rifiuto verso la realizzazione di un impianto per il trattamento meccanico manuale della frazione secca indifferenziata dei rifiuti, come previsto dall’accordo siglato lo scorso luglio tra i sindaci dei Comuni dell’area vesuviana.

    Il problema, già segnalato dai “grillini” del Movimento 5 Stelle, è diventato poi oggetto dei discorsi dell’opposizione, dapprima sono apparsi i manifesti a firma del consigliere Alfonso Ascione: “Sei anni fa il progetto di costruzione di un megadepuratore industriale –commenta Ascione–, adesso l’accordo per un impianto di lavorazione della frazione secca indifferenziata dei rifiuti. Ancora una volta certa politica non trova di meglio che individuare in Santa Maria La Bruna un luogo dove depositare scorie chimiche o spazzatura”.

    L’atmosfera ha raggiunto toni concitati anche durante l’incontro tenutosi venerdì 21 presso il teatro della Chiesa del Buon Consiglio, dove tra cittadini e consiglieri comunali è scoppiata una bagarre nei momenti conclusivi dell’assemblea, attimi di rissa tra il vicesindaco Rosario Rivieccio e un cittadino della zona Leopardi.

    Galeotto è stato l’ultimo consiglio comunale in cui la maggioranza dei votanti, nonostante Rivieccio tentasse di negarlo, ha votato a favore della realizzazione dell’impianto. Profetico l’intervento del parroco della chiesa poco prima che scoppiasse la rissa:

    “La periferia è dimenticata e continuamente distrutta. Le persone che dovrebbero rappresentare i cittadini, al contrario, li tradiscono” . Richiesti a gran voce i nomi, i “traditori” sarebbero stati individuati nei 16 consiglieri che hanno detto “Sì” alla discarica.

    Una decina, invece, quelli dell’opposizione che si sono rifiutati di approvare il progetto di realizzazione dell’impianto, e che si preparano adesso a salire, insieme ai cittadini, sul carro dei rivoltosi.

    http://www.latorre1905.it

  • Archivio Torre del Greco News
  • Temi sulla Raccolta Differenziata
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO