TuttoTrading.it

12/04/2008 Sono moltissimi in tutta Italia e sono conosciuti anche con il nome di GAS (http://www.letribu.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Sono moltissimi in tutta Italia e sono conosciuti anche con il nome di GAS.
L'idea è semplice. Unirsi, mettersi insieme per acquisti all'ingrosso utilizzando il concetto di solidarietà e giustizia come criteri guida nella scelta dei prodotti e riflettendo sui propri modelli di consumo.

PRODOTTI: INTRODUZIONE

Il commercio equo e solidale nasce per smascherare le ingiustizie perpetuate a danno dei lavoratori del Sud del Mondo negli scambi commerciali internazionali. E’ ingiusto che chi coltiva banane venga irrorato da pesticidi e pagato una miseria, che bambini di pochi anni lavorino nelle piantagioni di cacao, che le donne siano sottomesse ad un sistema patriarcale, che i lavoratori non possono mandare i loro figli a scuola e assicurargli l’assistenza medica. E quindi grazie a questo sistema le multinazionali accrescono i loro profitti.
In questa sezione racconteremo, le storie di contadini, artigiani e delle loro famiglie che attraverso il commercio equo e solidale hanno riconquistato una dignità anche grazie all’impegno dei volontari dell’associazione Le Tribù.

La nostra associazione condivide e rispetta i principi della carta italiana dei criteri del commercio equo e solidale, la quale enuncia i valori e i parametri standard delle organizzazioni facenti parte del movimento del commercio equo e solidale; tale carta può essere visionata sul sito http://www.commercioequo.org/carta_dei_criteri.htm .

Al punto 3.17 della succitata carta dei criteri, si dice: “tutte le organizzazioni di commercio equo e solidale devono garantire trasparenza nella gestione economica con particolare riferimento alle retribuzioni”. La nostra associazione vuole quindi precisare, tramite questo opuscolo, alcune caratteristiche della nostra gestione economico-organizzativa, per qualsiasi approfondimento vi invitiamo a contattarci.

Prodotti del commercio equo e solidale:
 

  • i prodotti provengono da progetti di solidarietà, generalmente in paesi del Sud del Mondo;
  • i prodotti sono importati da organizzazioni no-profit, secondo dei criteri di priorità in base alla valenza sociale dei progetti; la nostra associazione lavora principalmente con CTM, un consorzio formato in massima parte dalle stesse associazioni di commercio equo italiane;
  • nella distribuzione dei prodotti si cerca di garantire ai consumatori un prezzo e un percorso di produzione trasparente (tracciabilità), che riveli il reale vantaggio dei produttori;
  • i prezzi dei prodotti sono fissi in tutta Italia (non discrezionali) e vengono stabiliti periodicamente in modo da garantire anzitutto i produttori, oltre a seguire l’andamento e la buona riuscita dei progetti;
  • si tendono a favorire prodotti che siano espressione delle culture locali, valorizzando in tal modo l’interculturalità;
  • si prediligono le produzioni agricole e artigianali che abbiano un minor impatto in ambientale e una maggiore tutela del produttore e del consumatore attraverso l’agricoltura biologica.

    I Progetti del commercio equo e solidale:
  • i progetti hanno la finalità di rispettare e valorizzare il lavoro dei produttori, pagando loro un prezzo equo che gli permetta di vivere in condizioni dignitose, sottraendoli ai tradizionali circuiti di sfruttamento alimentati dal libero mercato;
  • i progetti tengono in conto l’impatto ambientale, in particolare per la salvaguardia delle foreste e degli altri ecosistemi; si tende ad utilizzare al minimo i concimi non organici, non vengono utilizzati concimi chimici proibiti in molti paesi (ma molto diffusi nel Sud del Mondo), si privilegiano le produzioni biologiche.
  • i progetti sono vere forme di cooperazione per l’autodeterminazione e sviluppo dei diritti umani delle comunità locali.


  • Per saperne di più:

  • Associazione Le Tribù

    http://www.letribu.it

  • Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO