TuttoTrading.it

10/10/2006 Spam: Il 50% dei Navigatori non ne conosce la Pericolosità (http://www.canisciolti.info)

  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Scam
  • Sicurezza Informatica
  • Pagina Phishing
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    Attività creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Lo spam è ancora poco conosciuto. Nel rendere noti i risultati del 'Quiz sullo spam', McAfee ha evidenziato come i 'navigatori' del web giudichino in modo errato, quasi nel 50% dei casi, il modo in cui vengono utilizzate le email dai siti on line. Il quiz, lanciato il 15 agosto scorso dal team di McAfee SiteAdvisor, ha presentato ai consumatori home page e link delle policy sulla privacy di otto coppie di siti web, quindi ha chiesto loro di giudicare quale sito di ogni coppia avrebbe mantenuto riservato il loro indirizzo email.

     

    Con oltre 7.000 risposte catalogate, il punteggio medio è stato del 55%, indicando che i consumatori non sanno giudicare correttamente quali siti web condividono gli indirizzi email con inserzionisti terze parti. Il partecipante medio al test ha risposto a tre su quattro domande in modo errato sulle otto del quiz. Un consumatore che ha scelto i tre 'peggiori' siti riceverebbe 2.000 email alla settimana. In media, linvio di un indirizzo email a solo uno dei siti a rischio del quiz potrebbe portare alla ricezione di oltre 300 email di spam alla settimana.

    Sebbene ogni sito elencato nel quiz includesse un link evidente alla policy sulla privacy, solo la metà dei consumatori ha consultato tali policy prima di inviare le proprie risposte. Su uno dei siti mancava in modo evidente il link. Tuttavia, circa la metà dei partecipanti al quiz ha giudicato sicuro (sbagliando) quel sito invece dellaltro incluso nella coppia che includeva la policy sulla privacy. Le carte di credito e i siti di appuntamenti on line si sono rivelate essere le categorie più difficili. Solo il 44% e il 40% dei partecipanti al quiz, rispettivamente, hanno risposto a queste domande in modo corretto. Il design semplificato dei siti pericolosi in queste categorie potrebbe aver trasferito ai consumatori un fallace senso di sicurezza.


  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Scam
  • Sicurezza Informatica
  • Pagina Phishing
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO