TuttoTrading.it

24/03/2011 Disastro ecologico in Campania. C' è diossina nel sangue dei napoletani e dei casertani per non parlare di arsenico nell' acqua (Paola Nugnes, http://www.napolipuntoacapo.it , www.espresso.it, )

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

DISASTRO ECOLOGICO IN CAMPANIA.C’E’ DIOSSINA NEL SANGUE DEI NAPOLETANI E DEI CASERTANI.PER NON PARLARE DI ARSENICO NELL’ACQUA

giovedì 24 marzo 2011

L’Espresso: c’è diossina nel sangue di napoletani e casertani

Il settimanale: è riferito da un rapporto riservato chiuso da mesi nei cassetti della Regione Campania»

NAPOLI - Un’anticipazione che avrà l’effetto di uno choc, anche se non c’è un allarme sanitario: secondo il settimanale L’Espresso, in edicola domani venerdì, «c’è un rapporto nascosto da mesi nei cassetti della Regione Campania. Si chiama Sebiorec, ed è uno dei più imponenti studi epidemiologici con biomarcatori mai fatti in Italia. Dice che c’è diossina cancerogena nel sangue di napoletani e casertani, c’è troppo arsenico nell’acqua e non mancano, in alcuni comuni, i velenosi Pcb. Ma niente panico, il rapporto si cautela: i livelli di esposizione non sono tali da giustificare uno stato d’allarme sanitario».

 

DIOSSINA TIPO SEVESO - Il settimanale fa riferimento a un rapporti di migliaia di pagine, commissionato nel 2007, al tempo della presidenza – Bassolino, composto da migliaia di pagine di risultati di analisi e test e costato 250mila euro. «Spulciando il rapporto e i suoi faldoni nelle pieghe – prosegue l’anticipazione rilanciata dalle agenzie di stampa - non tutti i dati sono così tranquillizzanti come sembra. Il rapporto – secondo il settimanale - parla espressamente di presenza di quella diossina chiamata tipo Seveso, la più pericolosa tra le diossine, e la associa al consumo di mozzarella e verdure. Nel quartiere di Pianura c’è più diossina che nel resto della regione».

 

PERICOLO A PIANURA - Capitolo arsenico: «Se i livelli medi di diossine e metalli pesanti riscontrati – si legge - sono simili a quelle di altre realtà nazionali ed europee, ci sono molte differenze tra zone e comuni. Priorità “alta” per la presenza di arsenico a Villaricca e Qualiano, e “media” a Caivano e Brusciano, sempre per l’arsenico, a Giugliano, dove gli scienziati segnalano un primato per il mercurio, e a Napoli, zona Pianura, per la diossina tipo 2,3,7,8-Tcdd, quella più pericolosa».



http://espresso.repubblica.it/


http://www.napolipuntoacapo.it

  • Archivio Emergenza Napoli
  • Archivio Ambiente
  • Archivio Raccolta Differenziata: chi, che cosa, come, dove, quando, perchè
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO