TuttoTrading.it

15/01/2007 Ieri l'incontro a Napoli. Un piano in tre fasi. 80 milioni per Napoli (http://www.lanuovaecologia.it)

Ricerca personalizzata

Costruire l'impianto di Acerra, aprire un altro termovalorizzatore. E rilanciare la differenziata. Il commissario straordinario ha presentato a Prodi il suo piano. «Fuori dall'emergenza entro il 2007. A patto che arrivino i fondi»

Ottanta milioni di euro per uscire definitivamente dall'emergenza rifiuti in Campania entro il 2007. Guido Bertolaso, nel vertice di ieri mattina a Napoli con il premier Romano Prodi, ha messo le carte sul tavolo ribadendo che se verranno rispettati i tempi del piano d'intervento si riuscirà nel compito.

A spiegare gli interventi è

<

lo stesso capo della Protezione civile: «Il piano - afferma Bertolaso - prevede una serie di fasi, a breve, medio e lungo termine, che ci consentiranno di arrivare alla soluzione definitiva entro il 2007». Diversi i nodi strategici su cui si concentrerà il lavoro del commissario straordinario: «Ci attendono mesi difficili - ammette Bertolaso - dovremo aprire nuovi impianti, che richiedono tempi necessari perché tutto sia fatto a regola d'arte». Il punto nodale sarà però la raccolta differenziata: «La rilanceremo in maniera concreta - spiega - con una più stretta collaborazione con il ministero dell' Ambiente». E ancora: «Porteremo a termine i lavori di costruzione del termovalorizzatore di Acerra e avvieremo i lavori per la costruzione di un altro termovalorizzatore». Il tutto, sostiene Bertolaso, «con la piena condivisione della popolazione e con una collaborazione capillare sul territorio».

Per fare tutto ciò però, ha ribadito a chiare lettere, servono i fondi. «Ho presentato un budget di 70/80 milioni di euro per tutto l'anno, perché gli interventi costano - conclude Bertolaso - se rispetteremo tutte le fasi del piano entro l'anno saremo fuori dall’emergenza»

  • Archivio Societa
  • Ricerca personalizzata