TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 20/04/2006 Torna 100 Strade per Giocare (www.lanuovaecologia.it)

    Ricerca personalizzata

    Domenica 23 aprile la grande campagna che Legambiente dedica ai ragazzi italiani. Che quest'anno hanno spedito ai sindaci tante letterine, per chiedere più spazi idonei al divertimento e meno automobili a intralciare i giochi / Gli appuntamenti

    "Caro Sindaco, io vorrei le corsie preferenziali così gli autobus arrivano prima, cioè arrivano perché ora non ce la fanno" oppure "Caro Sindaco, non sono d’accordo che nella frutta ci mettono i prodotti chimici e i coloranti…" e ancora "Caro Sindaco, io non posso andare a scuola da solo perché ci sono troppe macchine che passano…".

    Sono le prime 1000 mille lettere ricevute da Legambiente dai bambini delle scuole elementari di città piccole e grandi di tutta la penisola. L’iniziativa si chiama “Caro Sindaco, ti scrivo…”, ed è lanciata dall’associazione ambientalista per la dodicesima edizione di 100 Strade per giocare la festa dedicata ai più piccoli in cui centinaia di strade e piazze di grandi città e piccoli centri urbani in tutta Italia verranno chiuse al traffico e trasformate in grandi spazi liberi dove poter giocare e correre liberamente.

    Legambiente ha chiesto ai più piccoli, che hanno già dato la loro adesione alla giornata di volontariato, di scrivere una lettera al loro primo cittadino segnalando le cose che non vanno e quelle che possono migliorare. Così Legambiente, alla vigilia di 100 Strade per giocare, ha scattato una fotografia dei bimbi di oggi. Pur non mancando i "va tutto bene così…", nel mucchio delle lettere recapitate all’associazione ambientalista emerge la voglia dei più giovani di maggiori spazi verdi, di luoghi dove si possano incontrare piccoli e grandi, di strade più sicure e "senza puzza", ma anche la paura del buco dell’ozono o del cibo trattato e poco controllato. Fino a chi, addirittura, ha più fiducia degli adulti in strumenti come le domeniche ecologiche.

    «Sempre più confinati in spazi chiusi e controllati, – dichiara Roberto Della Seta, presidente di Legambiente - sempre meno liberi di giocare e girare da soli, minacciati dal traffico, trascurati da chi progetta e costruisce le nostre città. Sono loro, i bambini, vittime incolpevoli della disattenzione, degli errori e delle cattive abitudini degli adulti. Il senso dell’iniziativa è, da anni, quella di riportare all’attenzione degli amministratori le esigenze dei più piccini, non meno importanti degli adulti. Per questo saranno tantissime le lettere che consegneremo ai Sindaci con l’intenzione di chiedere, a tutela della salute di tutti coloro che sopravvivono quotidianamente all’aggressione delle automobili, una serie di interventi per limitare la circolazione privata e dare nuovo slancio al trasporto pubblico».

    Ecco perché – aggiunge Legambiente – domenica 23 aprile in molte città italiane i più piccoli saranno i protagonisti della giornata con giochi, musica e tantissime iniziative.

  • Archivio Società
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO