TuttoTrading.it

27/02/2009 SICUREZZA. Roma, nuove regole: niente cornetti e pizze dopo l'una di notte (VC, http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Niente più cornetti e pizzette dopo l'una di notte per i romani. Cambiano le regole della «movida» notturna romana e non solo nel centro storico: dalla metà di marzo i laboratori artigianali dovranno chiudere un'ora dopo la mezzanotte in tutta la città. All'interno del locale si potrà continuare a lavorare, ma niente più vendite fino alle cinque del mattino e oltre. Fortemente volute dagli abitanti del centro che auspicavano misure ancor più restrittive (chiusura alle 22 come in tutta Europa, le nuove disposizioni entreranno in vigore dalla metà di marzo.

27/02/2009 SICUREZZA. ANCI e Cittalia: ecco le risposte dei Sindaci (VC, http://www.helpconsumatori.it)

Un'indagine di ANCI e Cittalia ha analizzato le ordinanze del Sindaci in materia di sicurezza urbana dopo che la legge 125 del 24/07/2008 e il decreto Maroni hanno ampliato i loro poteri in materia. Al Nord i Sindaci più sensibili.

La legge 125 del 24 luglio 2008 e il successivo decreto Maroni del 5 agosto hanno ampliato i poteri di ordinanza dei Sindaci sulla sicurezza urbana. Al fine di verificare come i Sindaci hanno agito concretamente per far fronte al problema, l'ANCI e la Fondazione Cittalia hanno avviato una ricerca sul tema dell'insicurezza urbana a partire dall'analisi delle ordinanze dei Sindaci. Quelli che seguono sono i primi risultati emersi relativi a oltre 600 ordinanze sul tema. Di queste, ne sono state selezionate, in quanto rispondenti ai requisiti, 508 firmate da 318 Sindaci.

Innanzitutto emerge che sono soprattutto i sindaci dei comuni medi ad aver assunto provvedimenti sul tema della sicurezza urbana: il 24% delle ordinanze è stato emanato in comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti, il 27% tra 15mila e 50mila e 11% tra 50mila e 100mila. I comuni di grandi dimensioni, quelli con oltre 250 mila abitanti hanno emesso l'11% del totale delle ordinanze presenti nella banca dati.

Tuttavia, se si considera che in Italia oltre il 90% dei comuni è di medie-piccole dimensioni (fino a 15mila abitanti), emerge un quadro piuttosto differente. Infatti, dei 12 comuni con popolazione superiore ai 250mila abitanti, ben 9 hanno emesso un'ordinanza, pari quindi al 75% del totale. Analogamente i comuni con popolazione tra 100mila e 250mila, in cui sono stati il 77% dei Sindaci ad emanare un provvedimento. Al contrario sono solo il 5,7% dei comuni con popolazione tra 5mila e 15mila abitanti e l'1% dei piccoli comuni ad aver assunto provvedimenti in materia di sicurezza urbana.

I Sindaci più sensibili al problema si trovano al Nord. Infatti il 66,4% delle ordinanze è stata emesso da Sindaci di Comuni del Nord Ovest e del Nord Est (rispettivamente il 39,9% e 26,5%). Solo il 6,7% delle ordinanze è stato emesso dai Sindaci dei Comuni delle Isole, mentre nel Centro e Sud le ordinanze emesse sono rispettivamente l'11,8% e il 15,1% del totale.

Le 508 ordinanze sono state emesse da 318 comuni italiani. In particolare, è la Lombardia la regione in cui si registra il maggior numero di ordinanze emesse: in 81 comuni (il 5,2% dei comuni presenti nella Regione) sono stati emessi 141 provvedimenti. Significativi i dati di Emilia Romagna, Toscana e Veneto, in cui, pur essendo stato emesso un numero assoluto inferiore di ordinanze, si registrano percentuali più elevate di coinvolgimento dei comuni. Infatti, il 7,6% dei comuni emiliano-romagnoli, il 7,7% dei comuni toscani e l'8,6% di quelli veneti hanno assunto provvedimenti in materia di sicurezza sulla base della legge e del Decreto Ministero dell'Interno.

Rispetto agli ambiti di intervento, il tema maggiormente trattato è quello della prostituzione (19%). Seguono l'abuso di alcol, in termini di consumo e somministrazione di bevande alcoliche e di abbandono di bottiglie e bicchieri di vetro, lattine, e contenitori vari, il vandalismo e l'accattonaggio molesto (utilizzando animali, minori o esibendo malformazioni e imputazioni). Percentuali più basse invece per schiamazzi, abusivismo commerciale e bivacchi.

Nella gran parte dei casi il destinatario dei divieti è l'intera collettività (per esempio, le ordinanze antiprostituzione). Nel 12% dei casi l'ordinanza è rivolta a specifiche categorie di soggetti (ad esempio, gli esercenti commerciali per quanto attiene il divieto di somministrazione degli alcolici) e nel 19% soggetti privati.

L'ambito di applicazione riguarda generalmente l'intero territorio comunale (58%). Nel 23% dei casi riguarda invece una specifica area (ad esempio il mercato o le aree prossime a luoghi di cura, come nel caso delle ordinanze sull'accattonaggio) e nel 19% l'ordinanza si applica ad una o più specifiche piazze, vie o quartieri.

Infine, relativamente ai giorni ed agli orari di applicazione, nell'85% dei casi i contenuti delle ordinanze trovano applicazione nell'arco dell'intera giornata; più limitato è il caso dell'applicazione in specifici giorni o fasce orarie (i week end, e, soprattutto, le ore notturne).

  • Archivio Sicurezza
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO