TuttoTrading.it

08/11/2005 Le Anguille del Tevere sono Contaminate (www.lanuovaecologia)

  • Pagina Salute
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Truffe e Raggiri
  • Pagina Alimentazione
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    Attività creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Il fiume Tevere
    Il fiume Tevere
    La rivelazione in uno studio di Greenpeace sull’inquinamento chimico delle acque d’Europa. Il Tamigi sta peggio, i pesci migliori si trovano nei fiumi d’Irlanda.

    Anguille in forte declino e per di più contaminate da sostanze pericolose, come Pcb e ritardanti di fiamma bromurati. È quanto emerge da uno studio di Greenpeace pubblicato a due settimane dal voto al Parlamento Europeo, previsto per il 17 novembre, su Reach, la riforma della politica chimica europea. Greenpeace ha analizzato campioni di anguilla provenienti da 20 fiumi e laghi di 10 Paesi europei, riscontrandovi concentrazioni di ritardanti di fiamma bromurati.

    Su questi composti, utilizzati in tessuti, plastiche e prodotti elettronici, aumenta l’evidenza della loro tossicità. Molti dei composti riscontrati nelle anguille sono ancora impiegati in Europa mentre l’uso di altri e’ stato limitato fin dagli anni Settanta. In Italia, i campionamenti sono stati effettuati nel lago di Bracciano e nel fiume Tevere. Proprio nel fiume della Capitale le anguille sono fra le più contaminate d’Europa.

    I risultati dello studio di Greenpeace mostrano che in ogni area di prelievo sono stati trovati residui di almeno un ritardante di fiamma bromurato: i livelli più alti nelle anguille del Tamigi, a cui seguono quelli del Tevere. Un campione olandese (Hollandsdiep) mostra le maggiori concentrazioni di Pcb. I livelli più bassi di contaminanti, invece, sono stati trovati in anguille dell’Irlanda occidentale. Minacciate dalla pesca eccessiva e dalla diminuzione degli habitat, il numero delle giovani anguille che ritornano nelle acque europee dopo le migrazioni è in alcuni casi addirittura inferiore all’1% rispetto ai livelli storici. L’inquinamento può essere una causa importante del loro declino.


  • Pagina Salute
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Truffe e Raggiri
  • Pagina Alimentazione
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO