TuttoTrading.it

03/05/2005 Voglio uscire dai Prodotti e devo convincere il Promotore Finanziario (Giuseppe D'Orta, www.aduc.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitą creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Sto' leggendo in continuazione cattive notizie sui prodotti Mediolanum e ahime' ne sono in possesso e vorrei al piu' presto uscirne fuori. I miei prodotti sono: europension - f.i.p. Tax benefit - fondi challenge - chorus. Chiedo un aiuto per riuscire, con molta chiarezza e semplicita' di espressione, a dimostrare tutto cio' che di cattivo questi prodotti presentano di fronte al mio consulente che sicuramente trovera' il modo per farli passare in buona luce. Grazie molte per i vostri consigli, un saluto e grazie ancora.
Marco, da S. Elpodio a Mare


Lei non deve giustificare un bel niente al promotore. I soldi sono i suoi, e se ha gia' deciso di voler ricostruire il portafoglio con prodotti piu' validi (scelta secondo noi giustissima) non deve affatto preoccuparsi di cio' che il promotore iniziera' a dire. Si tratta di un atteggiamento purtroppo molto comune tra gli investitori, che si sentono in difficolta' per il solo fatto di aver capito di aver fatto scelte errate e di voler ottenere migliori risultati. Questi atteggiamenti favoriscono i venditori, che sono preparati a queste situazioni. Uno dei punti-cardine del risparmio gestito e', dopo aver portato i clienti dentro ai prodotti, bloccarne le uscite. Ed e' per questo motivo, ad esempio, che molti prodotti sono costruiti con la tecnica dell'incastro ("se esco ci perdo, allora non esco"...proprio cio' che loro desiderano). Inoltre, i venditori sono preparati a queste situazioni: partecipano a dei corsi appositi di psicologia del cliente, di programmazione neuro-linguistica e di altre "scienze" del genere. Sono corsi in cui si apprende anche come "gestire le obiezioni" del cliente. In questi corsi vengono effettuate anche delle simulazioni pratiche, con i promotori che coprono i ruoli del cliente e del venditore. Stia certo che il promotore ha una risposta pre-confezionata (spesso piu' di una) per ogni sua affermazione. Non essere molto decisi col promotore sarebbe il primo segno di debolezza che lui saprebbe come sfruttare a proprio vantaggio. I fondi e le gestioni si chiudono, i FIP si possono travasare ad altro prodotto pensionistico: ecco cosa fare. E' ovvio che al promotore non faccia piacere, ma non e' colpa del cliente se i prodotti che vende sono inefficienti

  • Archivio Risparmio Tradito
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO