TuttoTrading.it

01/02/2006 Senato approva Decreto che differisce alcune Disposizioni della Legge (VC, www. helpconsumatori.it)

  • Pagina Banche
  • TuttoEconomia
  • TuttoDividendi
  • TraderNews
  • TuttoBorsaNews
  • TuttoBorsaQuote
  • Tradingonline
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    AttivitÓ creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Il Senato ha approvato, in prima lettura e con modifiche, la conversione in legge del decreto che differisce l'efficacia di alcune disposizioni introdotte dalla legge sul Risparmio, e che modifica la disciplina di finanziamento dell'AutoritÓ per l'energia. Il Senato ha accolto le richieste della Consob, che chiedeva fosse fissato un termine per l'emanazione dei 19 regolamenti che la nuova normativa richiede.

    Termine fissato a un anno: "Le disposizioni regolamentari e quelle di carattere generale di attuazione" della legge sul Risparmio "sono adottate dalla Consob entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge stessa", recita l'emendamento del relatore Maurizio Eufemi approvato dall'Aula di Palazzo Madama. Approvato anche un altro emendamento del relatore che raddoppia la proroga decisa dal governo affinchŔ banche e AutoritÓ di vigilanza abbiano il tempo di adeguarsi alla legge, in materia di obbligazioni bancarie, prodotti finanziari e assicurativi, obbligo del prospetto per le sollecitazioni all'investimento anche per i bond esteri. Il testo licenziato dal governo prevedeva 60 giorni, portati a 120 dall'emendamento approvato dall'Aula di palazzo Madama. Bocciato invece il rinvio del tetto del 30% ai diritti di voto delle Fondazioni nelle banche. Modificato anche l'articolo 2 del decreto, quello sul finanziamento dell'AutoritÓ per l'energia. Approvato un emendamento dei relatori, che accoglie un rilievo della commissione Bilancio: le nuove norme si applicano "fermo restando" il comma 66 della Finanziaria.


  • Pagina Banche
  • TuttoEconomia
  • TuttoDividendi
  • TraderNews
  • TuttoBorsaNews
  • TuttoBorsaQuote
  • Tradingonline
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    SocietÓ Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO