TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 10/09/2011 Trattamento rifiuti solidi a Torre del Greco. Il M5S vuole sapere (www.tuttotrading.it)

    Ricerca personalizzata

    Il Movimento Cinque Stelle di Torre del Greco vuole approfondire la questione sul trattamento dei rifiuti solidi a Torre del Greco come da accordo fra i 19 comuni vesuviani che rappresentano 551.512 abitanti della area vesuviana. Si ricorda che alla presentazione del piano si presentò una folta rappresentanza del Movimento a Cinque Stelle di Torre del Greco ma il sindaco non si presentò e gli altri sindaci presenti furono molto vaghi. Questo il comunicato

  • 28/07/2011 L' accordo sui rifiuti prevede una gestione diversa da quella prevista da province e regioni
    L' accordo firmato pochi giorni fa dai 19 sindaci della zona rossa vesuviana è stato bene accolto perchè si oppone completamente ai piani delle province e regioni basati su discariche e termovalorizzatori...

    18/07/2011 Le ultime su Vedelago in Campania. Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" (http://www.youtube.com)

    Il sindaco di Torre del Greco, in un comunicato stampa del 07/07/2011 si era dichiarato propenso ad aprire a Torre del Greco due impianti, uno per la separazione ed uno per il trattamento successivo dei rifiuti solidi già differenziati.

  • Comunicato stampa del 7 luglio

    Si legge: "In proposito, si comunica che questa Amministrazione, nello spirito di collaborazione istituzionale, è disponibile alla realizzazione sul proprio territorio di un impianto meccanico per la separazione e trattamento della frazione secca dei rifiuti non solo di Torre del Greco, ma anche degli altri Comuni dell’area vesuviana".

    Ci risulta che ben tre anni fa fu preparato un progetto dal comune in collaborazione con Vedelago e consegnato alla regione, ma che il sindaco di Torre del Greco, come confermatoci dalla signora Poli, dopo aver telefonato in regione per varie settimane, si dovette arrendere di fronte all' ostracismo della regione che naturalmente vuole solo discariche ed inceneritori. Si parlava del ripristino della vecchia discarica già esistente e di creare un centro di raccolta per il materiale proveniente dalle isole. Il costo, nelle aree industriali dove vi sono già i capannoni, sono di 1,5 milioni per impianto per un totale di 3 milioni di euro. Il tempo necessario per il montaggio delle macchine è di 4-5 mesi

    Si ricorda che il sistema Vedelago è patrimonio della Comunità europea per cui la società dà solo un aiuto quando è stata decisa la realizzazione dell' impianto. Agli inizi di quest' anno, nel corso di una conferenza stampa

  • 11/01/2011 Torre del Greco. Raccolta differenziata, l´appello del sindaco di lunedì

    Dal comunicato si riporta: "A chi fa notare che è necessario incominciare a guardare al sistema Vedelago, il sindaco dice testualmente: "Noi siamo pronti ma Regione e Provincia vogliono costruire un altro inceneritore a Napoli Est ed altre discariche per cui al momento non possiamo muoverci ma siamo pronti per coinvolgere tutti i comitati di quartiere per spiegare alle famiglie questo nuovo sistema di trattamento meccanico dei rifiuti. Fra un mese sarà pronto il sistema Vedelago a Benevento e sarà possibile visitare il centro senza spostarsi a Vercelli"

    A proposito di Benevento ricordiamo che il primo impianto, quello di separazione, è effettivamente stato completato ma non viene messo in funzione e ad oggi è ancora fermo (secondo la signora Poli si potrebbero almeno separare le sostanze e risparmiare tanti soldi)

    Anche Napoli, come ci conferma la signora Poli, è pronta al riciclo totale ma poi come, in tutta la Campania, i progetti non vengono realizzati perchè la regione non vuole.

    Cosa fare? Pretendere delle deliberazioni dal comune che sono interessati ad implementare impianti per la riduzione ed il riciclo dei rifiuti. Denunciare le regioni che creano ostacoli alla Comunità Europea. Questa è una breve intervista riguardante Napoli

  • Intervista a Carla Poli sulla Campania

    Altri impianti si stanno costruendo in provincia di Milano, a Prato, a Sulmona, in Sardegna, ecc. ma è all' estero che si stanno sviluppando questi sidtemi a rifiuti zero. Neanche in Emilia Romegna, dove il Movimento Cinque Stelle è il terzo partito, si riesce a fare niente per le forti opposizioni della società Hera.

  • You Tube: Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 01

  • You Tube: Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 02

  • Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 03

  • Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 04

  • Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 05

  • Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 06

  • Carla Poli: Spiegazione di come funziona il "Centro riciclo di Vedelago" - Parte 07


  • 26/09/2008 Impianto per il trattamento biomeccanico dei rifiuti solidi urbani sul territorio di Torre del Greco (Comune di Torre del Greco)

    Comunicato stampa, 26.09.2008 (Comune di Torre del Greco,
    Il Sindaco, On. Dott. Ciro Borriello)

    “Mi ritengo molto soddisfatto dell’incontro di stamani, tenuto a Palazzo Baronale, con la stampa alla presenza dei colleghi Sindaci dei Comuni di Boscoreale, Boscotrecase, Torre Annunziata e Trecase per concretizzare unitariamente la volontà di realizzare un moderno impianto per il trattamento biomeccanico dei rifiuti solidi urbani sul territorio. In proposito, abbiamo  chiesto all’ingegnere ambientale Luca Dessena di presentare uno studio di fattibilità, illustrando nei dettagli tutte le possibili peculiarità e tipologie del progetto”.

    Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco. “Una questione importantissima – commenta il Primo cittadino - che sta tra le priorità nel programma degli Enti comunali interessati. Non a caso, con i colleghi abbiamo rappresentato ai presenti le ragioni e motivazioni tese a risolvere in house lo smaltimento dei rifiuti.

    Una opportunità seria che in parte è stata già  sottoposta all’attenzione dei  vertici istituzionali, dal Presidente del Consiglio dei Ministri al Sottosegretario Guido Bertolaso, all’Assessore all’Ambiente regionale Walter Canapini.

    Ci sono, pertanto, i presupposti per poter realizzare a Torre del Greco, in località ex porcilaia, via Nuova Trecase, l’impianto per il trattamento della frazione secca, umido e plastica. La proposta è scaturita da una motivata e piena convergenza di intenti dei cinque Comuni, nonché da una profonda analisi propedeutica finalizzata ad offrire una efficace e possibile soluzione per lo smaltimento dei rifiuti nel vasto territorio interessato”.

    “Con i miei colleghi – conclude Borriello - siamo più che consapevoli di apportare un notevolissimo e positivo contributo nello scenario presente e futuro della difficile questione dei rifiuti in una importante area della Provincia di Napoli.

    Pertanto, auspichiamo di concretizzare ed avviare i successivi appuntamenti soprattutto con i diversi rappresentati delle istituzioni sia a livello centrale che territoriali, per vedere una struttura che può mettere fine alle innumerevoli difficoltà che quotidianamente si presentano lungo la filiera della raccolta dei rifiuti.

    Tra l’altro, siamo lieti per tutte le possibili garanzie ed assicurazioni dichiarate da Luca Dessena: un impianto costruito nell’assoluto rispetto delle leggi vigenti relative alla tutela ambientale, alla sicurezza e agli aspetti igienico sanitari”.

  • Archivio Rifiuti
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO