TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 26/07/2011 Incontro pubblico tra i sindaci del vesuviano e le Associazioni per l' accordo sottoscritto sui rifiuti del vesuviano (http://www.vesuvionline.ilcannocchiale.it)

    Ricerca personalizzata

    GIOVEDI' 28 luglio ore 12 Aula Consiliare Comune di Boscotrecase incontro pubblico tra i Sindaci del vesuviano e le Associazioni ambientaliste e i Comitati per parlare dell'Accordo sottoscritto

    RIFIUTI, il PD: "bene l' accordo dei sindaci vesuviani. Ora tocca a province e regioni

     “L'accordo sottoscritto dai sindaci del Vesuviano sul ciclo dei rifiuti è un esempio di responsabilità istituzionale, ora tocca a Provincia e Regione dimostrare affidabilità”.

    E’ quanto si legge in una nota del Partito Democratico di Napoli. “L'accordo è una base di partenza di grande valore. Sta a significare che un intero territorio si assume la responsabilità di scelte strategiche sul tema ambientale. 

    Essendo inerente un’area in cui è molto significativa la presenza del Pd, dimostra una volta di più quanto il nostro partito non si sottragga mai alle responsabilità istituzionali. Ora, però, bisogna passare dalle parole ai fatti: i punti dell'accordo che riguardano la riduzione dei rifiuti, l'aumento della differenziata, la costruzione di impianti per la differenziata, la volontà di essere un'area pilota sul piano della sostenibilità, devono essere perseguiti con determinazione e serietà.

    Con la salute e la pazienza dei cittadini non si può scherzare. Noi chiediamo che i primi passi siano l'eliminazione delle micro discariche diffuse in tutta l'area vesuviana, le bonifiche delle vecchie discariche, la corretta gestione della discarica Sari.

    Tutte le amministrazioni comunali devono sentirsi pienamente responsabilizzate. Ritardi e giochetti clientelari sarebbero veri e propri atti di guerra nei confronti di comunità partecipi di un grande sforzo di civiltà. Il Pd vuole liberare il Vesuvio dai rifiuti pericolosi, dal degrado, dall’incuria, dall'affarismo e dalla camorra restituendogli la dignità di ‘Vulcano del Mondo”.

     “Gli amministratori e i dirigenti del Pd - conclude la nota - si riuniranno venerdì alle ore 18 presso la sede provinciale (via Toledo 106) per applicare quanto meglio possibile l’accordo raggiunto. Sarà una ulteriore occasione per lanciare un appello a Provincia e Regione affinché si assumano le proprie responsabilità”

    QUIil testo dell'Accordo di Programma sottoscritto tra i 19 Comuni della "zona rossa" vesuviana, la Provincia di Napoli e la Regione Campania.

    http://www.vesuvionline.ilcannocchiale.it

    27/07/2011 Triplice intesa tra Regione, Provincia e comuni: via libera per gli impianti di compostaggio (Andrea Scala, http://www.latorre1905.it)

    Torre del Greco – Arriva l’accordo tra la Regione, la Provincia di Napoli e diciannove sindaci dei comuni vesuviani per la realizzazione di impianti di compostaggio

    L’accordo permetterà ai comuni firmatari di avere una totale autosufficienza, in vista anche dell’imminente chiusura di Cava Sari

    Alla presenza del presidente della provincia di Napoli, Luigi Cesaro, gli assessori all’ambiente della Regione Campania e della Provincia di Napoli Giovanni Romano e Giuseppe Caliendo e i diciannove sindaci dei comuni di Boscoreale, Boscotrecase, Cercola, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena Trocchia, Pompei, Portici, San Giorgio a Cremano, San Giuseppe Vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Anastasia, Somma Vesuviana, Striano, Terzigno, Torre Annunziata, Torre del Greco e Trecase è stato firmato l’atteso accordo, ed i primi cittadini dei comuni firmatari si sono impegnati ad individuare autonomamente il sito da utilizzare per la frazione residuale dei rifiuti a valle del ciclo della filiera

    In un periodo ancora non specificato, verranno costruiti tre impianti di trattamento della frazione umida, ubicati a Massa di Somma, Somma Vesuviana e Ercolano, un impianto di trattamento della frazione secca indifferenziata a Torre del Greco, una piattaforma multimateriale, un impianto per il trattamento e recupero dei rifiuti ingombranti e RAEE a Ottaviano, una postazione di frazione vetro a Cercola, un impianto di trattamento dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione a Ercolano, un centro di riuso a San Sebastiano e Portici e l’utilizzo di un’area industriale di mq 8000 per una destinazione da definirsi a San Giuseppe Vesuviano e per piattaforme multimateriali a Striano

    Alla città del corallo, quindi, è stato assegnato un impianto di trattamento della frazione secca indifferenziata

    L’obiettivo prioritario della Provincia di Napoli è quello di perseguire una pianificazione del ciclo integrato dei rifiuti nell’area vesuviana, allo scopo di rendere il comprensorio stesso autonomo non solo nelle fasi di raccolta e trasporto dei rifiuti, ma anche nelle fasi di recupero e smaltimento prevedendo azioni ed interventi mirati tesi alla realizzazione della necessaria impiantistica

    Inoltre, gli obiettivi posti dagli esponenti degli enti regionali, provinciali e comunali, sono quelli di ridurre la quantità di rifiuti pro-capite, di effettuare una raccolta differenziata finalizzata al riciclaggio con l’obiettivo del 65% dei rifiuti urbani prodotti a livello di singolo comune, il trattamento integrale di tutto il rifiuto residuo e la messa a discarica di una quantità minima di rifiuti pretrattati, come ottimizzazione delle politiche provinciali in sintonia con quanto già in itinere nell’ambito area vesuviana

    http://www.latorre1905.it

  • Archivio Rifiuti
  • Archivio Emergenza Napoli
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO