TuttoTrading.it

05/05/2008 05/05/2008 Verona, muore Nicola. Fini: "Piu' gravi i fatti di Torino" (http://www.canisciolti.info)

TUTTOFRANCOBOLLI per iniziare o continuare una collezione a prezzo favorevole o per regalare una bella collezioncina ad un giovane

Ricerca personalizzata
TUTTOFRANCOBOLLI per iniziare o continuare una collezione a prezzo favorevole o per regalare una bella collezioncina ad un giovane

Rosy Bindi: Fini usi maggiore 'prudenza' nel commentare l'aggressione neofascista di Verona

Siamo in presenza di una morte, inviterei il presidente della Camera ad una certa prudenza, credo sia veramente pericoloso stabilire delle gerarchie di gravita' tra bruciare le bandiere di un Paese e aggredire una persona fino a sopprimerne la vita". Cosi' Rosy Bindi invitando il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ad usare maggiore 'prudenza' nel commentare l'aggressione neofascista di Verona, costata la vita a Nicola Tommasoli.

 

Comunisti italiani: Fini assolve i picchiatori fascisti

Immediata la replica indignata della sinistra alle parole di Fini su Verona. Per Sgobio (Pdci), "ben altro dovrebbe essere il suo ruolo. Non ci sono e non ci possono essere paragoni che reggono. Il negazionismo di Fini fa male alla cultura democratica del nostro Paese". Per Venier (Pdci),"nel momento in cui tutti dovrebbero piangere la morte di un ragazzo",la pi¨ grave speculazione Ŕ quella di Fini "che assolve i picchiatori fascisti e si prepara a scatenare nuove repressioni come quelle che egli comand˛ a Genova nel 2001".

Ferrero: Quelle di Fini sono parole incredibili e indegne di chi occupa un ruolo istituzionale

Credo che quelle di Fini siano parole incredibili e indegne di chi occupa un ruolo istituzionale di quel peso". Lo afferma il ministro uscente della SolidarietÓ sociale Paolo Ferrero, che aggiunge: "Le sue sono affermazioni che si commentano da sole: come si pu˛ mettere sullo stesso piano l'omicidio brutale di un ragazzo con la manifestazione di opinioni, che per altro io personalmente non condivido? La destra vuole rimuovere totalmente le proprie responsabilitÓ nell'aver creato un clima di odio nel Paese da arrivare a fare affermazioni assurde come quelle di Fini. Perlomeno di fronte alla morte di un ragazzo si dovrebbe avere la decenza di dire la veritÓ".

Fini: Prima le riforme istituzionali e dopo la riforma della legge elettorale

La riforma della legge elettorale la metterei alla fine e non all'inizio del cammino delle riforme: prima facciamo l'architettura istituzionale e poi la riforma della legge elettorale". Lo ha detto Gianfranco Fini a 'Porta a Porta'. "E' vero - ha aggiunto - che c'e' il referendum che incombe, ma quello e' un altro problema". Fini ha detto di essere "ottimista sul fatto che nella dialettica tra maggioranza e opposizione non ci sara' su questo tema delle riforme, un motivo di conflitto preventivo. Forse mi illudo - ha concluso - ma sono ottimista".

Fini: Ascoltare coloro che sono nella societa' civile ma non sono in Parlamento

Se vogliamo far bene il nostro compito dovremo ascoltare, con le commissioni e con le audizioni, coloro che sono nella societa' civile ma non sono in Parlamento". Lo ha detto a 'Porta a Porta' Gianfranco Fini parlando del caso della sinistra. Il presidente della Camera ha fatto presente che il Parlamento e' "di chi viene eletto".

Fini: Tolleranza zero con chi ha compiuto l'aggressione di Verona

Tolleranza zero" con chi ha compiuto l'aggressione di Verona, ma "bisogna interrogarsi sul perche' questi giovani siano cosi' privi di ancoraggio, di valori di riferimento". Lo dice Gianfranco Fini durante la registrazione di 'Porta a Porta'. "Tanto piu' - ha aggiunto - che questo gesto e' maturato all'interno di una famiglia borghese e non in una situzione disagiata o in un dramma della miseria. Questo deve far riflettere anche su una certa sociologia marxista che da' sepre colpa alla societa'". Secono Fini "bisogna interrogarsi sul ruolo della scuola, della societa' e anche della tv. La politica - ha aggiunto - deve porsi questi interrogativi".

Alemanno: Vanno condannate tutte le forme di estremismo ideologico e ogni prassi di violenza

Ci sono frange estremiste di destra e di sinistra che sono pi¨ espressione di emarginazione urbana che di vera politica. E' evidente che vanno condannate tutte le forme di estremismo ideologico e ogni prassi di violenza da qualunque parte provenga". Cosý il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commenta gli episodi di violenza perpetrati da neonazisti a Verona, dopo aver reso omaggio ai caduti per la libertÓ presso la lapide commmemorativa alla Piramide Cestia.

http://www.canisciolti.info

  • Archivio Razzismo
  • Ricerca personalizzata