TuttoTrading.it

11/10/2006 Il Palazzo di divide sul Test Antidroga Obbligatorio (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    Attività creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Circola un sms, fra politici e giornalisti parlamentari. Recita sarcastico 'i politici hanno frainteso l'invito più volte rivolto loro: fatti, non parole...'. Il messaggino rende il clima del Palazzo, da quando la trasmissione (non andata in onda) delle 'Iene' su droga e parlamentari ha acceso i riflettori sul problema. A infiammare gli animi ci ha pensato oggi Pier Ferdinando Casini, annunciando una proposta di legge per obbligare i parlamentari a sottoporsi a un test per rilevare eventuali sostanze stupefacenti. La Cdl non chiude la porta alla proposta, pur fra alcuni distinguo, mentre nell'Unione prevale lo scetticismo, sinistra radicale in testa.

     

    E al centro della discussione torna prepotentemente la legge Fini-Giovanardi, difesa dal centrodestra e duramente criticata dalla maggioranza. Il leader Udc sceglie proprio piazza Montecitorio, teatro dello scoop delle 'Iene', per lanciare la proposta del test. Parla di "un'immagine del Parlamento e della sua classe politica desolante", Casini, chiede un'operazione di "trasparenza" per "riconciliarsi con un Paese abbastanza disgustato" e veste i panni dell'alfiere del "diritto degli italiani di sapere se i parlamentari che eleggono sono tossicodipendenti".

    Con lui si schiera l'Udc, a partire dal padre della legge sulle droghe Carlo Giovanardi, che parla di "sputtanamento dei parlamentari italiani nel mondo" e a sera invia alle agenzie di stampa il risultato del test a cui si è sottoposto in giornata: esito negativo, nessuna droga nelle ultime 72 ore. E d'altra parte dalla Cdl sono in molti a proporsi volontariamente per il test, da Italo Bocchino (An) che scrive a Bertinotti per spingerlo a invitare i deputati a sottoporsi a un esame tossicologico con esame del capello, a Roberto Formigoni che appoggia la proposta Casini e candida anche i Governatori per le prossime analisi. Gianfranco Fini si dice non pregiudizialmente contrario, ma mette nero su bianco dei distinguo: "Personalmente non avrei problemi a dire aderisco. Un conto però è la volontarietà, altro è l'obbligatorietà, su cui ho qualche dubbio perché non so se è compatibile con le leggi relative alla privacy".

    Su questo punto concorda anche il leghista Roberto Calderoli, che pur invaghito dell'idea di Casini, e rivendicandone la primogenitura, spiega sconsolato: "Purtroppo non si può", causa "evidenti vizi di cosituzionalità". Dal fronte Unione i giudizi più duri arrivano dalla sinistra radicale. Gennaro Migliore (Prc) si appella al "rispetto della privacy" e dice no al "moralismo", mentre il verde Angelo Bonelli usa l'arma dell'ironia, parlando di "festival della demagogia" e chiedendo provocatoriamente di introdurre "test attitudinali per verificare il quoziente di intelligenza dei parlamentari". Contrario alla proposta Casini anche il ministro per la Solidarietà sociale Paolo Ferrero, che attacca: "Non mi sembra il modo di affrontare il problema. Il dramma della droga sta nell'emarginazione che produce il consumo di sostanze stupefacenti. Mi sembra che per i parlamentari non ci sia questo dramma. Allora perché non facciamo pure un test dell'etilometro a chi esce dalla buvette...".

    Più possibilista l'Idv (non obbligare parlamentari a test, ma lasciarli liberi di farlo e pubblicarne gli elenchi), e il ministro della Giustizia Clemente Mastella, che si dice disponibile a sottoporsi alla verifica ma poi precisa: "Renderlo obbligatorio è una sciocchezza, non si può fare. Non è una vaccinazione". No anche da Renzo Lusetti (Dl), Verdi e Pino Sgobio (Pdci). Quanto alla legge Fini-Giovanardi, è Daniele Capezzone a ribadire: "Io il test proposto da Casini sono pronto a farlo anche tra mezz'ora, attendo al varco quelli che hanno votato una legge per sbattere in galera i ragazzi per otto o nove spinelli. Certo, chi fa queste proposte risulterebbe più credibile se abrogasse il carcere per il consumo e desse la liberatoria per la trasmissione delle 'Iene'".

    Di necessario "superamento" della norma parla anche Ferrero e l'intera ala sinistra dell'Unione. Ma a difendere la legge sulle droghe scendono in campo i due 'padri' della normativa. "La mia legge non c'entra nulla", assicura Giovanardi. "Non è vero che la legge che porta il mio nome manda in carcere i tossicodipendenti - rincara la dose Fini - punisce invece gli spacciatori. Chi avanza queste critiche non conosce la legge o è in malafede". E' sempre il leader di An a tornare sull'intervento del Garante della privacy per bloccare la trasmissione del servizio delle 'Iene'.

    "Credo che sia stato sbagliato non mandare in onda il servizio. Si è data l'impressione - è il suo ragionamento - di voler nascondere qualcosa ed è stato un boomerang per la Camera e le istituzioni". Il Garante, dal canto suo, ha chiesto in giornata la registrazione della puntata incriminata. A Montecitorio, intanto, iniziano domani i primi test volontari. Il deputato di An Antonio Mazzocchi, infatti, ha annunciato con un comunicato stampa di aver chiesto all'infermeria della Camera di sottoporsi domattina all'analisi delle urine.

    Archivio

  • Archivio le Iene, Parlamentari e Droga al Parlamento


  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO