TuttoTrading.it

15/01/2010 Aumento caselle postali, Consumatori Aosta chiedono incontro alla Direzione (VC, http://www.helpconsumatori.it)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attivitą creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Unione Nazionale Consumatori, Federconsumatori, Adiconsum, Adoc, Avcu, Casa del Consumatore e Codacons di Aosta hanno chiesto un incontro alla direzione delle Poste di Aosta per discutere dello spropositato aumento del costo delle caselle postali in vigore dal 1° Gennaio 2010. "Le caselle postali sono utilizzate da diverse categorie, come ditte, aziende, Enti ed oltretutto le associazioni Onlus, come quelle di volontariato, per la difesa dei cittadini, la difesa dell'ambiente, sulla ricerca delle malattie ecc., e quindi che ne usufruiscono anche le attivitą non lucrative", spiegano le Associazioni che aggiungono: "Non possiamo che essere amareggiati di tale iniziativa da parte delle Poste, che continuano ad effettuare una politica di rincari. Vedi gli aumenti sul pagamento della bolletta, sui vaglia postali, sulle raccomandate A/R (spesso utilizzate solo per riuscire a rintracciare il documento inviato in caso di smarrimento, cosa che non potrebbe accadere tramite la posta ordinaria)".

Secondo le Associazioni, le aziende accetteranno l'aumento del costo del mantenimento della casella postale e continueranno ad usufruirne, ma faranno ricadere le maggiori spese sostenute sui servizi offerti ai consumatori, mentre Enti ed associazioni si vedranno costretti a chiudere la loro casella postale, creando anche ricadute negative sul personale delle poste.

14/01/2010 Aumentati i costi delle caselle postali, CTCU: "Eccessivi e ingiustificati" (GA, http://www.helpconsumatori.it)

Dopo gli aumenti delle tariffe per le spedizioni ordinarie e raccomandate sono arrivati i rincari sul costo del canone annuo di tenuta di una casella postale. Lo hanno segnalato numerosi consumatori al Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano: Poste Italiane ha comunicato l'aumento a tutti i fruitori del servizio di casella postale, con una lettera datata 15 dicembre 2009. Le nuove tariffe, in vigore dal 1° gennaio 2010, sarebbero le seguenti: 100 euro per una CP piccola e aperta (contro i 35 euro precedenti), 150 euro per una CP media (contro i 42 euro precedenti) e 200 euro per una CP grande che prima costava 50 euro.

"L'aumento ingiustificatamente gravoso - scrive il CTCU in una nota - trova fondamento a detta dei rappresentanti di Poste Italiane, da dichiarazioni rilasciate ad alcune testate, unicamente nella diminuzione della domanda del servizio e la bassa redditivitą dello stesso. Artatamente, a nostro dire, Poste Italiane S.p.a. dichiara di includere nel servizio la possibilitą di avvalersi gratuitamente di tutti i Servizi Accessori, in realtą si tratta di due servizi, aggiunta di un familiare e ricezione dei fax (a detta dei consumatori il servizio di deposito della posta dei familiari era prassi gią in uso!)".

Il CTCU ritiene che "l'aumento eccessivo dei costi di tenuta di una casella postale integri la fattispecie disciplinata dall'articolo 3 della legge 287/1990, nella parte in cui vieta l'abuso di posizione dominante realizzatosi attraverso l'imposizione di prezzi di acquisto ingiustificatamente gravosi. Gli indicatori che fonderebbero la presente domanda di accertamento sono rappresentati dal possesso di un ampia base di mercato da parte di Poste Italiane S.p.a. nel servizio delle CP (se non esclusiva), la debolezza economica e contrattuale dei consumatori e l'assenza di concorrenza nel mercato di riferimento che consenta al consumatore di optare per soluzioni maggiormente convenienti (reali ed efficaci alternative) dando disdetta al servizio in essere con Poste Italiane S.p.a".

http://www.helpconsumatori.it

  • Archivio Poste
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Societą Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO