TuttoTrading.it

02/05/2008 Sgarbi contro Travaglio ad Anno Zero

Ricerca personalizzata

Petruccioli: Ieri sera  Michele Santoro ha di nuovo messo il Servizio Pubblico Radiotelevisivo a disposizione di Beppe Grillo; il quale, dagli schermi della Rai ha rivolto insulti inconcepibili e privi di qualunque giustificazione al Presidente della Repubblica, oltrechè ad una personalità universalmente stimata come il Professor Umberto Veronesi. Il danno, l'umiliazione e la vergogna che vengono al Servizio Pubblico da questi episodi, sono incalcolabili; per la mia funzione e personalmente ne faccio ammenda e prendo impegno - nell'ambito delle mie responsabilità - a fare tutto il  possibile per impedire che qualcosa del genere possa ripetersi.

Replica di Santoro:  Grillo è di fatto un soggetto politico e quindi responsabile di quanto afferma. Attendo ora  le iniziative che Petruccioli intenderà intraprendere e non ritengo che  esse potranno continuare a consentire ai leader dei partiti di dire quello che vogliono nella televisione pubblica, proibendo invece a un unico soggetto politico, di esprimere il proprio pensiero. La Rai  appartiene infatti al pubblico e non ai partiti e la libertà d'espressione è tutelata dalla Costituzione Repubblicana.

Veronesi ribattezzato Cancronesi: La puntata di ieri di Annozero  ha proposto ai telespettatori le fasi salienti  del comico genovese, che non ha risparmiato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed  Umberto Veronesi, definito una 'spa’ e ribattezzato 'cancronesi’.

  • Vedi Archivio V-Day
  • Sgarbi-Travaglio: Travaglio evoca fra le altre cose che Enzo Biagi è stato cacciato dalla RAI ma Sgarbi lo ha insultato affermando anche che Biagi non è stato mai cacciato dalla Rai ma  gli era stato proposto un semplice cambio di orario.

    Il movimento di Veronesi

    Sul  Forum italiano di Europa Donna, il movimento fondato da Umberto Veronesi che rappresenta oltre 80 associazioni di donne operate al seno, n un comunicato,  definisce "gravissima la diffusione di accuse infamanti e ingiustificate avvenuta da parte di Grillo e rilanciata ampiamente dalla trasmissione tv".

    Foncam:  "Attacchi ingiustificati e privi di fondamento a fini politici e populisti" secondo la Forza operativa nazionale sul carcinoma mammario (Foncam), fondata da Umberto Veronesi e composta da oltre 3.000 senologi,

    Riappare Mastella: quella trasmissione è una gogna mediatica ma  per me dov'erano gli autorevoli garantisti?

    Grillo:   I giornalisti che ancora danno dignità a questo Paese con la loro voce vanno protetti dagli sciacalli di regime, dai killer della parola. Nessuno tocchi il soldato Travaglio e chi rischia la sua vita per noi per amore di verità:  In Italia ci sono stati giornalisti coraggiosi finiti ammazzati come Beppe Alfano ucciso con tre pallottole, di cui una in bocca. I giornalisti coraggiosi rimasti sono pochi, sono un facile bersaglio. Prima vengono diffamati, poi isolati, anche dalla loro categoria, e spesso sono uccisi. Dopo la loro morte l'informazione di regime li sotterra con grande velocità. Un pò si vergogna, ma in fondo è soddisfatta. In Italia per scrivere la verità o per applicare la legge bisogna essere eroi. Molti si scoraggiano, si adeguano, si ritirano. Non ha un futuro un Paese in cui neppure le morti di Falcone, Borsellino e di Livatino scuotono l'opinione pubblica. Non ha un futuro un Paese in cui i condannati si rifugiano in Parlamento e ci irridono.

    Di Pietro: Contro Michele Santoro una "censura di regime". Lo scrive Antonio Di Pietro sul suo blog. Secondo il leader dell'Italia dei Valori, "la decisione del presidente della Rai Claudio Petruccioli di richiamare Santoro per la trasmissione Annozero dedicata alla raccolta di firme per i tre referendum per una libera informazione organizzata da Beppe Grillo il 25 aprile è sconcertante. Chi ha seguito il programma avrà sicuramente pensato che un richiamo era necessario - osserva Di Pietro - ma per Sgarbi che ha insultato senza ragione e continuamente le persone presenti, che non hanno reagito, e ha dichiarato il falso sui contributi al 'Giornale’ e sul licenziamento di Enzo Biagi". "Petruccioli - aggiunge l'ex pm - non ha ritenuto di dover sottolineare la denuncia di Grillo sulla illegittimità di Rete4 sancita dalla corte di Giustizia Europea che costerà ai contribuenti italiani più di 300 milioni di euro".

    Marco Rizzo: La libertà di informazione è uno dei parametri che misura il livello di democrazia in un Paese. Deve però essere vera. Quando sotto il vessillo della libertà di informazione vi è invece un prestar il fianco ad altre e più sottili operazioni, questo può trasformarsi in un boomerang rispetto al diritto dovere del giornalista di informare sempre e comunque. Non vorrei che alcuni aspetti eccessivi mostrati nella trasmissione Annozero si trasformassero in un pretesto per restringere gli spazi ad altri corretti giornalisti che tentano di riportare la verità dei fatti. La verità è ciò di cui il nostro Paese ha bisogno.

     

    03/05/2008 Su Santoro, due pesi due misure (http://clementemastella.blogspot.com)

    Sapete l’ultima? Leggo che Claudio Petruccioli – e, vedo che è in buona compagnia dalle reazioni che accompagnano la sua presa di posizione – solo oggi scopre l’uso strumentale e politico della trasmissione di Raidue “Anno Zero”. Solo oggi, finalmente, il presidente della Rai si accorge che la trasmissione del signor Santoro è in realtà un luogo di vero e proprio linciaggio mediatico, un programma appaltato a terzi, che ne fanno un uso arbitrario ed indecente. Ma questi autorevoli garantisti – mi chiedo – dove erano quando il signor Santoro e il suo Vauro per un anno intero mi hanno massacrato mediaticamente e politicamente con ospiti e servizi mirati esclusivamente a demolire la mia persona, la mia famiglia, il mio ruolo istituzionale di guardasigilli? Di fronte a tante gratuite infamie ho ascoltato solo assordanti silenzi e tanta solitudine. Non una critica, non una presa di distanza da parte dei vertici Rai, e dei miei alleati di governo verso gli insulti e le insinuazioni – verificatesi poi del tutto infondate – dei Grillo e dei De Magistris di turno. Una sola amara consolazione: come nella giustizia, e le sentenze di questi giorni lo confermano, anche in politica, alla fine, la verità viene a galla e il signor Santoro, e la sua faziosità sono serviti.

    03/05/2008 Censura di regime (http://www.antoniodipietro.com)

    petruccioli.jpg

    La decisione del presidente della RAI Petruccioli di richiamare Santoro per la trasmissione AnnoZero dedicata alla raccolta di firme per i tre referendum per una libera informazione organizzata da Beppe Grillo il 25 aprile è sconcertante. Chi ha seguito il programma avrà sicuramente pensato che un richiamo era necessario, ma per Sgarbi che ha insultato senza ragione e continuamente le persone presenti, che non hanno reagito, e ha dichiarato il falso sui contributi al Giornale e sul licenziamento di Enzo Biagi. Petruccioli non ha ritenuto di dover sottolineare la denuncia di Beppe Grillo sulla illegittimità di Rete 4 sancita dalla corte di Giustizia Europea che costerà ai contribuenti italiani più di 300 milioni di euro.

    Questa si chiama censura, in un Paese libero l’ascoltatore ha il diritto di sapere che due milioni di persone sono scese in piazza per firmare tre referendum e che sono state raccolte 1.500.000 di firme in un solo giorno, tra cui la mia, un evento mai successo nella storia della Repubblica. Una manifestazione di tale importanza non si può cancellare.

    Se il buon giorno si vede dal mattino, ci possiamo aspettare tentativi di ogni tipo per chiudere i pochi spazi di libertà di informazione ancora presenti nel nostro Paese.
    L’Italia dei Valori farà di tutto perché questo non avvenga in particolare se dovesse assumere la presidenza della Commissione di Vigilanza RAI di cui ha fatto espressa richiesta.



    http://clementemastella.blogspot.com

    http://www.antoniodipietro.it/
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Archivio V-Day
  • Ricerca personalizzata