TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 09/04/2008 10 motivi liberali per non votare Berlusconi (http://liberopensiero.blogosfere.it)

    Ricerca personalizzata

    Non tollero più la nostra democrazia composta da decine di partiti. Sono tanto stremato da essere diventato un fondamentalista del bipartitismo, e per questo trovo concepibile votare solo Berlusconi o Veltroni. Cio' premesso, nella scelta tra i due oggi elencherò i 10 motivi per cui mi viene difficile votare Berlusconi. Domani farò lo stesso per i motivi per cui non votare Veltroni. Sabato invece, elencherò i motivi per cui vale la pena di votarli entrambi. Domenica infine, voterò per uno di loro. Perchè faccio questi elenchi? perchè la politica non è un campionato di calcio, i tifosi non servono. Preferisco obbligarmi ad una ginnastica mentale che mi imponga di vedere le cose in maniera più obiettiva possibile. E così vorrei facessero tutti. Ma ora bando alle ciance, si parte:

    1) La prima cosa che pretendo da un premier è che rilanci l'economia. Non chiedo miracoli, ma che almeno il paese si allinei nel produrre ricchezza agli altri paesi europei. Nei 5 anni di governo Berlusconi questo non è successo. Vedi qui e qui

    2) Giustizia: non ha preso l'impegno di separare le carriere dei magistrati, unica riforma che spezzerebbe la contiguità tra pubblica accusa e magistratura giudicante, che svantaggia gli avvocati.

    3) Liberalizzazioni: a leggere il programma (vedi qui) mi paiono impegni troppo generici. Temo rimpiangeremo Bersani.

    4) Pensioni: non sembra Berlusconi voglia correggere la controriforma di Prodi.

    5) Troppa amicizia con Putin. Non chiedo che gli si faccia la guerra, ma almeno che non lo si difenda a spada tratta, spacciandolo per vero democratico. Per non parlare dei silenzi sul Tibet...

    6) Costi della politica: nel programma del PDL si sono dimenticati del libro "La Casta".

    7) Privatizzazioni: il bilancio dei 5 anni di governo Berlusconi in merito è stato deludente. Il programma del PDL più vago non potrebbe essere. Recita testuale:"Liquidazione delle società pubbliche non essenziali". Formula che non promette nulla di buono, anzi.

    8) Riforma radiotelevisiva: niente sulla privatizzazione RAI, niente sull'accesso in condizioni paritarie al digitale terrestre, niente pure sulla vicenda Europa 7 (vedi qui).

    9) Nessun impegno per la riforma presidenzialista o semi-presidenzialista. A parte il federalismo, nulla.

    10) Non ha avuto la forza di dire chiaro e tondo se vuole rilanciare il nucleare. Lo vuole fare o no? non si capisce....

    http://liberopensiero.blogosfere.it
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Archivio Nuovo governo Berlusconi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO