TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 16/03/2006 Evviva “il Tempo dell’ Inganno Universale” (Marcello Pamio, www.disinformazione.it)

    Ricerca personalizzata

    Mentre noi italiani ci siamo gustati la ridicola quanto inutile kermesse mediatica demenziale tra Berlusconi e Prodi – entrambi figli e fratelli del Sistema, apparentemente contrapposti – in Cisgiordania, e per la precisione a Gerico, l’esercito israeliano penetra (sparando addirittura un missile[1]) in un carcere palestinese sfondando il muro e tenendo in assedio per oltre 10 ore l’intera struttura fino alla consegna forzata di Ahmed Saadat, il leader del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Pflp)[2]!

    “Decine di prigionieri, con indosso solamente biancheria intima, sono usciti dal penitenziario per essere perquisiti e bendati dall’esercito[3]”. Alcuni sono stati anche portati via[4] Scopo ufficiale di questa illegittima operazione militare - funzionale per scatenare odio e rabbia - è l’arresto dei cinque esponenti del Pflp condannati per l’assassinio del ministro israeliano Rehavam Re’evi nel 2001, fra cui appunto il loro capo Saadat, appena eletto (guarda caso) in Parlamento![5]

    La causa scatenante sarebbe l’abbandono (anche questo casuale) della zona da parte dei soldati americani e inglesi “senza dare alcuna comunicazione all’Anp”.  Non è un po’ strano che le guardie anglo-americane, che controllavano Saadat, abbiano lasciato la loro postazione proprio prima dell’arrivo delle truppe militari israeliane[6]?  Il motivo del ritiro, secondo il Ministro degli Esteri britannico Jack Straw, è che «l’Anp ha disatteso i suoi obblighi» in merito all’internamento di Saadat. Sarà stato anche disatteso qualcosa, ma perché non hanno avvisato l’associazione palestinese del loro ritiro? Forse avevano fretta? Forse non volevano incrociare i carri armati israeliani…

    Come al solito simili rappresaglie militari, da una parte e anche dall’altra, capitano sempre in momenti delicatissimi per la politica e per la vita di quelle persone, la maggioranza, che non c’entrano assolutamente nulla con le ideologie religiose fondamentaliste, millenariste, sioniste, ecc. Ci si dovrebbe chiedere però se è normale, che in uno stato di cosiddetto diritto democratico, un esercito penetri militarmente in una città come Gerico, sfondi il muro di un carcere, spari un missile, sequestri dei detenuti e cerchi di portarne via altri!

    Ma forse oggi è normale…se accade da una parte…e criminale se accade dall’altra. O no? “«La guerra santa, da cosa buona e giusta quando il nemico era sovietico, è diventata «ideologia assassina» gemella siamese del nazismo (parole di George Walker Bush) quando nel mirino sono finiti [non sovietici ma] americani”[7] E’ bastato sostituire “russi” con “statunitensi” perché da “guerra giusta” divenisse “ideologia assassina”. Dal punto di vista umano, qual è la differenza tra un soviet e uno yankee? Tra un militare con la stella rossa e uno con la bandiera a stelle e strisce?  Come disse perfettamente Eric Arthur Blair, alias George Orwell, “nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario”, e oggi più che mai, nel tempo “dell’inganno mediatico” dire certe cose si viene etichettati come antiamericani, antisemiti, antisionisti, cospirazionisti.

    Strategie politiche, militari, prive di umanità e totalmente relativistiche, non considerano le persone per quello che realmente sono: esseri umani in divenire, esseri spirituali il cui scopo è l’evoluzione (non nel senso darwinista naturalmente), ognuno col proprio percorso individuale e con le proprie difficoltà di tragitto. In questo gioco perverso e oscuro, invece si viene catalogati solamente con una razza, una ideologia, un movimento, un fondamentalismo, un gruppo religioso, ecc.  Forti di questo “inganno mediatico”, i giornalisti del Regime hanno scritto che il leader Slobodan Milosevic è morto per un infarto del miocardio a causa di un farmaco (contro la tubercolosi e lebbra) che prendeva di nascosto (?)! Naturalmente tale farmaco, preso di nascosto dal criminale serbo per compromettersi la terapia che seguiva, lo ordinava con una e-mail, attraverso internet e lo pagava alla consegna in contanti, direttamente nelle celle olandesi dove era detenuto!

    Ovviamente sto scherzando, ma quello che non è uno scherzo sono le baggianate che ci propinano ogni giorno i media? Bastano pochissime sinapsi attive per inserire il nome dell’ex leader serbo nella lista lunghissima degli assassinati in carcere perché certamente scomodo a qualcuno (dall’ex gerarca nazista Herman Goering ucciso con il cianuro, al caffè avvelenato di Sindona nel carcere di Voghera, ecc.)  Molto “comodi” al sistema, perché totalmente privi di dignità e perché “tengono famiglia”, sono invece i giornalisti della carta stampata e del mezzo schermo, che eseguono gli ordini dei loro padroni-editori e/o sponsor, e scrivono quello che gli viene detto loro, a testa bassa e in silenzio.  Ci rifilano notizie che non sono notizie ma idiozie, ed evitano di parlare di cose importanti e serie. In questo momento va per la maggiore il rapimento del piccolo Tommaso, gli scontri televisivi in puro stile statunitense (d’oltreoceano importiamo solamente le cose migliori!) tra i leader della fantapolitica nostrana e l’influenza aviaria, e il suo fantomatico vaccino che, notizia di oggi, sembra essere stato messo a punto in Romania.[8]

    Cogne è stato sostituito da Parma, così il Vespa nazionale potrà battere il suo precedente record preparando almeno quaranta puntate sulla triste quanto misteriosa sparizione. Nessuno parla invece che in Virginia “il giudice federale che presiede il processo a Zacarias Moussaoui, l'unica persona incriminata negli Usa per l'attacco dell'11 settembre 2001, ha improvvisamente interrotto il procedimento, ipotizzando che i procuratori del ministero della Giustizia abbiano commesso una grave irregolarità”[9] Mi sembra una notizia che merita una certa amplificazione mediatica!

    E sapete quali sono queste irregolarità? Il giudice ha appreso che alcuni testimoni della Federal Aviation Administration (F.A.A. è l’ente governativo che controlla i voli negli States) sarebbero stati “addestrati” da un legale del governo prima dell’udienza!!! “Addestrati” significa semplicemente che il governo attuale degli USA ha cercato di far dire ai testimoni ufficiali della FAA quello che volevano loro: cosa questa vietatissima. Perché? Se l’11 settembre 2001 è andato come tutti noi ufficialmente sappiamo: due Boeing sul WTC, uno sul Pentagono e uno precipitato nelle campagne della Pennsylvania, perché mai addestrare dei testimoni per il processo? Hanno per caso qualcosa da nascondere?

    Noooooo…non hanno nulla da nascondere.

    I quattro aerei sono stati pilotati da “studenti del korano” (talebani), Milosevic si è assassinato con un farmaco per la lebbra, l’aviaria è un’influenza dei polli che potrebbe colpire gli umani, l’Iran sta costruendo bombe nucleari e le forze israeliane hanno fatto benissimo ad attaccare militarmente un carcere in Palestina provocando ben tre morti. Evviva il tempo dell’inganno!

    [1] Agenzia Reuters Italia http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID=2006-03-14T130426Z_01_POL437019_RTRIDST_0_OITTP-ISRAELE-CISGIORDANIA-14MARZO-PUNTO.XML  
    [2] Idem
    [3] Agenzia Adnkronos http://www.adnkronos.it/3Level.php?cat=Esteri&loid=1.0.347174126 
    [4] Idem
    [5] Idem
    [6] Idem
    [7]Quando gli USA insegnavano la guerra santa agli afgani” di Riccardo Staglianò “Il Venerdì” di Repubblica 
    [8] Agenzia Adnkronos Salute http://www.adnsalute.it/ADNsalute/news.nsf?OpenDatabase
    [9]11 settembre. Giudice interrompe il processo a Mossaoui” – tratto da RaiNews24 http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=60409

  • Archivio Politica
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO